ugg care kit Serena Williams

ugg cassady Serena Williams

HockeyCalcioAltri MotoriTime inRisultati e Classifichefr”Mi sento un po’ arrugginita”. Serena Williams non e’ al top ma continua a vincere agli Internazionali di Roma. La tennista statunitense, testa di serie numero uno, ha sconfitto in tre set la tedesca Andrea Petkovic per 6 2, 3 6, 6 0 guadagnando la qualificazione ai quarti di finale. L’americana sta cercando la forma migliore dopo un lungo stop per problemi fisici. “No, non sono affatto frustrata. E’ chiaro che dopo un periodo di pausa mi sento un po’ arrugginita e il match di oggi ne e’ una dimostrazione. Ma la partita la prendo sempre come un divertimento”, dice Serena Williams.

Al Foro Italico gli spalti non sono gremiti. “Fastidio? No, assolutamente. Quando entro in campo guardo solo la mia avversaria. In piu’, e’ difficile riempire uno stadio cosi’ grande come il nuovo Centrale e bisogna considerare anche che siamo solo ai primi turni”, spiega la Williams . Alle fasi finali gli spalti saranno certamente piu’ gremiti. E poi, forse, la gente avra’ voluto prendersi un po’ di riposo dopo il torneo maschile”.
ugg care kit Serena Williams

ugg care kit Poltrona Frau Group acquisisce il marchio storico Simon attraverso Cassina

stivali australiani ugg Poltrona Frau Group acquisisce il marchio storico Simon attraverso Cassina

Il Mercato Toro sopravvivrà nel 2018? Se puoi investire almeno 350.000 , scarica senza spese la guida Prospettive sul Mercato Azionario. Ti darà informazioni aggiornate sui fattori che potrebbero alimentare i “sentiments” sul mercato finanziario e su come affrontarli.

Poltrona Frau Group, attraverso Cassina, acquisisce da Estel il marchio Simon. Un segnale importante in questo particolare momento storico per l’industria italiana del design che rimane un patrimonio fondamentale del nostro paese. La scelta dell’acquisizione è stata stimolata dalla specifica volontà di Poltrona Frau Group di continuare nel suo percorso selettivo di integrazione dei marchi italiani che hanno reso cosi celebre il design italiano nel mondo.

Nello specifico la collezione Simon rappresenta un catalogo di eccellenza che raccoglie alcuni tra i prodotti più rappresentativi del design italiano, perfettamente in linea con il posizionamento di eccellenza riconosciuto nel mondo ai marchi di Poltrona Frau Group quali Poltrona Frau, Cassina e Cappellini.

Tale acquisizione permetterà a Cassina di arricchire ulteriormente il prestigio del suo catalogo affiancando agli storici nomi di Le Corbusier, Charlotte Perriand, Charles Rennie Mackintosh e Gerrit T. Rietveld, anche altri nomi storici dell’architettura mondiale come Carlo Scarpa (con la serie di tavoli tra cui il “Sarpi”), Marcel Breuer (con il tavolo “Delfi”) e Kazuhide Takahama (con il tavolo “Antella”) con particolare enfasi su gamme di prodotto meno presenti nella collezione attuale di Cassina come tavoli, contenitori, sedie e arredi per l’ufficio.

La forte integrazione a livello distributivo, soprattutto all’estero dove Cassina genera oltre l’80% del proprio fatturato, permetterà di massimizzare la ricchezza di questo nuovo catalogo e di sviluppare la crescita dei prodotti Simon principalmente fuori dall’Italia, mercato che a oggi rappresenta quasi la totalità dei suoi ricavi.

