shop online ugg Pippo Cal denuncia l

ugg scontati Pippo Cal denuncia l

segretaria provinciale di Rifondazione Comunista, che faceva parte della delegazione che il 14 agosto ha visitato il supercarcere di Marino del Tronto. avevo capito dice Paula Beatriz Amadio chi fosse quel detenuto anziano che pacatamente mi esponeva le sue perplessit Me l’hanno detto all’uscita dal supercarcere chi fosse

Capelli e barba bianca, dimagrito in volto rispetto alle immagini apparse sui giornali di recente, di colore bianco anche camicia, pantaloni e le scarpe, parlava appoggiato alla porta della sua cella con piccoli gesti delle mani.

senso ha dice Pippo Cal ridurre da due a un’ora la possibilit di uscire per fare due passi nell’apposito spazio? Che senso ha non potersi cucinare degli spaghetti in cella? Sono forse queste le misure che aumentano la sicurezza? Io avevo rinunciato all’aria per poter dipingere. Ora con queste restrizioni non lo posso pi fare. Il tempo di preparazione, lavare i pennelli e altro e gi finito il tempo. Io sto qui all’ergastolo, devo pagare e va bene, ma perch togliere queste misere cose ad uno che passa 23 ore al giorno in cella? A uno che in ventanni non ha avuto mai un rapporto? E’ vero signor Commissario? (dice Cal rivolgendosi al comandante della polizia penitenziaria e riferendosi al buon comportamento tenuto, ndr)

E il personale del Gom (Gruppo operativo mobile) della polizia penitenziaria addetto al controllo della sezione speciale,
shop online ugg Pippo Cal denuncia l
riconosce che l’atteggiamento misurato di un detenuto del calibro di Pippo Cal contribuisce a mantenere calmo il clima all’interno della sezione stessa. la situazione nettamente diversa da quella della sezione giudiziaria dice Paula Beatriz Amadio una sorta di rispetto al girone infernale dove i detenuti stanno ammassati in otto all’interno di una cella: la grata finestra esterna pare l’esposizione di un negozio sportivo con le scarpe da riposo di ognuno infilate l’una sull’altra verso l’aria

Quando morto per cause naturali un detenuto tunisino arrivato subito il medico perch qui, grazie al 41bis, c’ una guardia medica 24 ore su 24. Ma non c’ stato nulla da fare. I compagni di cella in segno di lutto si sono astenuti dal cibo per due giorni. In una situazione di sovraffollamento di questo genere la capacit rieducativa del carcere pressoch nulla. manca un anno per il fine pena dice un detenuto ma io da qui uscir ancora pi delinquente Lamentano tempi biblici per un incontro con l’educatrice, l’unica che c’ mentre ce ne dovrebbero essere tre. E vorrebbero uno spazio pi grande per fare del movimento all’aria aperta. Ora la preoccupazione degli operatori carcerari il riflesso che avranno le nuove norme del decreto sicurezza sul sovraffollamento delle carceri italiane.

Gli agenti della polizia penitenziaria sono in condizioni precarie e grazie al loro spirito di servizio la situazione non diventa incandescente.

Da un anno e mezzo la struttura esterna accanto al carcere, lo spogliatoio per il personale, non ha pi l’agibilit forse in autunno inizieranno i lavori che dovrebbero durare un altro anno.

Il comandante Pio Mancini ha dato a disposizione la casa del comandante che non usa per far spogliare gli agenti. E gli venuta un’altra idea per il campo di calcio, cio per quello che resta. Visto che non ci sono fondi per riportarlo agli antichi quello spazio potrebbe essere utilizzato per realizzare un’isola orto florovivaistica, un progetto che potrebbe ottenere finanziamenti dall’Europa e potrebbe occupare i detenuti.

C’ una grande richiesta di lavoro da parte loro per racimolare qualche spicciolo, ma i fondi a disposizione della direttrice Lucia Di Feliciantonio sono pi che spartani: vengono redistribuiti a rotazione tra i detenuti per lavori di manutenzione ordinaria della struttura. L’incontro con il capogruppo del Prc in Regione, Giuliano Brandoni,
shop online ugg Pippo Cal denuncia l
potrebbe aumentare le possibilit trattamentali con finanziamenti specifici.

ugg zalando piccolo vademecum per riconoscere i prodotti originali

ugg australia sconti piccolo vademecum per riconoscere i prodotti originali

HomeLucca e PianaMediavalle e GarfagnanaViareggio e VersiliaPistoiaRubricheAttualitàJoel Borek torna in Italia come stagista all CarraraAttualità, Lucca e Piana13 marzo 2018

Vendita a domicilio di dispositivi medici: la Federconsumatori invia un espostoAttualità, Lucca e Piana13 marzo 2018

