punti vendita ugg Assistenza odontoiatrica e protesica

ugg botton Assistenza odontoiatrica e protesica

Presupposti di accesso

Hanno diritto al contributo le persone residenti in provincia di Bolzano ed iscritte al Servizio Sanitario provinciale, il cui nucleo familiare abbia una situazione economica non superiore agli importi indicati nella tabella A.

La situazione economica corrisponde alla somma del reddito al netto delle detrazioni previste, e del patrimonio dell’intero nucleo familiare, rilevati e valutati con la Dichiarazione Unificata Reddito e Patrimonio DURP. (Link esterno)

La tabella ha solo valore orientativo

Tabella A Importo limite della situazione economioca del nucleo familiare

Numero dei componenti del nucleo familiare

1 persona

2 persone

3 persone

4 persone

5 personeImporti in Euro (annui)Esempio: Una famiglia composta da tre persone (padre, madre e figlio a carico) può ottenere un contributo per prestazioni curative e protesiche dentali se i genitori hanno una situazione economica non superiore a annui (vedasi tabella A).

Per importi superiori a quelli indicati in tabella A non sono previsti contributi né per prestazioni curative né per prestazioni protesiche dentali.

Misura del contributo

La misura del contributo varia a seconda che si tratti di una prestazione curativa o protesica,
punti vendita ugg Assistenza odontoiatrica e protesica
effettuata presso un medico dentista libero professionista.

Contributi per prestazioni dentistiche curative

Ai sensi della delibera provinciale del 29 ottobre 2012, n. 1608 il contributo per le prestazioni dentistiche curative (ad esempio cure canalari, panoramiche, carie ecc.) è pari alla seguente misura fissa:

Importo prestazione curativa e fatturato (l’importo minimo della fattura deve essere di . 200,00)Contributo fisso (purchè in presenza di una situazione economica familiare non superiore a quella indicata in tabella A)50.
punti vendita ugg Assistenza odontoiatrica e protesica

ugg trainers Arando gioielli scolpiti

ugg scontatissimi Arando gioielli scolpiti

Nella vita artistica del maestro Rando, il movimento pervade ogni lembodella sua opera, divenendo un filo conduttore riconoscibile in tutti i lavori che lo scultore ha realizzato in oltre trent di attivit Sculture vive, coriacee, dinamiche, espressione di un nuovo modo di vedere il mondo che ci circonda e di un nuovo stile per raccontarlo. Cos temi come l la mamma, la danza, la libert la solitudine vengono sintetizzati attraverso un unico codice stilistico, innovativo e memorabile. Al maestro Antonino Rando va riconosciuta una straordinaria capacit di generazione di senso,l di creare sculture e monili fortemente evocativi, in grado di connotare lo spazio che vanno ad occupare in maniera decisa ed appagante, grazie anche alla loro alta valenza estetica. Non solo, per primo, il maestro Rando ha saputo traslare il linguaggio tipico di una forma espressiva come l contemporanea, all di un mondo certamente meno turbolento, come quello del gioiello, creando grazie a questa contaminazione qualcosa di assolutamente unico, un capace di essere prezioso e di adornare il corpo di una donna ma allo stesso tempo dotato delle caratteristiche di un d Ogni gioello viene cos pensato e disegnato dal maestro, per essere poi rifinito dalle mani di capaci orafi all delle officine Arando, attraverso processi che rispettano le pi antiche tradizioni delle botteghe orafe, valorizzando e rispettando una tradizione di enorme valore. Monili in oro ottenuti attraverso la tecnica della cera persa, lavorati completamente a mano, pezzo per pezzo e per questo multipli unici, esperienza e sinstesi come segno del nostro tempo.
ugg trainers Arando gioielli scolpiti

punti vendita ugg arriva il tacco intercambiabile di Tanya Heath

ugg australiani arriva il tacco intercambiabile di Tanya Heath

Commercio estero, Manconi (Ass. Nobilita): vede luce in fondo al tunnel, ma necessari nuovi incentivi 16 gennaio 2018. Gli innovativi tacchi creati dalla designer sono disponibili in centinaia di stili, altezze e formati e possono essere inseriti con la semplice pressione di un tasto. Un progetto ambizioso la cui realizzazione ha visto lavorare costantemente un team di ingegneri, designer e progettisti per quasi tre anni.Calzature originali e di ottima manifattura possono trasformarsi in cento modi differentiQUANTO COSTANO E COME SI USANO Il prezzo delle scarpe complete di tacco intercambiabile parte dai 350 euro e offre infinite possibilità di abbinamento e stile, dallo stiletto seducente alla mary jane con tacco basso. Per ogni calzatura è possibile scegliere liberamente un set di tre tacchi di varie altezze e stili, per un costo di 50 euro. Sandali, décolleté e ballerine acquistano una nuova vita ogni qual volta la donna decida si accostarle a un tacco differente, spaziando dallo spillo al blocchetto,
punti vendita ugg arriva il tacco intercambiabile di Tanya Heath
dal cubano al cono. Nel team che ha portato alla creazione delle scarpe rivoluzionarie erano presenti anche quattordici ingegneri, il cui compito era quello di creare una pianta della calzatura che potesse tranquillamente adattarsi alle differenti altezze del tacco scelto dalla donna e di ottimizzare il pulsante per cambiarne il formato. Il tacco di sostituzione entra tranquillamente in una borsa e, per le più esigenti, esiste una valigetta apposita nella quale inserire i vari modelli e tenerli sempre a portata di mano.ORIGINALI E ALLA MODA Nonostante il prezzo sia proibitivo per alcuni, considerando il fatto che le speciali calzature di Tanya Heath abbiano molteplici anime, acquistare una sua calzatura equivarrebbe a comprarne venti con tacco fisso. Inoltre, a prescindere dalla fantastica opzione di poter cambiare il tacco della propria scarpa a seconda delle esigenze, la marcia in più delle calzature della stilista è data dalla ricerca dei materiali, dall dei modelli e dai raffinati accostamenti di colore.
punti vendita ugg arriva il tacco intercambiabile di Tanya Heath

ugg boots retailers Antonella Ruggiero per i 70 anni di Coop Liguria

ugg paraorecchie Antonella Ruggiero per i 70 anni di Coop Liguria

Per celebrare i settant’anni dalla sua costituzione, il 21 marzo del 1945, Coop Liguria offre ai Soci e al personale il concerto di una delle più belle voci del panorama musicale italiano: Antonella Ruggiero.