Ultim’ora Piu’ letti Top news Financial Trend Analysis

Klecha Co. annuncia la costituzione della divisione di Equity Research guidata da Kai Korschelt

7 minuti fa

Financial Trend Analysis

Finanza Futuro si rafforza a Roma

9 minuti fa

Financial Trend Analysis

Moncler tenta di riattivare l’uptrend

10 minuti fa

Financial Trend Analysis

Carige: chiusura anticipata dell’offerta in Borsa dei diritti di opzione

30 minuti fa

Financial Trend Analysis

Greggio in recupero, acquisti sui petroliferi

42 minuti fa

Tutti gli articoli

A2A Abercrombie Fitch Abitare in Acea Acotel Group Acsm Agam Activision Blizzard Adidas Adobe Systems Aedes Aeffe Aeroporto Guglielmo Marconi Agatos Aixtron Akamai Technologies Alba Alcoa Alerion Cleanpower Alfa Romeo Alfio Bardolla Alibaba Group Alphabet Altera Corp. Amazon Ambienthesis Ambromobiliare American Express Amplifon Amundi Anima Holding Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apollo Group Apple Aquafil Arena Arkimedica As Roma Ascopiave Asm International Asml Holding Assiteca Assogestioni Astaldi ASTM AT Atlantia Autodesk Autogrill Automatic Data Processing Autostrade Meridionali Avago Technologies Avio Avon Axa Axelero Azimut Holding
ugg care kit Poltrona Frau Group acquisisce il marchio storico Simon attraverso Cassina

ugg care kit Comitato Italiano Paralimpico

ugg sparkle boots Comitato Italiano Paralimpico

Il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli e il segretario generale Juri Stara hanno incontrato Pietro Fiore e Andrea Bernetti, rispettivamente presidente e vice presidente della Simfer, società italiana di medicina fisica e riabilitativa.

Al centro del confronto è stato posto il tema del rafforzamento della promozione dello sport per le persone con disabilità.

“Comincia oggi, con la Simfer,un percorso comune ludico motorio riabilitativo finalizzato a valorizzare lo sport come strumento di welfare e di salute”, ha dichiarato al termine dell’incontro il presidente CIP Luca Pancalli.

Formidabile la cross di snowboard a Big White, quarta e ultima tappa, canadese, del circuito di Coppa del Mondo che consegnerà i riders direttamente alle nevi di PyeongChang. Il toscano Jacopo Luchini, 27 anni di Montemurlo (PO), sale sul terzo gradino del podio in categoria upper limb, battendo nella finale per il bronzo il compagno in azzurro Manuel Pozzerle. Oro al francese Montaggioni, argento al canadese Minard. Ora giovedì 8 febbraio si attendono le ultime run del banked slalom, che chiuderà la rassegna canadese, poi destinazione Corea del Sud per tutti.

Al Comitato Italiano Paralimpico è stato conferito il ‘Premio Orgoglio Italiano’, dedicato alle eccellenze che si sono distinte a vario titolo nel Paese.

La serata, presentata dalla giornalista Rai Roberta Ammendola, ha visto altri premiati d’eccezione: Massimo Ranieri per la sua attività live, in particolare per “Sogno e son Desto”; Enrico Montesano con un tributo alla sua carriera di successi, Antonio Giordano, lo scienziato che ha individuato il gene immunosoppressore del cancro, Maurizio de Giovanni, lo scrittore italiano tradotto in cinque lingue nel mondo, Attilio Belloni, presidente della Camera Penale di Napoli, Eva Carducci, video editor per Fox Life, Arturo Mariani calciatore della nazionale italiana amputati e, appunto, il Comitato italiano paralimpico a cui viene riconosciuto l’impegno volto ad “assicurare il diritto di partecipazione all’attività sportiva in condizioni di uguaglianza e pari opportunità”.

Le storie, le sfide, le vittorie del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa racchiuse in un volume. Questo è “Rivincita”, il libro che è stato presentato oggi presso la Sala del trono di Palazzo Barberini.

Alla presentazione è intervenuto il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, insieme al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Claudio Graziano, a Luca Pancalli e all’autrice del libro.