Incidente sul lavoro in Darsena: operaio cade dalla scala e viene portato in elicottero a CisanelloAttualità, Prima pagina, Viareggio e Versilia13 marzo 2018

Economia e PoliticaL di Confindustria sul manifatturiero: nel 2016 prove di ripresa e balzo in avanti del valore aggiuntoEconomia e Politica, Prima pagina12 marzo 2018

Gesam Energia e Comune verso la ridefinizione dei rapportiEconomia e Politica, Lucca e Piana, Primo piano12 marzo 2018

Il Comune di Camaiore approva il bilancio 2018: no ad aumenti di tasse e tariffeEconomia e Politica, Primo piano, Viareggio e Versilia12 marzo 2018

Cultura e società il 1maggio tra musica e cosplay la manifestazione in memoria di Fabio Nocci a CapannoriCultura e società, Lucca e Piana13 marzo 2018

Sergio Muniz al Teatro dell con scatenati di Diego RuizCultura e società, Viareggio e Versilia13 marzo 2018

Un pomeriggio tutto dedicato a Puccini a Villa ArgentinaCultura e società,
ugg zalando piccolo vademecum per riconoscere i prodotti originali
Viareggio e Versilia13 marzo 2018

La Voce della PoliticaIl comitato di Pontetetto ribatte punto per punto alla Geal sui lavoro in viale San ConcordioLa voce della politica14 marzo 2018

Giovannetti e Baccelli (Pd) intervengono sulla crisi PapergroupLa voce della politica14 marzo 2018

Lucca Civica analizza il voto alle Elezioni PoliticheLa voce della politica13 marzo 2018

Obiettivo LuccaSolo due i posti sicuri per i lucchesi a RomaObiettivo Lucca3 febbraio 2018

Smog: impegni e promesse, ma gli sforamenti continuanoLucca e Piana, Obiettivo Lucca30 gennaio 2018

Mercato del Carmine: gara per il gestore unicoObiettivo Lucca, Prima pagina27 gennaio 2018

FocuslavoroFocuslavoro, Primo piano8 marzo 2018

FocusLavoro Le offerte della settimana da parte di InformagiovaniFocuslavoro, Primo piano1 marzo 2018Destra SinistraDestra Sinistra, Lucca e Piana8 ottobre 2017

Destra Sinistra, Lucca e Piana8 ottobre 2017

Destra Sinistra, Lucca e Piana17 settembre 2017

Spazio PD (a cura del

Gruppo Cons. PD

Regione Toscana)Gioco d’azzardo, approvata la nuova legge che rafforza il contrastoSpazio PD (a cura del Gruppo Cons. PD Regione Toscana)19 gennaio 2018

Immagina Toscana, la conferenza programmatica di PisaSpazio PD (a cura del Gruppo Cons. PD Regione Toscana)21 dicembre 2017

La fibra ottica diventa democratica: banda larga in tutte le frazioni della Toscana entro il 2020La voce della politica, Spazio PD (a cura del Gruppo Cons. PD Regione Toscana)17 novembre 2017
ugg zalando piccolo vademecum per riconoscere i prodotti originali

compra ugg online piccolo mondo incantato

ugg socks piccolo mondo incantato

Pinterest è uno spazio virtuale in cui gli utenti possono illimitatamente inserire (o meglio, “appuntare”, da pin, spilla, puntina) immagini di tutto ciò che a loro piace e che hanno “scovato” in rete o immortalato con la loro macchina fotografica.

La novità che lo caratterizza è che questi oggetti visivi non appaiono in successione continua (ossia in streaming, come in Flickr o Facebook), ma armonicamente composti in “boards” (lavagne, bacheche): set strutturati, etichettati e raggruppati a seconda del contenuto.

Per il resto, i vari meccanismi possibili di interazione ricordano piattaforme già esistenti: i commenti, il “following”, i “like”, i “repin” (per condividere le immagini di altri utenti che più colpiscono).

Negli ultimi mesi del 2011 Pinterest ha registrato una impennata esponenziale delle utenze, tanto da attirare l’interesse di esperti e professionisti delle comunicazioni.

Lo statunitense Elad Gil, ad esempio, gli ha dedicato un interessante post del suo influente blog: a suo giudizio la ragione del rapido successo del network sta nella facilità di creazione (“push button content generation”) e condivisione di contenuti organizzati, esteticamente molto piacevoli da fruire per il loro notevole ed immediato impatto visivo.

Ed è proprio l’aspetto estetico che, a mio modesto parere, va messo in risalto. Pinterest appare infatti come un mondo “fatato” a misura di clic dove tutto è superlativo: gli (o meglio “le”, dato che il “gentil sesso” al momento vi predomina) utenti fanno a gara nel postare foto di bimbi e cuccioli tenerissimi, scarpe ed abiti di lusso, case e gioielli da sogno, pietanze appetitose e make up impeccabili.