Il concerto, a ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili, si svolgerà domenica 20 settembre, alle 17, al 105 Stadium di Genova Fiumara.

L’intrattenimento musicale inizierà già alle 15,30, quando sul palco si alterneranno due gruppi emergenti e un solista: Blue Scarlet, Roccaforte e Giuseppe D’Amati.

L’evento è a cura di Maia di Verdiano Vera,
ugg boots retailers Antonella Ruggiero per i 70 anni di Coop Liguria
la stessa organizzazione che realizza a Genova la Fiera Internazionale della Musica, e sarà presentato da Francesco Ugolini.

Coop Liguria intende così festeggiare con tutta la città e con chiunque desideri partecipare, anche dal resto della regione, una ricorrenza importante per la propria storia, confermando una volta di più il suo radicamento territoriale, con la scelta di un’artista genovese, che proporrà un repertorio in cui, oltre ai suoi brani più celebri, saranno rappresentati anche cantautori liguri del calibro di Fabrizio De André, Bruno Lauzi, Luigi Tenco.
ugg boots retailers Antonella Ruggiero per i 70 anni di Coop Liguria

ugg in Assistenza TV LG

ugg superga Assistenza TV LG

In base al codice del consumo, il responsabile del buon funzionamento del bene acquistato è unicamente il “rivenditore” per tutto il periodo dei 24 mesi , quindi anche se il TV dopo un anno e dieci mesi si guasta, il tuo referente rimane sempre il rivenditore per quanto riguarda la garanzia; quindi in caso di guasto , la prima cosa da fare è riportare il prodotto acquistato al punto vendita, dove lo stesso, NON PUO RIFIUTARE IL PRODOTTO GUASTO !!!!!!!!!! (se non vuole accettarlo, minacciate di chiamare le autorità competenti, vedrete come cambia idea )

Da quel momento scatta il termine dei 30 . 45 giorni che il rivenditore ha a sua disposizione per risolvere il problema al cliente.

Trascorso questo periodo, il cliente ha diritto alla sostituzione del prodotto con uno uguale, o se non disponibile con uno superiore, senza sborsare nemmeno un euro.

Quindi, tornado al nostro caso,
ugg in Assistenza TV LG
se il centro ti ha fatto una ricevuta di consegna, che certifichi la data di presa in consegna. puoi fare qualcosa, altrimenti o aspetti i tempi (biblici) dell oppure ritiri il prodotto e lo riporti dal rivenditore.

Attenzione !!!!!!! importante quando si consegna qualsiasi prodotto pretendere la ricevuta di consegana !!!!!!

A tua disposizione per ulteriori info.

Scritto da AVEletronic il 11 Agosto 2010, 11:40:51

per la sostituzione è il punto vendita che deve prendere in consegna il TV.

Se sei passato per il CAT , probabilmente è più complicato. ma fondamentalmente hai una ricevuta che certifichi la data di ritiro.

Il CAT è lo stesso a cui il centro UNIEURO lo avrebbe mandato a riparare (si son anche sentiti per Tel con me presente circa 20gg fà quando sono andato all a chiedere informazioni).

Per fortuna cera un mio amico che lavora proprio lì dentro che ha chiamato la direttrice. Piccole spiegazioni, ho fatto veder tutti i documenti, la direttrice si è assentata un per chiamar anche il centro riparazioni ed è tornata dicendomi.” scegli pure quel che vuoi che ti scaliamo i soldi”.

