ugg ultra short il popolo piange e la casta sperpera

ugg ultra tall il popolo piange e la casta sperpera

VOI SIETE QUI: Home Politica Venezuela, il capriccetto rosso: il popolo piange e la casta sperpera

Venezuela, il capriccetto rosso: il popolo piange e la casta sperpera

Aragoste, Cartier dorati, weekend in centro a Milano, squadre di Polo, mazzette di dollari e aerei privati: cronaca del modo in cui il governo socialista venezuelano ha abbandonato le sue origini proletarie per entrare nell del frivolo e costoso, infischiandosene naturalmente delle carenze quotidiane che affronta la gente comune

L via per la giustizia è quella del socialismo, non il capitalismo, che in realtà è una forma di cannibalismo. Nell scalinata del Ministero degli Interni di Caracas, Pedro Carreo, che all era titolare di questo portafogli, sorrideva nella cornice dei microfoni, baciato dal sole del mattino. Poi, una giornalista lo interruppe e disse: Ministro, non è contraddittorio criticare il capitalismo con al collo una cravatta Luis Vuitton?. Carreo guardò il cielo ed esitò per qualche secondo. Era nato 51 anni prima a Barinas, lo stato più povero del Venezuela, e stava per convertirsi nel simbolo visibile dei nuovi ricchi del socialismo bolivariano, cresciuti all dei 14 anni di governo dello scomparso presidente Hugo Chavez, imbevuti di retorica populista, ma ubriachi di lusso occidentale.

Quando il 13 febbraio di quest scrisse su Twitter: La Procura della Repubblica dà la caccia al vigliacco assassino Leopoldo Lopez, Carreo portava ancora le cicatrici di quel giorno. Dal ministero era passato alla Camera e qui lo avevano soprannominato Onorevole Vuitton. All dello scoppio delle proteste anti governative che la settimana scorsa hanno compiuto un mese e che ieri hanno segnato un lunga giornata di manifestazioni e incidenti, quell rotondo era stato incaricato di far sapere che il presidente Nicolas Maduro scartava la linea del dialogo e ordinava la cattura dell dell che guidava la piazza. Oggi, che Lopez è in carcere da più di tre settimane, che le barricate si sono estese sul territorio e che il bilancio è arrivato a 28 morti, questa casta di privilegiati viene sempre più contestata da quella parte di società venezuelana che si è stancata di fare la fila per il pane, di subire un inflazione vertiginosa e rischiare quotidianamente la vita in rapine violentissime, per bottini di poco conto.

Secondo la denuncia presentata dal deputato Carlos Berrizbeitia, la tendenza allo sfarzo saudita è stata introdotta in Venezuela dallo stesso presidente Chavez. Sebbene non abbia mai dimenticato l trascorsa nella modesta casupola di La Sabaneta, nei suoi ultimi tempi alla reggia di Miraflores, il comandante avrebbe speso 15 mila dollari l in orologi. 2 mila in scarpe. 4 mila in abiti e 1500 in penne Mont Blanc. D parte, i suoi famigliari non si facevano suggestionare quando diceva frasi tipo: noi non vogliamo essere ricchi, perché è brutto e inumano e postavano sui social network foto insieme alla pop star Justin Bieber, con mazzette di dollari aperte a ventaglio, con Cartier d al polso e aragoste nel piatto.

Dopo la sua morte, il 5 marzo dell scorso, la tradizione è stata proseguita da Maduro. Prima di essere designato a successore dal leader morente e vincere le presidenziali con l dei voti, l autista dell è stato per 6 anni ministro degli Esteri, presentando nel 2012 una richiesta di rimborso spese personali da 8 milioni di dollari. Secondo la giornalista Berenice Gomez, poi, la first lady Cilia Flores passa frequenti weekend a Milano per fare shopping nelle boutique del centro, così come gli altri funzionari o imprenditori vicini al potere fanno in Florida.

Ofir Ben Eliezer, proprietario di un negozio di hi tech di lusso a Miami, preferisce non fare nomi, ma riconosce che tra i clienti dei suoi smartphone tempestati di diamanti ci sono molti boli borghesi, così come chiamano in patria i privilegiati del socialismo bolivariano. I chavisti vanno pazzi per questi mini i Pad placcati d ha detto in un a Univision, un canale statunitense in spagnolo specializzato nelle telenovelas, che in Venezuela è stato più volte accusato di trasmettere propaganda fascista e fomentare la decadenza morale dell americano, così come il governo dice di chi protesta.
ugg ultra short il popolo piange e la casta sperpera