“Tutto è cominciato con un protocollo d’intesa. Ho voluto fortemente che non restasse un protocollo in un cassetto. Ma oltre alla volontà politica occorre la determinazione di chi è protagonista, e siete stati con con il vostro entusiasmo, la forza, il coraggio di cogliere la sfida. Grazie di dimostrare che la perfezione non esiste, i limiti si ma sono tutti superabili. “Rivincita” questo titolo da la misura di quel che è stato questo progetto. Non un guardare a indietro a ciò che vi era successo ma un guardare avanti, al futuro e alle sue possibilità”, ha detto il Ministro.

“Con questo protocollo, abbiamo fatto qualcosa di inimmaginabile, in Italia, dando l’esempio che lo sport può essere dirompente, mettendo al centro il capitale umano. Siete uomini, militari e atleti che lanciano un grande messaggio di civiltà e cultura all’intero nostro Paese” le parole di Pancalli.

All’evento erano presenti, inoltre, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano e tutti gli atleti del GSPD, capitanati dal Ten. Col. Gianfranco Paglia.

Con l’intervento del Ministro per lo Sport, Luca Lotti, del Presidente del CONI, Giovanni Malagò, del Presidente del CIP, Luca Pancalli e del Presidente di Special Olympics Italia, Maurizio Romiti, si terrà a Roma, giovedì 1 febbraio alle ore 12.00 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Sala Polifunzionale Largo Chigi, ingresso riservato in Via Santa Maria in Via, 37A, la conferenza stampa di presentazione, moderatore Massimo Caputi, dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, in programma dal 4 al 10 giugno a Montecatini e Valdinievole. Giochi, questi, che rappresenteranno il più grande evento nazionale di sempre, per numeri di atleti coinvolti e discipline sportive proposte. Giunti alla XXXIV edizione, coinvolgeranno infatti oltre 3000 atleti, provenienti da tutta Italia, che gareggeranno in 20 discipline sportive: atletica leggera, badminton,bocce, bowling, calcio a 5, canottaggio, dragon boat, equitazione, ginnastica artistica e ritmica, indoor rowing, golf, nuoto, nuoto in acque aperte, pallacanestro, pallavolo unificata, rugby, tennis,
ugg care kit Comitato Italiano Paralimpico
tennis tavolo, vela.

La conferenza stampa costituirà anche la prima occasione dell’anno per ricordare, attraverso l’alternarsi di immagini storiche e di testimonianze odierne, il 50esimo Anniversario della nascita del Movimento avvenuta, nel luglio del 1968, grazie alla straordinaria intuizione di Eunice Kennedy Shriver. Lei per prima capì quanto la pratica sportiva potesse mettere le persone con disabilità intellettiva nelle condizioni ideali per dimostrare le loro capacità. Si battè con grinta e determinazione contro la cultura di quel tempo che negava a queste stesse persone ogni opportunità relegandole negli Istituti. Oggi Special Olympics è presente in 172 paesi e intende puntare sempre i riflettori su ciò che gli atleti sono in grado di fare e non sulla loro disabilità e sul valore sociale dello Sport Unificato; attraverso il quale atleti con e senza disabilità intellettive giocano insieme favorendo l’inclusione sociale. Per celebrare, in tutto il mondo, i 50 anni di Special Olympics, dal 17 al 21 luglio a Chicago, la città che nel 1968 ospitò i primi Giochi Internazionali tornerà ad accogliere 24 squadre provenienti da ogni parte del mondo per partecipare alla “Unified Football Cup”. Torneo di calcio unificato cui l’Italia parteciperà con una delegazione composta da 16 calciatori, 9 atleti e 7 partner.

I Giochi Nazionali Estivi Special Olympics 2018 sono sostenuti con un contributo del Ministero per lo Sport che ha anche concesso il patrocinio all’evento che sarà realizzato anche grazie al sostegno del Comune di Montecatini Terme, dalla Regione Toscana, da Toscana Promozioni, da Coca Cola, Mitsubishi Electric Filiale Italiana, iZilove Foundation, Fondazione Vodafone Italia, Adidas e Confindustria Toscana Nord. (fonte: Special Olympics Italia).