ugg italia negozi Archive for Argomenti vari

stivali ugg Archive for Argomenti vari

L non quella cosa brutta e cattiva che vi raccontano, ma in realt l del pensiero, la forma mentale del dubbio, l che sempre e comunque vincer sull di moralizzazione, la tremenda porcata che in pratica si attua nella tua cosiddetta educazione! La tua educazione, in realt significa il controllo del tuo pensiero, e la sua conseguente limitazione. Ci che ti viene prospettato come Giusto, dagli insegnanti, dai genitori, dalla politica, dai preti (porci), dalla televisione, non altro che la patetica continuazione della stessa fallimentare mentalit che oggi ti porta ad essere impotente, annoiato, schiavo, stressato, rincoglionito! Tutti ci domandiamo per quale oscura ragione non ci sentiamo mai liberi e felici. Ci insegnano che essere felici un attimo effimero che passa veloce, senza importanza, limitato a momenti, ma peccato che la vita dura Bisogna soffrire, e lavorare: Arbeit macht frei! Certo che la vita dura, se ogni momento di gioia ti viene passato come colpa! Il sesso e le seghe sono una colpa, la voglia di passare a letto le tue giornate una colpa, se vuoi scoparti tua cugina una colpa, se non hai voglia di lavorare per contribuire allo status quo una colpa, se i tuoi genitori ti stanno sulle balle una colpa, se dell unita non te ne sbatte una mazza, una colpa! Bene piccoli figli miei, a scanso di equivoci, sappiate che per me quest sar l del mio viaggio pi lungo. Scelgo una data simbolica, i miei quarant per dirvi che non ho alcun interesse a convincere nessuno, io sto gi pagando. Ma vi prego, miei splendidi e liberi bimbi, non arrendetevi! Giusto ci che vi appaga, nel rispetto per gli altri. Leben macht frei! Vivere rende liberi! Altro che cazzi! Figli miei, amate alla follia e piangete come una cascata di merda, andate a ballare ed alzatevi a mezzogiorno, anche pi tardi, steccate il lavoro, tanto quando lavorate non fate mai i vostri interessi. State solo arricchendo un qualche porco fottuto. Non andate mai a votare, non partecipate al poker sociale, avete solo da perdere, in relazione a ci che investite. Avrei voluto incontrarvi, figli miei, in giro per i locali, per sbronzarci insieme e discutere. E non dico che ci non sia fattibile. Ormai sono completamente assuefatto. Per non parlare del fatto che il corpo umano composto d per il 75% del peso totale. E non l certo deciso io. A me tutto questo ossigeno e tutta quest mi rompono i coglioni. Mi stressano l Mi sento inesorabilmente condannato. Perch non posso respirare, che so, Argon? Elio puro? Cos mi viene anche la vocina da cartone animato e rido di pi Almeno due volte a settimana, cos per variare. La monotonia uccide i rapporti e avvizzisce gli scroti. E poi, mi da fastidio pensare che sono fatto di una cosa che se la metti al sole evapora e fa delle nuvolette antipatiche. Mi immagino mentre passeggio al centro commerciale ad Agosto, si rompe l di condizionamento, evapora il 75% del mio peso e mi riduco ad una patetica larvetta di carne secca, e non trovo camicie della mia misura. Tutto questo per colpa dell Ci non tollerabile. Ne consegue che l nemica della mia eleganza, e l noioso. E voi dall parte del mio monitor, pensate di essere al riparo? No, o stolta progenie d anche voi vagherete anoressici sotto il sole d alla ricerca del capo d che mai indosserete a pennello, sar sempre troppo largo, accompagnati da una sinistra e costante evaporazione che, come un nuvoloso e maligno spirito guida , stroncher la vostra ricerca dell indossare. E mentre raminghi e sottili vi aggirerete inutilmente nei corridoi della vita, rattrappiti come un novantenne messicano essiccato dal sole implacabile, continuerete pallosamente a pompare ossigeno nel vostro corpo ormai disidratato. Svegliamoci! Ribelliamoci! Mostriamo alla biochimica che noi non siamo schiavi! Io, che sono per la cultura del fare, ho gi da tempo preso i miei provvedimenti. Devo respirare ossigeno? Io mi fumo le canne 24 ore su 24, e siccome di notte non posso fumare, mi metto una maschera attaccata ad una bombola di marijuana. Inoltre, sto faticosamente cercando di sostituire l del mio corpo con la Sambuca. Sono arrivato al 60%. Dopo anni di questo training,
ugg italia negozi Archive for Argomenti vari
sono la persona pi elegante e meno monotona del sistema solare. Certo ci sono degli effetti collaterali, tipo qualche problemino alla memoria breve. E qualche dannerello al fegato, ma si sa, non si pu avere tutto. Polmonite mortale, secondo il dottor Giangallo. Da allora sono passati tre anni, e Zia Fausta ora ne ha ottantasette. E uscita di senno. Si data all e ho buoni motivi per credere che sniffi cocaina. Tanta cocaina. Da brava anziana, fino a tre anni fa non perdeva una messa domenicale, le carezze ai nipotini, preparare il pranzo allo zio, guardare la tv, tutte le cose che fanno le pie donne anziane, insomma. Ed ora? Ieri sono entrato in casa sua, dopo parecchi mesi: Un campo di battaglia! Bottiglie di Ceres dappertutto, vuote, piene, mezzo vuote, mezzo piene, cicche spente ovunque, tracce di vomito sulle pareti, biancheria sporca, canne non finite, montagne di piatti ammuffiti, tocchi di fumo, righe gi pronte “Zia”, le ho detto, “ma non ti sembra di esagerare? E quello cos Ah, gi non avevo visto il Jack Daniel Non ti reggi in piedi, vuoi che ti porti dal medico? Vuoi che ti accompagni dal caro dottor Giangallo? Forse ti farebbe bene parlarne con qualcuno bravo dopodich non ho compreso bene cosa mi abbia risposto, perch aveva tutta la bocca impastata dagli spinelli ed era ubriaca fradicia, ma mi sembra che pi o meno abbia detto: “No, da Giangallo no che non gli si rizza, me lo faccio gi da dieci anni con la scusa della sciatica, ma poi invecchiato Ora mi sto lavorando Don Mario. Ma poi scusa, che cazzo vuoi? Sei uno stronzetto dei miei coglioni e vieni a rompermi la straminchia a casa mia? Prima di conoscere quel frocio di tuo zio ero una porca fottuta, mi divertivo a scoppio, sempre in extasy, rave a manetta, storie di merda, schizzata scema Poi, per smaltire la vita del cazzo e recuperare un po di salute, ho sposato il succhiacazzi. Adesso mi godo la reversibilit del rottinculo e mi spacco finch crepo! Perch hai qualche problema?”, ” “beh, no!”, ho risposto, “ma ti perdono solo se mi offri una sambuca! “. Si messa l a portarmela, e nel riflesso del frigo l vista che squagliava qualcosa nel mio bicchierino. Ora sono convinto che fossero cristalli di amfetamine. Tu pensi di conoscere le persone Poi le sambuche sono diventate due, tre, quattro, cinque, venti, e poi sinceramente non mi ricordo pi cos successo. Ma oggi sento un po di bruciore proprio l Mi sorge un atroce sospetto.

08E cos tra scleri quantistici, relativismi ed osservazioni astronomiche, assenze e presenze pesanti, e la sabbia del Poetto nelle mie scarpe, Agosto si defila bastardo insieme alle mie ferie. La realt qualora esistesse, fa a pugni con la mia apertura mentale. L impera ancora nelle menti umane parallelamente alla mia inevitabile stanchezza. I sentimenti che provo sono pi immutabili e reali della luce di Sirio, che mi parso di beccare in combutta con la Luna. Noi confondiamo la luce con Sirio, e questo gravissimo. Noi umani sguazziamo nelle stronzate consapevoli di sguazzare nelle stronzate. Quale pochezza ci pari nell Fatico a farmene una ragione. L che ci si possa dare una qualsiasi parvenza di seriet disturba le mie velleit astrattive. Mi son scolato una bottiglia di vino nella piazza di fronte alla chiesa. Sono le sette meno un quarto, e gi qualche miserella bigotta si aggira nei pressi del sacro edificio. Mi fanno crepare dal ridere queste manifestazioni di assurda povert morale. Finch daremo da mangiare a quei loschi personaggi di nome preti non ci dobbiamo lamentare. Sottospecie di uomini inutili, li rispetterei soltanto se fossero dei furbacchioni. Io non rispetto la fede come non rispetto la coerenza. Sono concetti trappola, adatti ai rincoglioniti. Niente scritto, troppo detto, la realt un partorita dalle nostre percezioni. Le nostre percezioni sono come il cazzo che mi tira quando vedo tua sorella bona. Non detto che me la dia. Ed anche se me la desse, rimango nel dubbio, una volta consumato il coito. Viviamo nel dubbio di non vivere, e questo dubbio una probabile certezza. Ammiro le arselle. Hanno due valve e lo scopo di nutrirsi e riprodursi. Io invece non ho neppure uno scopo. Ma se la valva fosse una vulva, non avrei dubbi sullo scopo. E lo scopo, il senso della vulva. E vaffanculo a Sirio.08Gridare non serve se nessuno ascolta. Ma, se qualcuno ascolta, gridare inutile. Le cose pi importanti che ho imparato non avevano un suono, eppure le sentivo chiaramente. Oggi io sento silenzio. Ecco, oggi potrebbe essere importante. Oppure no, ed allora avr imparato che il suono ed il silenzio sono la stessa cosa. E tanto tempo, per che niente suona come vorrei sentire. Ed il silenzio, non poi cos silenzioso. Io vorrei tanto andarmene dove non c desiderio di luce. E diventare un tutt con questo silenzio che non ho mai avuto. Dove sto sbagliando?02.
ugg italia negozi Archive for Argomenti vari

ugg boots website arriva la Lancia Delta più esclusiva

ugg classic boots arriva la Lancia Delta più esclusiva

L Delta S by MOMODESIGN esalta ulteriormente la personalit del modello, proponendo alcuni interventi estetici e cromatici che rinviano agli stilemi dei prodotti firmati dal Centro Stile MOMODESIGN: dai caschi agli orologi, dagli occhiali alle scarpe.

