ugg classic tall Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri

ugg boots Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri

Cos La Fondazione “Per il tuo cuore” HCF ONLUSLa Fondazione è un ente di Ricerca che ha come finalità la lotta alle malattie cardiovascolari e l’apertura di nuovi orizzonti terapeutici personalizzati. La Fondazione “per il Tuo cuore” HCF Onlus nasce nel 1998 con il nome di “Fondazione Italiana per la lotta alle malattie Cardiovascolari Heart Care Foundation Onlus”, dal settembre 2000 legalmente riconosciuta dal Ministero della Salute e inserita nel registro delle ONLUS. Dal 2008 anno in cui ha assunto l’attuale denominazione è presieduta dal Prof. .La mission della Fondazione è lo sviluppo di strategie innovative in grado di accelerare i progressi nel campo di:1) RICERCA2) EDUCAZIONE SANITARIALa Fondazione “per il Tuo cuore” Onlus ha infatti lanciato una nuova strategia di Ricerca: studiare i casi che più si discostano dalla norma rappresenta per sviluppare nuovi target di terapia e prevenzione creati “su misura”. Per questa ragione la nuova serie di Studi è stata definita GISSI OUTLIERS. Per questi sviluppi la Fondazione si avvale del supporto dei Cardiologi iscritti all’ANMCO, delle 400 Cardiologie collegate in rete al suo Centro Studi che si occupa della raccolta, della gestione e dell’analisi dei dati clinici. Con gli Studi GISSI realizzati in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Farmacologica “Mario Negri”, il Centro Studi si è guadagnato fin dagli anni 80 l’ammirazione della comunità scientifica internazionale.Si parla molto di biodiversità: delle piante, degli animali, degli habitat. Dobbiamo cominciare ad applicare questo concetto anche al malato. Nessuno si accontenterebbe di un paio di scarpe di “misura media”,
ugg classic tall Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri
ma ne vorrebbe un paio che si adattassero alla sua calzata. Ogni malato ha il diritto a una terapia personalizzata, che tenga conto della sua biodiversità, cioè della sua risposta a malattie e terapie, della sua vulnerabilità ma anche dei suoi “angeli custodi”, le sue componenti protettive verso i rischi ambientali. Oggi la Ricerca dei Cardiologi italiani affronta, prima nel mondo, questa sfida.
ugg classic tall Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri

ugg classic tall Il Tempo L’ultima vigilia di Totti e Spalletti

ugg 50 euro Il Tempo L’ultima vigilia di Totti e Spalletti

(A. Austini) Uno va via sicuro, l’altro gioca l’ultima partita e poi non sa che fare. Chi l’avrebbe mai detto: Totti e Spalletti che salutano insieme la Roma. La gara di domani contro il Genoa entrerà nella storia giallorossa per tanti motivi e la possibile qualificazione in Champions, con record di punti annesso, rischia di diventare un dettaglio. Non certo per la società, si spera non per i giocatori, che non si sono fatti scrupoli giovedì notte a proseguire la festa per Totti in discoteca a via Veneto, ma la gente romanista ha ben altro in mente. I granelli residui nella clessidra iniziano a scendere oggi alle 17, orario fissato per l’ultimo allenamento di sempre del capitano a Trigoria. Dal 1989, quando è arrivato nelle giovanili giallorosse, fino ad oggi fanno 28 anni su quei campi diventati casa sua. Domani, gioca dall’inizio? Difficile. E quando entra allora? Dipenderà dal risultato e da quanta voglia abbia il Genoa (a cui il Napoli chiede aiuto) di guastare la festa dell’Olimpico. Spalletti manderà in campo la stessa formazione di Verona con Nainggolan al posto di Paredes, ma è chiaro che si augura di poter regalare quanti più minuti possibile a Totti. Altrimenti chi li sente i 60 mila dell’Olimpico? Al fischio finale partirà in ogni caso il tributo al campione. Sarà premiato da Pallotta in campo, parlerà alla sua gente col microfono, poi giro di campo, video con i suoi gol proiettati sugli schermi, fuochi d’artificio e tante sorprese. A quel punto sarà finita la sua carriera da calciatore in giallorosso, mentre il futuro è ancora tutto da scrivere. Pallotta arriva direttamente domani e riparte martedì, chissà se avrà il tempo e la voglia di incontrarlo come Francesco spera. Ma per il presidente non c’è granché da chiarire,
ugg classic tall Il Tempo L'ultima vigilia di Totti e Spalletti
se non il ruolo di Totti nell’area tecnica da concordare con gli altri dirigenti italiani.

Sei anni di contratto parlano chiaro, ma il capitano ha lasciato aperti i dubbi nel post su Facebook di giovedì in cui traspare il suo desiderio di continuare a giocare. Ora vuole capire se e dove può farlo, valutare con calma insieme alla famiglia. Per adesso si diverte a confondere le acque, vedi ieri, quando al Salone d’Onore del Coni ha ricevuto il diploma Honoris Causa del Master SBS. Che faccio lunedì? Me ne vado a pesca. Maradona dice che sono il migliore che ha mai visto? Ora posso anche smettere. Letta così, sembra smentire se stesso a poche ore di distanza, ma era solo una delle tante battute alla Totti. Alla moglie Ilary è toccato ritirare l’ennesimo Tapiro d’Oro. Il pensionamento di Francesco? Sarà pesante scherza la showgirl non so come farò, lo scopriremo vivendo. Sull’altro lato della barricata Spalletti ha già deciso: ripartirà quasi certamente dall’Inter, Sabatini lo aspetta per ricostituire una coppia che ha potuto lavorare troppo poco insieme. Il toscano si toglierà altri sassolini dalle scarpe tra oggi e domani, c’è da giurarci, ma vuole lasciare il palcoscenico a Totti com’è giusto che sia. Con Pallotta si sono già detti tutto, mentre De Rossi è in attesa del rinnovo. Dopo una lunga contrattazione pare che ci siamo: Daniele resterà giallorosso e diventerà capitanpresente a 34 anni. Salutano invece Szczesny, Vermaelen e molto probabilmente Grenier, tutti e tre sbarcati in prestito, di sicuro ci saranno altre partenze in estate e dipenderà dalle offerte. Manolas, ad esempio, continua a dire voglio restare ma dipende dalla società. I giocatori si saluteranno direttamente domani prima di andare in vacanza e chi resta andrà in ritiro a Pinzolo dal 7 al 14 luglio. Non ci saranno più il team manager Zubiria, il medico Riepenhof e gli uomini dello staff di Spalletti. L’ennesima rivoluzione affidata a Monchi. Dopo Totti.
ugg classic tall Il Tempo L'ultima vigilia di Totti e Spalletti