L’IPC, dopo l’analisi dell’ultimo rapporto da parte della taskforce IPC (dello scorso 27 gennaio), che sta monitorando le azioni della Russia per la riammissione nel consesso paralimpico, ha reso noto che la Russia rimane sospesa dai Giochi Paralimpici ma gli atleti russi non coinvolti nell’indagine anti doping, e nei rapporti seguiti, possono gareggiare sotto bandiera neutrale. Al momento, si stima che parteciperanno ai Giochi Paralimpici Invernali di Pyeongchang 2018, in questa condizione, 30/35 atleti che soddisfano i criteri per la qualificazione.

La sconfitta non cancella il sorriso e l’ottimismo. per 6 0 contro gli Stati Uniti. Dopo la sconfitta all’esordio della manifestazione, gli azzurri hanno dovuto arrendersi ancora, ma stavolta in finale con i parziali di 4 0, 2 0 e 0 0 contro la corazzata americana. Gli americani hanno confermato tutta la loro forza e la capacità di sfruttare ogni minimo spazio concesso dalla difesa italiana, messa sotto pressione dal primo al 45 minuto di partita. Ecco perché giocare contro gli Usa, favoriti per l’oro paralimpico insieme al Canada, è stato un importante banco di prova in vista dei Giochi, in programma a Pyeongchang dal 9 al 18 marzo.

“Per noi è ottimo aver giocato due volte in pochi giorni contro gli Stati Uniti”, sottolinea il capitano azzurro Gianluca Cavaliere. “Sono una squadra di altissimo livello che ci spinge al limite delle nostre possibilità, specialmente in fase difensiva. Nella sfida della prima giornata abbiamo approcciato il match nel modo giusto e perso poi terreno nel secondo e nel terzo periodo. Oggi è successo il contrario, forse ci è mancata un po’ di convinzione all’inizio ma con il passare dei minuti siamo definitivamente entrati in partita. In vista dei Giochi penso che la squadra sia sostanzialmente a posto; in queste settimane aggiusteremo qualcosa, allenandoci nelle nostre squadre di club, con la nazionale nel raduno di metà febbraio e nei giorni prima del debutto alle Paralimpiadi, nei quali disputeremo anche un’amichevole”.

Nel prossimo fine settimana la maggior parte dei giocatori azzurri tornerà in campo nella finale scudetto tra South Tyrol Eagles e Sportdipiù Tori Seduti (gara 1 e 2); l’eventuale gara 3 si terrà invece sabato 10 febbraio. Dal 15 al 18 febbraio la nazionale si ritroverà poi a Fondo (Trento) per l’ultimo collegiale prima della partenza per la Corea del Sud, fissata per i primi giorni di marzo. Seguirà qualche giorno di preparazione, fino all’esordio contro la Norvegia. Norvegia che oggi nella finale per il terzo posto ha sconfitto 6 1 il Giappone (parziali 3 0 2 1 1 0).

Tornando alla partita tra Italia e Stati Uniti si sono iscritti al tabellino dei marcatori Josh Misiewicz, autore di una tripletta e premiato come MVP americano dell’incontro, Declan Farmer, due volte in gol, e Brody Roybal. MVP azzurro il capitano Gianluca Cavaliere. Contestualmente alla premiazione delle squadre sono stati eletti i migliori giocatori del torneo: il torinese Gabriele Araudo come miglior portiere, Nikko Landeros come miglior giocatore, Brody Roybal come miglior realizzatore. Presenti alla finalissima anche gli Assessori allo Sport della Città di Torino e della Regione Piemonte, rispettivamente Roberto Finardi e Giovanni Maria Ferraris.