In particolare, Lancia Delta S by MOMODESIGN si contraddistingue, all per alcuni elementi fortemente caratterizzanti dalle minigonne e paraurti in tinta carrozzeria alle finiture dai proiettori bruniti ai cerchi da 18 con trattamento scuro, dal doppio scarico cromato al portellone nero lucido. Su quest spicca il logo simbolo identificativo della nuova serie speciale che sintetizza il suo posizionamento secondo i valori di Stile, Sostanza e Seduzione sportiva.

Tre le tinte di carrozzeria disponibili Bianco Zenit, Nero Magma e bicolore Bianco Zenit /Nero Eclissi ai quali si aggiungono due nuovi colori: ll metallizzato Grigio Antracite e il bicolore Grigio Antracite/Nero Eclissi. La stessa ricercatezza stilistica si ritrova all dove spiccano console centrale in nero lucido, tachimetro con grafiche gialle e sedili sportivi specifici in pelle e tessuto con cuciture blu (le stesse si ritrovano su volante, cuffia del cambio, leva freno a mano e pannelli porte).

Espressione del miglior stile Made in Italy,
ugg boots website arriva la Lancia Delta più esclusiva
la Lancia Delta S by MOMODESIGN anche una vettura di come dimostra una ricca dotazione di serie che include cruise control, climatizzatore automatico bizona, specchi esterni a comando elettrico, volante in pelle con comandi radio e bracciolo anteriore.

Sono quattro i motori disponibili per Lancia Delta by MOMODESIGN 1.4 Turbo Jet 120 CV , 1.4 Turbo Jet GPL 120 CV, 1.6 Multijet 120 CV e 1.9 Twin Turbo Multijet 190 CV ciascuno con personalit diverse. In alto trovate allegato il listino pdf.

Dotato di due turbocompressori, da qui la denominazione Twin Turbo, il propulsore vanta un erogazione della potenza (circa 100 CV/litro) un valore finora riservato ai motori a benzina di spiccata vocazione sportiva oltre alla disponibilit di ben 300 Nm di coppia gi a 1.250 giri/min: ci si traduce in una risposta prontissima del 1.9 Twin Turbo MultiJet ad ogni richiesta del cliente e permette una guida appagante in ogni condizione. Infine, grazie alla speciale promozione che permette di proporlo ad un prezzo di listino di 26.400 euro, lo stesso del 1.6 Multijet 120 CV , il 1.9 Twin Turbo Multijet 190 CV offre il rapporto listino/potenza pi vantaggioso della categoria.
ugg boots website arriva la Lancia Delta più esclusiva

ugg sale clearance Antonello Maietta è il nuovo presidente dell’Associazione Italiana Sommelier

stivali tipo ugg Antonello Maietta è il nuovo presidente dell’Associazione Italiana Sommelier

Rullo di tamburi, l Italiana Sommelier ha rinnovato le proprie cariche sociali: Antonello Maietta è il nuovo presidente con 2614 voti e la sua lista squadra ha portato a casa un bel successo. Al seggio si sono recati 3605 sommelier su 14600 aventi diritto e spicca il quarto posto per numero di preferenze del Cristiano Cini, 2362 voti contro, ad esempio, gli 830 di Roberto Gardini, ex responsabile dei concorsi per sommelier.

Che Ais ci sarà adesso? Conservatrice e non troppo meritocratica come in passato o lungimirante e dinamica? La cordata pro Maietta ha incontrato il consenso di vari presidenti regionali e fa ben sperare la presenza di10 candidati a cariche associative su 12. Più inquietante è la presenza di Franco Maria Ricci, mr Bibenda. Di certo, fa piacere la presenza tra le massime cariche associative di giovani e bravi sommelier usciti dalla palestra dei concorsi. Se son rose, fioriranno.

Ringrazio gli800 colleghi che hanno voluto testimoniare con il loro voto il sostegno dellanostra Regione (Lazio, ndr) a questa volontà di cambiamento. 800 voti attribuiti inmaniera compatta alla Squadra che Antonello ci aveva chiesto di sostenere, perportare avanti il suo ambizioso programma. 16 colleghi ahimè hannoreso nullo il voto, loro malgrado.

AuguriAntonello da tutti noi, e auguri a Renato Paglia e a Roberto Bellini, i duenuovi Vice Presidenti!

Trovo inquietanti ed allo stesso tempo chiarificatrici le tue parole :

” Probabilmente avevano bevuto prima del voto, perchè dopo aver fatto vincere il mondiale di cartone al figlio, credo proprio la sua popolarità sia caduta/scesa di molto “.

Resta il fatto che personalmente ho contattato la WSA per avere i nominativi dei componenti le commissioni selezionatrici, del concorso mondiale di cartone ( come tu lo hai definito ) ma ad oggi : NADA.

Mi auguro che Maietta e tutta la sua squadra riescano a dare una vera sterzata di rotta agli ultimi 10 anni di gestione AIS.

Un’assiociazione con regole vecchie e passate, il tutto con un solo obbiettivo:Per quanto riguarda la Romagna, roccaforte dei Gardini, amici di Mondini, magari è un po diverso ne me lo mauguro.

MI AUGURO CHE IL NUOVO PRESIDENTE CAMBI IL MOVIMENTO!

Leggo e rifletto,
ugg sale clearance Antonello Maietta è il nuovo presidente dell'Associazione Italiana Sommelier
e sto zitto. Ho imparato a farlo.

Qualcuno degli intervenuti però, permettetemelo, si tiri fuori dal dar lezioni di etica, mi vien quasi da vomitare.

Scatta in sottofondo “bunga bunga sound”.

