stivali ugg rosa arriva la moda del mare fuori stagione

ugg zoccoli arriva la moda del mare fuori stagione

proprio vero, non ci sono più le mezze stagioni. Ma, a ben guardare, anche le stagioni “intere” non sono quelle di una volta. A trasformare il ciclo della natura non sono solo le intemperanze meteo che capovolgono l’Italia: gli sbalzi di umore dell’inverno, la smania di arrivare della primavera, l’esplosione eccessiva dell’estate o la improvvisa calura dell’autunno. A confondere le idee, si è messa anche la moda. Che, quando parla, detta legge.

Succede così: temperature sottozero nell’aria, ghiaccio, gelo e neve a tappeto, lo shopping delle feste non vede l’ora di scaldarsi con piumino imbottito, colbacco alla russa, stivali Ugg brutti ma buoni, guanti di montone rovesciato e, persino, borsa di visone. Quindi: facile andare alla ricerca del “corredo base” di stagione. E invece, succede (anche) così: dalle vetrine con le luminarie Babbo Natale fa gli auguri sventolando bikini hawaiano, copricostume batik, pareo indonesiano, infradito brasiliane! Dove siamo finiti?

Sono solo arrivate le Cruise Collection! Dette anche Precollezioni o Collezioni Resort. In pratica, un assaggio di capi fuori stagione che anticipa la primavera estate di almeno due mesi rispetto alle collezioni ufficiali: escono nei negozi a dicembre anziché a marzo. Contribuendo ad alzare il già elevato tasso di schizofrenia del guardaroba.

La paternità delle Cruise spetta al mercato degli Stati Uniti, dove il fuso orario scompiglia in maniera fisiologioca il ritmo meteo e tutto il resto: se a New York fa molto freddo, a Miami fa molto caldo. In Italia un gap così macroscopico è, per ora, inimmaginabile. Macroscopica, invece, è la voglia di andare al mare in inverno: Caraibi, Maldive, Mauritius, Seychelles, Zanzibar e Malindi sono mete molto battute nelle feste di fine anno e in gennaio febbraio. La settimana bianca è spesso sostituita dalla settimana azzurra. Se non ci fossero le Cruise Collection, bisognerebbe tirar fuori dall’archivio il vecchio costume scolorito.

Partite in sordina, con qualche grande griffe (Gucci e Dolce , da tempo “maestri” delle Cruise negli Usa), subito seguita da nomi trendy, come Christian Dior e Chloé , La Perla e Marni , Roberto Cavalli e Ralph Lauren , le collezioni del mare fuori stagione si sono allargate a macchia d’olio anche a tutti quei brand di largo consumo che hanno cavalcato l’onda del business: il risultato è lì da vedere. Come dire: cambiano i costumi, i costumi cambiano. Fashion is fashion.
stivali ugg rosa arriva la moda del mare fuori stagione

stivali ugg rosa Magazzino di calzature svuotato per la quarta volta

ugg mayfaire Magazzino di calzature svuotato per la quarta volta

VILLANOVA DI CAMPOSAMPIERO. Ennesimo furto ai magazzini di “Calzature da Toni” di Mauro ed Enrico Gobbin. il quarto che i due fratelli subiscono e stavolta rischia di metterli in ginocchio: Il colpo è forte, stiamo valutando se continuare o chiudere. La notte tra venerdì e sabato i ladri sono tornati nei magazzini di via Roma. Le misure di sicurezza non sono bastate a fermare i malviventi: L’anno scorso sono entrati da alcune finestre che successivamente abbiamo murato. Così, stavolta, hanno pensato di forare direttamente il muro spiega Mauro Gobbin; Hanno rotto vetri, forzato serramenti, svuotato buona parte del magazzino e del furgone.

Neppure l’allarme è riuscito a fermarli: Abbiamo un sistema di allarme che avvisa all’istante me e mio fratello, oltre ai carabinieri continua In effetti i vicini hanno sentito la sirena, ma, come ci ha confermato un esperto, è probabile che attraverso un disturbatore di frequenze, i ladri abbiano deviato la chiamata sul loro telefono, così da non farci arrivare alcun avviso. Un colpo da professionisti, che ha lasciato tracce pesanti. Sembra infatti un uragano quello che ha devastato ciò che Mauro ed Enrico erano riusciti a costruire. Cinquantatré anni fa il padre dava avvio all’attività continuata poi dai figli che ora, stremati, chiedono aiuto: Non si tratta solo delle calzature rubate, qualche migliaio di pezzi per un valore di oltre 50mila euro spiega Mauro, ancora scosso Hanno rubato anche panche, sedie, un carica batterie e un generatore. Ora i magazzini sono un cantiere aperto. I danni sono ingenti e ancora da valutare appieno. Ci stanno costringendo a chiudere. La voce di Mauro è quella di chi,
stivali ugg rosa Magazzino di calzature svuotato per la quarta volta
dopo anni di sacrifici, si trova ad affrontare un nuovo colpo dopo quello di novembre. In quell’occasione i ladri erano fuggiti con il furgone carico di merce, ritrovato poi, vuoto, tra Codiverno e Sant’Andrea di Campodarsego.

Al momento non ci sono indizi per risalire ai responsabili, Mauro, però, ha una certezza: Vista la quantità di materiale rubato, le persone coinvolte dovevano essere almeno sei. Erano attrezzati, preparati, sapevano come muoversi. Fortunatamente dal primo magazzino, dove hanno rubato la scorsa volta, non sono riusciti a portare via niente, visto che dopo aver forato il muro si sono trovati davanti porte in ferro molto resistenti. Così sono passati dall’altro ingresso portando via tutto quello che hanno trovato.

Una montagna di scatole vuote rimane a testimonianza del saccheggio: Hanno tolto le scarpe dalle scatole e le hanno messe in grandi sacchi, aggiunge Mauro. Dall’una di notte, quando i ladri si suppone abbiano colpito, alle sette del mattino, quando i fratelli Gobbin sono ripiombati nell’incubo, sono passate poche ore, ma sono bastate per spezzare la resistenza dei due commercianti che non potranno allestire il banco durante i prossimi mercati: Siamo presenti in sei mercati della zona commentano Ora non riusciamo a dire con certezza cosa succederà. Speriamo che qualcuno ci dia una mano per ricominciare. Ma ora ci manca la forza per rimetterci in piedi.
stivali ugg rosa Magazzino di calzature svuotato per la quarta volta