ugg classic tall Unione ginnastica goriziana strangolata dai debiti

ugg ultra short Unione ginnastica goriziana strangolata dai debiti

GORIZIA. La crisi non è passata, anzi: l’Unione ginnastica goriziana continua ad essere assillata da gravi problemi economici che ne mettono a rischio, addirittura, la sopravvivenza.

passato un anno e mezzo dal primo allarme per il futuro dell’Ugg, e adesso, nonostante gli sforzi profusi, il quadro è tale e quale rispetto ad allora. Siamo preoccupati anche se non molliamo e stiamo facendo tutto il possibile per far sopravvivere questa realtà. Lanciamo un nuovo appello alle istituzioni pubbliche: ci serve un sostegno economico. Certo, in tempi di crisi ci sono altre priorità ma proprio a fronte del crescente numero di famiglie in difficoltà il servizio educativo e sociale offerto dall’Ugg è ancora più indispensabile.

Ecco, nelle parole amare ma tutt’altro che rassegnate del presidente, Moreno Sfiligoi, la fotografia dell’emergenza che tocca lo storico sodalizio (fondato nel 1868) considerato il fiore all’occhiello, non soltanto nell’ambito sportivo, dell’associazionismo cittadino. Una società che, in passato, ha sfornato fior di campioni in tutti i settori, dal basket, alla ginnastica, dall’atletica leggera alla scherma.

Nella primavera del 2012 il destino dell’Ugg era appeso a un filo e il rischio chiusura sembrava davvero dietro l’angolo a causa di un debito che aveva superato i 200 mila euro. Era stato avviato un piano di risanamento (grazie alla spinta dei 100 mila euro concessi come contributo straordinario dalla Regione) per fronteggiare la grave situazione finanziaria assieme ad una rigorosa strategia di razionalizzazione gestionale per ridurre i costi e cancellare gli sprechi.

Uno sforzo ulteriormente proseguito quest’anno sotto la presidenza di Sfiligoi succeduto, lo scorso giugno, a Mario Corubolo. Ora, a un mese e mezzo dalla ripresa dei corsi che hanno registrato un calo degli iscritti (restano, comunque, non meno di 500), la situazione è di nuovo critica anche perché rispetto al primo allarme suonato nel 2012 è ulteriormente peggiorato il contesto generale.

La crisi economico occupazione investe sempre più famiglie anche a Gorizia e da parte degli enti pubblici (Regione, Comune e Provincia) è diventato impossibile garantire un supporto finanziario alle associazioni, compreso un fiore all’occhiello come l’Ugg, pari a quello che ha caratterizzato gli scorsi anni.

Uno scenario prefigurato dal sindaco Ettore Romoli un anno fa quando era stato ufficializzato il via libera al contributo straordinario regionale da 100mila euro con l’intervento degli allora consiglieri Valenti e Marin: Questo sodalizio ha una valenza unica dal punto di vista storico, culturale, politico e ha rappresentato un punto di riferimento anche per le rivendicazioni patriottiche di Gorizia aveva premesso il primo cittadino ma d’ora in poi il bilancio dovrà essere una priorità per l’Ugg.

Nonostante le fonti alternative di entrata che abbiamo cercato e pur a fronte di uno sforzo massimo per contenere e razionalizzare le spese, il debito è tornato a farsi preoccupante puntualizza Sfiligoi. Attualmente supera i 120 mila euro e sta aumentando ancora anche perché l’Ugg deve farsi carico di gestire strutture dai costi molto elevati che restano aperte fino a 18 ore al giorno. Basti pensare agli oltre 70 mila euro all’anno per le spese energetiche, dalla luce al riscaldamento. L’Ugg non può stare in piedi senza un adeguato sostegno pubblico, le spese assorbono buona parte delle risorse finanziarie ed ecco perché rinnoviamo l’appello affinché gli enti ci diano un aiuto. I problemi prioritari, giustamente, sono la disoccupazione dilagante, le famiglie che diventano povere e fanno fatica a trovare i soldi per mangiare. Ma proprio in una situazione così dura vanno aiutate anche le realtà come la nostra che contribuiscono all’educazione e alla salute psicofisica dei più giovani, prevengono il disagio sociale, investono sulle generazioni future.

L’Ugg, dunque, rimane ancora in attesa di capire se e quando questo supporto pubblico potrà arrivare: Con la Regione spiega il presidente avremo a breve un incontro con l’assessore allo sport per mostrargli le nostre strutture e ribadire il ruolo che rivestiamo

per il territorio e il contributo che diamo anche nell’ottica della salute. Intanto ci terrei a rimarcare il supporto di Fondazione e Cassa di risparmio di Gorizia che hanno dimostrato concretamente il proprio interessamento per le sorti dell’Ugg.
ugg classic tall Unione ginnastica goriziana strangolata dai debiti