Mi chiedo però come mai ad ogni “cambio”, in ogni cosa, ogni dove, corrisponde sempre la stessa italica polemica: vendutoooo!

Chi non è capace, in tutti i sensi (di farsi raccomandare, di essere amico di., di abbozzare un sì oggi ed uno domani pure, di arrivarci con le palle o magari di stringerle quelle maledette palle!) se ne stia fuori, dall’Ais, dall’anas, dall’aiscat. non morirà mica di fame per questo!

Ecco, io mi sono dato questa risposta invece che farmi sempre le stesse inutili domande. E vivo decisamente meglio!

Mi viene da ricordare quel personaggio che fattosi ospitare da Villa Sandi per tre giorni, vitto ed alloggio compresi, insieme alla gentile consorte, al suo ritorno si è ben affrettato ad incensare su vari blog internet le lodi del ristorante che lo ha ben ingrassato ( ed ancora ne porta i segni ) , ma suo malgrado è stato prontamente smentito da altri clienti che hanno pagato regolarmente il conto.
ugg sale clearance Antonello Maietta è il nuovo presidente dell'Associazione Italiana Sommelier

leather ugg boots Associare un nodo tramite riferimento termine a diversi termini dello stesso vocabolario

outlet ugg online Associare un nodo tramite riferimento termine a diversi termini dello stesso vocabolario

Nel nodo setto underwear come riferimento termine del vocabolario catalogo, e poi faccio una correlazione sempre tramite un diverso riferimento termine al termine 2 shoes.

In questo modo sulla vista taxonomy/term/% visualizzo il nodo sia associato al termine 1 che associato al termine 2 mentre a me servirebbe visualizzare solo i nodi associati al riferimento termine 1 (underwear).

Inoltre dovrei crearmi una vista blocco che mi tira fuori tutti i nodi tranne quelli associati al primo riferimento termine, quindi i nodi associati al riferimento termine 2 (shoes).

E possibile farlo? Come?

Linguistic Studio Lorenzo Monteverde Via Severini, 6/a 62100 Macerata

Skype: supporto linguisticstudio Mob. +39 3495059546 Fax: +39 0733524761

Grazie per aver risposto alla mia richiesta di supporto.

Nonostante tutto non credo posso risolvere il problema utilizzando un solo riferimento termine, forse mi sbaglio ma le spiego il perch credo sia impossibile crearne uno solo.

Nel dettaglio io dovrei avere due viste:

una vista quella del vocabolario catalogo dove visualizzo per ogni termine della tassonomia i relativi prodotti(nodi) associati.

[Questa associazione la faccio tramite un campo riferimento termine dentro al prodotto(nodo)]

un vista dovrebbe essere una vista blocco che prende per ogni prodotto(nodo), tutti i prodotti(nodi) relativi ad un termine del vocabolario catalogo.

[Per crearmi questa associazione per ogni prodotto non posso utilizzare lo stesso riferimento termine di prima altrimenti mi va a finire sulla vista del punto 1]

Se credi che la tua soluzione sia inerente al mio problema te ne sarei grato se me ne dai conferma o magari mi dai maggiori informazioni.

Linguistic Studio Lorenzo Monteverde Via Severini,
leather ugg boots Associare un nodo tramite riferimento termine a diversi termini dello stesso vocabolario
6/a 62100 Macerata

Skype: supporto linguisticstudio Mob. +39 3495059546 Fax: +39 0733524761

Login o registrati per inviare commentiHo una vista con percorso taxonomy/term/% e con un contextual filter sul tid della categoria.

Quindi se entro in cat 1 vedo nodo canottiera, nodo slip, nodo sottoveste.

Se entro in cat 2 vedo nodo ciabatte, nodo scarpe tennis

Ora se entro dentro Nodo canottiera vorrei vedere tramite una vista blocco tutti i prodotti associati a categoria 2, cio nodo ciabatte e nodo scarpe tennis, cosa devo fare per fare questo?

Linguistic Studio Lorenzo Monteverde Via Severini,
leather ugg boots Associare un nodo tramite riferimento termine a diversi termini dello stesso vocabolario
6/a 62100 Macerata

Skype: supporto linguisticstudio Mob. +39 3495059546 Fax: +39 0733524761

Login o registrati per inviare commentiContinuo a ripetere che per la richiesta iniziale fornita da me questa non la risposta.

ugg canada Archivio Piccolo Teatro Milano

ugg store locator Archivio Piccolo Teatro Milano

DIARIO DI LAVORO Appunti dalle prove 12 23 dicembre

Vi vedo per la prima volta tutti insieme; mi sembrate molto disciplinati, molto seri, per gi intuisco che fra di voi ci siano dei rapporti fraterni, che sia possibile creare un gruppo. Un gruppo, non prima e seconda compagnia. Semplicemente, necessariamente, prima canteranno alcuni di voi e poi gli altri. L sapere che ognuno, pur con la sua individualit intercambiabile, deve sapere fare le stesse cose. Perch l che sta sotto quel sorriso, quel gesto identica. Prima di cominciare le prove con voi ho accarezzato per un momento il sogno che voi non aveste mai n cantato n visto “Cos fan tutte”. Che la vostra “prima volta” fosse proprio con questo vecchio signore che ha in mente un “Cos fan tutte” molto diverso dal solito, per certi aspetti rivoluzionario .

Vi dico subito che non sar facile farlo, ma che non dovete avere paura. Occorre essere freschi, spontanei, felici, avere dentro la voglia di giocare, ma anche essere sereni, questo si, perch quest cosi cara al mio cuore e mi sembra cosi grande. cos grande quello che ha fatto il genio di Mozart sul libretto di Da Ponte, un simpatico avventuriero che per sapeva molto sulla vita e sull sulla loro vanit E ha scritto quest pensandola come un “giochetto”, da vecchio libertino. E invece ecco la grandissima musica di Mozart anche se nella trilogia che comprende “Don Giovanni”, “Le nozze di Figaro”, accade che “Cos fan tutte” sia spesso considerata un E invece solo l della trilogia delle passioni: “Le nozze di Figaro”, sulla variabilit dell “Don Giovanni”: la tragicit delle passioni e delle non passioni in contatto continuo. E poi, ecco “Cos fan tutte”: un “giochetto”? Ma no, un meravigliosa, piena di musica semplice, naturale. Anch vi chieder semplicit naturalezza, che la cosa fondamentale in tutte le arti meno si appare e pi si grandi anche se non una storia realistica sembra che nascesse da una vicenda accaduta a Trieste, di cui avevano parlato le gazzette dell “Cos fan tutte” vero teatro musicale nel senso che attraverso la musica Mozart “vedeva” l ne suggeriva gli sviluppi in una concatenazione perfetta, ma semplice. In ogni gesto noi dovremo ribadire tutto questo e saremo molto aiutati se seguiremo la verit della sua musica. Quello che dobbiamo fare tutti noi comporta delle enormi difficolt stilistiche perch ci troviamo di fronte a un oscillante, misteriosa. Come i sentimenti: le due sorelle di Ferrara, Dorabella e Fiordiligi amano o forse no. I due ufficialetti eleganti, nella loro bella divisa candida, amano o forse no. O forse si. vero o falso quello che succede? impossibile direte voi, a meno che non lo si veda come una parabola Ma, ragazzi, ve lo ripeto ancora: o ce la facciamo a mettere in luce il lato sconosciuto di quest assolutamente ambigua dove l il vero, il falso, la passione, da gioco possono diventare veri o il contrario oppure meglio rinunciare.