“Il Torneo Internazionale di para ice hockey si è confermato di livello tecnico molto elevato” ha affermato Roberto Finardi, “con il fiore all’occhiello di una nazionale come gli Stati Uniti che rappresenta l’élite mondiale della disciplina. Come preventivato l’Italia ha faticato un po’ nel confronto con gli americani ma ha giocato alla grande nelle altre sfide, mostrando buona forma in vista dei Giochi e anche una crescita tecnica importante rispetto al passato. Penso che questi due elementi siano un importante stimolo per continuare a migliorare. Sono contento anche per il tanto pubblico che oggi e nei giorni scorsi ha assistito alle partite degli azzurri, con più spettatori rispetto agli anni passati. L’augurio è di ritrovarci qui nella prossima stagione per un nuovo Torneo Internazionale; ma nel mentre vorrei augurare un grande ‘in bocca al lupo’ alla nostra nazionale, affinché possa tornare dai Giochi con un risultato importante”.

La Nazionale Italiana di para ice hockey approda alla finale del Torneo Internazionale di Torino. Grazie al successo per 4 3 sulla Norvegia, maturato all’overtime, gli azzurri si sono guadagnati la possibilità di giocarsi la sfida valida per il primo e secondo posto. Un macth non facile, per i ragazzi di Da Rin, in svantaggio dopo appena 53 secondi di gioco a seguito della rete di Emil Sorheim. La reazione azzurra arriva dodici minuti più tardi con Nils Larch, bravo a finalizzare al meglio un’azione iniziata da Florian Planker e Gregory Leperdi. Nel secondo parziale la Norvegia si riporta avanti. A scrivere il proprio nome sul tabellino marcatori questa volta è Loyd Remi Solberg. Nel terzo periodo l’Italia si affida ancora una volta a Larch per risollevare le sorti del match. L’attaccante delle South Tyrol Eagles, al minuto 32, sigla la rete del momentaneo 2 2. Al 37esimo il norvegese Audun Bakke riporta avanti i suoi ma è un vantaggio che dura poco, perchè dopo appena un minuto Werner Winkler, portacolori, come Larch, delle South Tyrol Eagles e veterano di questa squadra, fissa il punteggio sul 3 3. Si va all’overtime e questa volta è l’Italia a segnare per prima. Al 45esimo Sandro Kalegaris concretizza nel migliore dei modi un’azione che ha per protagonisti Florian Planker e Gianluigi Rosa e segna il gol che regala agli azzurri la finale. Per scoprire la rivale dell’Italia bisognerà attendere la sfida tra Stati Uniti e Giappone, con i primi grandi favoriti, forti soprattutto del netto 8 0 rifilato durante il round robin.

Oggi l’incontro presso la Sala Consolini FIDAL, a Roma, del Direttore Generale di Unicef Italia, Paolo Rozera, e del presidente FISPIC, Sandro Di Girolamo, per firmare il protocollo d’intesa volto alla promozione dello sport tra i bambini ciechi e ipovedenti. “Abbiamo sposato da subito questo impegno reciproco ha detto Di Girolamo a dare sempre più possibilità ai bambini con disabilità visiva di fare sport. Per questo è un piacere accogliere qui il Dottor Rozera e ringraziarlo della disponibilità. questo è un punto di partenza importantissimo per attivare nuovi e fecondi porgetti non solo sportivi ma sociali e culturali”.

Paolo Rozera: “Mi domando perchè non abbiamo attivato prima questa collaborazione, perché Unicef e FISPIC fanno la stessa operazione sociale, creano una rete per sostenere e dare stabilità e durata ai progetti sul territorio. Sono 93 milioni i bambini disabili sul pianeta, concentrati nelle zone povere del mondo e già i bambini, di cui Unicef si occupa attivamente sono poco ascoltati, quelli con una disabilità lo sono ancora meno. Per questo oggi Unicef è qui, per dare voce ai bambini non vedenti, attraverso losport, e per realizzare i loro sogni. E per questo obiettivo, non ci poniamo limiti, non ne vogliamo. Comincia oggi una storia bellissima con tante pagine da scrivere insieme per questi bambini, guarderemo oltre, in tutti i progetti che metteremo in campo, che cercheremo di allargare anche al panorama internazionale”.
ugg care kit Comitato Italiano Paralimpico