Dunque abbiamo queste due ragazze e questi due ufficiali che poi si trasformeranno in albanesi, valacchi, turchi, non importa cosa; quello che importa che sono esotici, che sono “altri”. Alle due ragazze piacciono, perch sono divertenti, sono meno formali e le donne si sa guardano al sodo. Il Guglielmo finto meglio di quello vero; il Ferrando albanese pi eccitante Prima sono due giovanotti ingenui, con qualche difficolt Improvvisamente un vecchiaccio che la sa lunga, don Alfonso, gli dice: “attenzione ragazzi che le donne sono tutte uguali, tutte pronte a tradire se occorre”. Loro no, loro credono che l sia eterno, che non si tradisce. Anche noi quando eravamo giovani l pensato. Poi ci siamo accorti che la vita pi complessa soffrendo come cani, magari.

Ecco, all siamo in un caff C questo signore che la sa lunga, un po smagato, un po corruttore, un po intellettuale, un signore dei lumi, scettico e scalcagnato che beve caff legge giornali, e d lezioni di erotismo perch un libertino. Ragazzi, dovete mettervelo bene in testa: questa un erotica, piena di desiderio e di sesso. Non una storia edificante di ragazzine e ragazzini un po stupidi: la storia di persone che si amano, che si desiderano, che desiderano scambiarsi, come succede nella vita. Cos fan tutte? Ma no, cos fan tutti, piuttosto. Mica un contro le donne: figurarsi Mozart e Da Ponte. No, qui tutti si desiderano, tutti tradiscono, tutti mentono Il pubblico capisce subito che quei personaggi si comportano come succede anche a noi. E allora perdoniamoci perch tutti siamo capaci di sbagliare un po di piet e di bont uno per l perch non solo noi personaggi, non solo noi che cantiamo, non solo noi che facciamo il teatro, ma anche quelli che ci ascoltano e ci vedono possono sbagliarsi

Adesso mi guardate cos come se dicessi chiss cosa; ma quando sarete pi maturi vi ricorderete di quello che vi ha detto questo vecchio signore, di quello che vi ha chiesto. Ragazzi la vita questo. Tutto in movimento nella vita, niente fermo, inerte, freddo. La coppia un fatto provvisorio, pu sempre rompersi e rovesciarsi. Le passioni non sono mai definitive, ma momentanee. L sempre al di l delle convenienze. Se ci sono convenienze si superano con trucchi, commedie, finzioni teatrali, scuse o altro. Ma bisogna avere comprensione perch tutti siamo pieni di colpe. Voi mi direte ma noi no, noi siamo diversi. Ma no, magari non l ancora fatto, ma lo farete perch siamo fragili Mozart ci raccomanda di non farne una tragedia; bisogna tenere presente che la realt della vita complessa e terribile. A Mozart piacevano le ragazze; ma sapeva che anche Costanza non se ne stava quieta ad aspettarlo e con indulgenza le scriveva “comportati con discrezione ai bagni di Baden Baden Un uomo che conosceva il bene e il male e che con un sorriso ironico e perfino un po cattivo, ma anche con una certa piet ci diceva che l e la donna sono esseri ben fragili Pensate a “Cos fan tutte”: quando le coppie si sono scompaginate, quando c stato l quando c stato il tradimento, ecco le due ragazze dire “perdono, perdono non lo faremo pi Sar vero? Non importa, non prendiamocela tanto. Ragioniamoci su, si pu cambiare umore e comportamento con rapidit e dove c da piangere si pu ridere In “Cosi fan tutte” c tanto sorriso dolce, farsesco , ma c anche, alla fine, piet per noi povere marionette che recitiamo con relativa sincerit l Alla fine ci si scambia sempre le parti.

Questo gioco che proprio della vita umana Mozart l colto e messo in una luce crudele, ridicola e pietosa al tempo stesso. “Che povere e ridicole cose siamo noi umani quando amiamo”. Le due sorelle Dorabella pi carnale, Fiordiligi potrebbe essere pi tenera, pi romantica. Alcuni registi le hanno fatte quasi uguali per fare capire che sono due sorelle. Una sciocchezza. Per me Fiordiligi mora e Dorabella bionda o comunque pi chiara. Sarete un po nude, fa tanto caldo a Napoli, piacevole. Un po di seno fuori, le ascelle che si intravvedono, come le gambe, le mutandine, magari. Mutandine del Settecento certo, ma pur sempre mutandine.

La platea deve capire che certo vi volete bene, che certo siete sorelle, ma che siete diverse . E se Fiordiligi sogna, almeno all l romantico, Dorabella non fa mistero del suo eros. pi disponibile a divertirsi. Certo non va con tutti, ma si pone meno problemi. Fiordiligi no, lei ha un vero dramma quando si sente attratta dagli albanesi e la musica ce lo fa capire. “Posso tradire il mio amore oppure no? Posso amare due uomini nello stesso tempo?” Si chiede. Dorabella no, pi libera, pi allegra, pi scopertamente sensuale. Le due ragazze non sono quasi mai vestite eleganti. Sono quasi sempre in sottoveste, con corsetti sensuali, capelli non completamente pettinati, che spesso pettinano. Braccia nude, ascelle erotiche. Hanno vestaglie comode e morbide che si legano facilmente e “diventano” vestiti. Stanno a piedi nudi o portano pianelle italiche con tacco o senza . Solo una volta indossano zoccoli alti da bagno turco, per ridere una dell Hanno ventagli. Quando sono sole sono libere, quasi poeticamente nude. Quando stanno con i loro amanti albanesi portano anche loro qualche cosa di esotico, ma possono levarsi in fretta la sopravveste quando ritornano i loro innamorati e restano molto scoperte, un po nude sotto. Ferrando e Guglielmo Anche loro non sono uguali. Sono simili solo nell storditi, sono tanto giovani e inesperti e si trovano presto invischiati in un gioco pericoloso. Forse Ferrando pi sensibile, canta l Ci crede, ci spera. Crede nella dolcezza e nella fedelt lui! Ma in astratto. Quell che con un po di leggerezza e spinti da don Alfonso hanno messo in moto, non si pu fermare.

C una scommessa, anche, di mezzo. Guglielmo si innamorer avvero di Dorabella, faranno davvero l in una barca e lei si alzer tutta stordita. Tutti e quattro hanno voglia di peccato. Un essere nuovo da amare, un bel ragazzo, una bella ragazza nuovi Quando si travestono da albanesi, non sono dei clown, non sono comici a tutti i costi. Sono due bei ragazzi vestiti da orientali e una donna pu ben innamorarsi di un bel ragazzo cos Ricordatevi sempre: credibilit Eccome se ci si pu innamorare. I due ufficialini sono cos formali, cos per bene. Qui invece tutto pi esotico c molto sud, molto caldo, poco formalismo.

Nella scena finale i due ufficiali italiani corrono dentro la stanza in cui sono nascosti i vestiti esotici, con le spade in mano. Naturalmente non trovano nessuno Ma uscendo fanno uno scherzo alle donne: fanno credere che stanno spingendo fuori di spalle i due amanti albanesi, si vedono le loro vesti poi le lasciano cadere e restano solo loro. Le due ragazze all sono terrorizzate. Ma allora? Despina Per me un personaggio difficilissimo. Convenzionale in un certo senso (viene dalla commedia dell messa l per confondere e far procedere il gioco della vita che assomiglia perfettamente al mondo finto della commedia dell finta come cameriera, come dottore, come notaio. una maschera, ma nella tradizione non esistono maschere cos Smeraldina e Colombina sono un cosa. E allora? Come appare? Forse l personaggio maturo, l che riesce a cantare “Niente pi breve della vita. D non t quasi”. Don Alfonso Don Alfonso come il Restif de la Bretonne che ho visto fare a Jean Louis Barrault. Una specie di Casanova in disarmo con le scarpe scalcagnate, sporche. Vizioso e anche laido, ma intelligente. un godereccio burlone, disincantato. Lui sa come va la vita. Funge da regista voyeur, spesso sta alla ribalta di schiena, seduto su di una sedia o da parte, di lato. Qualche problema

La luce estiva, sempre. Ma morbida. Fa caldo. Penombra di persiane chiuse. Fuori c molta luce che filtra in scena da invisibili finestre. La persiana invisibile, se non come traccia di luce a terra o su di un personaggio, immaginandola appena appena alzata la chiave che dar per le luci. Il tramonto per l dei soldati. Mare azzurro verso notte, che tremola. Vero/non vero. Notte fantastica per la festa della seduzione, con lumi o fiaccole: una festa all Che non ci sia anche una mezzaluna lass Molto alta, molto lontana. E alberi, mare blu, con un po di vento che fa increspare l verso sera. Letti di ferro, alla “napoletana” magari con santini, con copriletto bianco, che devono dare una sensazione erotica, lenzuola usate, roba buttata per terra, in disordine. I mobili devono essere fragili, come visti in filigrana. Per questo mi pare che le sedie tipo canna, tipo bamb siano l giusta. Anche le due dormeuses, la panca sul davanti: tutto lieve, anche se concreto, che si pu portare via senza problemi, con cambi veloci gioco di bambini grandi.

Lo spettacolo che voglio fare con voi Dunque: nella sala illuminata dolcemente con gli ottoni che brillano con una luce quieta, di attesa, un grande boccascena un po trasparente e un po no, un sipario che brilla dietro al quale si intravvede qualcosa. Un golfo mistico, rosso e oro, con i leggii pronti e gli spartiti aperti, aspetta. Cominciano ad apparire, da destra e da sinistra, ma anche dal centro, con calma, a gruppi, signori in frac, signore in abito da sera, tutti giovani, per fare musica. La luce si abbassa adagio mentre i giovani accordano gli strumenti, l si fa viva. Poi buio in sala ed entra un giovane solo, va al centro, apre lo spartito, si inchina serio, ma non severo. Silenzio. A un suo gesto comincia l di “Cos fan tutte” di Wolfgang Amadeus Mozart. Ecco che il sipario comincia a palpitare e ad alzarsi verso l sparendo. Come nel vento. Appare la scena. Tre tavoli, tre sedie, tre personaggi. Due “uffiziali” come dice il libretto e un signore “vecchio” e un po strano che legge gazzette, beve caff Il suo tavolo pieno di libri, carte, giornali. Sullo sfondo l del Teatro San Carlo di Napoli. il caff del teatro? Forse. Si incomincia: si canta, si parla, si scommette. Alla fine i tre escono dal centro del palco, il vecchio signore che parla e ride, davanti a tutti. Subito dopo sale verso l l del Grande Teatro San Carlo e appare un palcoscenico buio. Qua e l due o tre ceste, pochi coristi, comparse aspettano. Sono vestiti da soldati, giovani, donne, qualche turco, due pasci in turbante. Il vecchio saluta e indica, ridendo, la gente agli ufficiali, tira via un turbante a un corista, per metterlo in testa a un ufficiale al posto del tricorno militare.

Ecco che davanti scende un fondale brillante e mosso. Due muri bianchi con portali delimitano lo spazio mentre tre giovani portano via rapidamente tavoli, sedie ed altri posano due agrippine , una panca al centro. Entrano due donne giovani una chiara di capelli, l scura, una si siede di lato sulla dormeuse, con la testa sulle ginocchia dell Guardano i medaglioni che portano al collo mostrandoli l all con i ritratti dei loro amanti. Aspettano i loro amori, che non arrivano. Arriva invece un vecchio signore che spasima, piange e si chiama don Alfonso. Terribili notizie! Gli amanti di Dorabella e di Fiordiligi non verranno: devono partire per la guerra. Ma poi i due arrivano, tristissimi, vacillanti per il commiato con scene di strazio e di amore. Suona un tamburo militare, si sente una marcia e poi un coro di soldati e di donne. La scena si apre, si alzano i veli, le due giovani si mettono i capellini di paglia e le scarpine, prendono i due ombrellini e tirano fuori fazzoletti per le lacrime. Gli addii vanno fatti ben vestiti!

Sul fondo appare la barca con i soldati che devono partire, si fa festa. Dorabella e Fiordiligi non vogliono abbandonare Gugliemo e Ferrando, che devono partire. Nel tramonto i soldati e gli ufficiali partono. Addio, addio amore mio! Invece corrono a travestirsi per ingannare e tentare le loro donne. Mentre scende la sera le due sorelle e don Alfonso cantano sulla riva del male un augurio di buon ritorno. Grande malinconia. Invece il vecchio ride, malvagio, cinico e anche un po laido. Legge da un libro che trae fuori dalla tasca alcune strofe di un poeta, che parla della disonest di ogni cuore di femmina. contento per come va il mondo.

Rapidissimo cambio di scena. Si ricrea lo spazio con le due dormeuses, la panca, ecc. Despina donna tuttofare ancora piacente prepara la colazione per le due sorelle. Che maledizione essere cameriera e lavorare tutto il giorno per quelle che non lavorano mai! Eccole arrivare finalmente le due in lacrime, mettendo tutto sossopra, come in una tragedia. Despina le rincuora: sono partiti i due amanti? Ma se ne trovano cento altri. Cantano e ballano e la malinconia se ne va. C penombra perch Dorabella ha ordinato di chiudere tutto e di fare buio per marcare la tristezza. Arriva il vecchio e chiede che cosa successo. Poi chiama Despina che racconta tutto. Don Alfonso la paga e le racconta che due albanesi ricchissimi e belli si sono innamorati delle sue padrone. Se lo aiuta, ci sono soldi. Ma dove sono e, soprattutto, come sono questi albanesi? Bellissimi e stanno gi di l Don Alfonso propone di farli entrare. Arrivano i due nuovi innamorati con servi, profumi, regali, tappeti. Sono giovani, senza barba e sono velati almeno all Si inginocchiano davanti a Despina e cantano il loro amore. Ma come, si sono sbagliati? No, giocano solo a fare gli orientali pazzi d Gli cade il velo dal viso, ma Despina non sembra riconoscerli. Neppure Dorabella e Fiordiligi li riconoscono: come osano entrare cos in casa di due ragazze per bene? Don Alfonso dice che sono figli di amici, ma le ragazze non gli danno retta. I due innamorati sono contenti: le loro ragazze sono fedeli! Ma ecco pronta un trappola: i due innamorati fingeranno di suicidarsi sotto gli occhi delle due donne.

La scena cambia. Appare un giardino sul mare. Non ancora notte. Le ragazze cantano l guardando la notte che arriva. Non sono felici, ma turbate. Improvvisamente si sentono le grida dei due albanesi che vogliono uccidersi con due boccette d e cadono in agonia al suolo. Don Alfonso consiglia le due sorelle, sconvolte, di chiamare un medico. Anzi ci penser lui. Le due ragazze si avvicinano, prendono sulle loro ginocchia le teste dei due ragazzi: come sono carini, giovani e poi hanno tentato di morire per amore. Potranno salvarsi? Ecco qui il dottore che ci penser (ma Despina travestita). I due “resuscitano” sotto le sue cure e il loro primo gesto quello di abbracciare le ginocchia delle ragazze, di baciare loro le mani. Ma perch solo quelle? Dateci la bocca! E fanno per baciarle. Le due sorelle li respingono. quasi notte e Dorabella e Fiordiligi cantano il loro amore per gli sposi; Guglielmo e Ferrando sono un po preoccupati per tanta eccessiva dedizione. Don Alfonso e Despina decidono di tentare ancora qualcosa. il sestetto che chiude il primo atto. Un sestetto d e d Il sipario, come un presagio, cala nel vento.

All del secondo atto, il sipario si alza sulla casa delle due ragazze. notte e ci sono i letti sfatti, gran disordine. Le due sorelle in camicia da notte, spettinate, inquiete, ascoltano Despina che canta un cinica, viziosa su come una donna deve stare al mondo. Pi amanti ha meglio Alla luce delle candele, nei loro letti, le due sorelle sono sconvolte. Despina avr ragione? Gli uomini tradiscono sempre? E allora? Allora ci si pu divertire, basta che nessuno lo sappia. Le due sorelle si dividono gli amanti: una sceglie il bruno, l il biondo, invertendo le coppie di prima. Arriva don Alfonso: i due albanesi hanno organizzato una festa con serenata al mare. Mentre le ragazze si vestono di corsa la scena cambia a vista attorno a loro. Sale il velo scintillante e in lontananza appare una barca illuminata con suonatori. In cielo c una bella mezzaluna. Ci sono anche Gugliemo e Ferrando travestiti e ragazze e ragazzi turchi che portano alle due sorelle abiti di foggia orientale da indossare. I due albanesi cantano una serenata, gli altri si allontanano e restano solo i sei. Che fare? Despina e don Alfonso insegnano agli uomini e alle donne come ci si deve comportare. Adesso arrangiatevi, dicono. I quattro restano soli e mentre Fiordiligi e Ferrando se ne vanno a passeggiare fra Dorabella e Guglielmo scoppia una scena di autentica passione e spariscono nella barca. Tutto vero o tutto finzione? Intanto Ferrando dichiara la sua passione a Fiordiligi che sente attrazione per lui, ma si controlla. Come fare ad amare un altro uomo? Canta il suo dramma Fiordiligi e intanto alle sue spalle Dorabella esce dalla barca trascinando un brandello del suo vestito, ebbra. Siamo di nuovo nella casa delle due ragazze. Ci sono dei paraventi con specchi. Despina si congratula con Dorabella, poi entra Fiordiligi, in pieno dramma: anche lei ama! Decide di travestirsi da uomo per andare al campo a cercare Guglielmo. Si appena travestita che ecco arriva in scena Ferrando. Fiordiligi si difende, ma alla fine cede: “fai di me quello che vuoi”. Buio. Luce di colpo. Non visto Guglielmo ha assistito a quest Amaramente i due cantano sugli scherzi della vita. Ma don Alfonso smorza il dramma: siete pari. Le due ragazze, dice Despina, sembrano ormai intenzionate a sposarsi con gli albanesi. Bisogna portare fino in fondo l

Vuoto con solo un gran tavolo, entra il coro portando i candelabri, entra
ugg canada Archivio Piccolo Teatro Milano