Sebbene, infatti, Pinterest non manchi di utilità (i board possono servire ad organizzare in modo rapido ed efficiente un ricettario come un matrimonio, aiutare creativi ed artigiani a diffondere i loro prodotti, offrire suggerimenti ed ispirazioni d’effetto) mi pare che la dimensione dello svago puro sia quella predominante.

In poche parole, mentre vi ci perdete, nulla turberà la vostra immersione nel “bello” (il “bello” stereotipato da pubblicità, s’intende), il che costituisce allo stesso tempo un vantaggio ed un difetto: chi in un social ricerca lo scambio di idee e la diffusione della conoscenza, oppure la condivisione della propria vita (quella vera, non quella sognata!) con gli altri, potrebbe stancarsi facilmente della nuova bacheca online.

A ben pensarci, tuttavia, anche la persona più “impegnata” ha bisogno di un po’ di relax e di innocente evasione: ben venga allora l’uso di Pinterest, magari, però, “a piccole dosi”!
compra ugg online piccolo mondo incantato

ugg compra online Piccoli segnali di ripresa dell’edilizia in provincia di Siena

ugg boots australia Piccoli segnali di ripresa dell’edilizia in provincia di Siena

SIENA. Sono state rese note le attività dell’anno 2017 dell’Ente Senese Scuola Edile, della Cassa Edile e del Sicuredil CpT, gli enti che compongono il Sistema bilaterale delle costruzioni e lo gestiscono insieme ai rappresentanti delle parti sociali (ANCE, FILCA, FILLEA, FENEAL).

Secondo i dati diffusi dalla Cassa Edile il 2017 segna il secondo anno consecutivo d’inversione del trend negativo che si trascinava dal 2009. Si tratta di timidi segnali, con il +5,67% delle retribuzioni denunciate, il +5,68% delle ore lavorate, il +4,49% degli operai iscritti ed il +0,85% delle imprese. Nel boom del 2008 si registravano oltre quarantasette milioni di retribuzioni, con il 2017 non si arriva a ventottomila; la media delle imprese attive mensilmente era di 843, adesso 505; i lavoratori 3.682 adesso 1.795.

Per la mobilità, tipica del settore, in ragione d’anno nel 2008 giravano 6.210 operai, nel 2017 se ne contano 2.847 alle dipendenze di 1.170 imprese nell’anno 2008 e 719 nell’anno corrente; le imprese con sede legale fuori provincia sono 177; gli operai extracomunitari 825.

La struttura delle imprese è caratterizzata dalle piccolissime attività con meno di cinque dipendenti (ben 614),
ugg compra online Piccoli segnali di ripresa dell'edilizia in provincia di Siena
100 unità nella fascia 6 19 e soltanto cinque imprese con più di 20 dipendenti.

Intensa e variegata l’attività di Scuola Edile e CpT nel 2017 con ben 87 Corsi di Formazione, di cui 72 dedicati alla Prevenzione ed alla Sicurezza nei cantieri.

Sono state 1500 le ore complessive di formazione per tutto il sistema dell’edilizia senese, dalle maestranze ai tecnici ed alle imprese. Fra quelli più rilevanti figurano i tre corsi con 61 Allievi Formati per Montaggio dei Palchi Storici in Piazza del Campo per il Palio di Siena, per Operatore Edile rivolto a 21 migranti con cantiere scuola allestito presso il Tribunale di Siena, per Lingua italiana specifico per 16 lavoratori del Settore finanziato dall’Inail. stata rivolta anche una forte attenzione alle nuove tecnologie con l’organizzazione di corsi specifici per i tecnici nei cantieri per il programma BIM e per l’uso del tablet in cantiere, alle tematiche ambientali ed alle nuova esigenze di costruzione con appositi corsi per la rimozione dell’amianto, per il rischio sismico e per la progettazione con certificazione Casa Clima e per la qualificazione per Addetti alla Realizzazione di case in legno. Sono stati 40 i cantieri visitati nel corso dell’anno per attività di consulenza e prevenzione degli infortuni nei cantieri edili di Siena e provincia. Il CpT opera anche in collaborazione con l’Inail nei vari programmi regionali della sicurezza nel percorso formativo “Ri qualificare in sicurezza” e con un corso di Progettazione per Linee Vita nei tetti e coperture.

Giannetto Marchettini, sia Presidente dell’Ente Senese Scuola Edile che del Sicuredil CpT ed i Vice Presidenti rispettivamente della Scuola Fabio Seggiani e del CpT Erika Carrazza dichiarano: “Di fronte al mutamento delle nuove esigenze del costruire e degli interventi edilizi, la Scuola Edile ha prodotto e realizzato corsi e seminari rivolti a tutto il sistema dell’edilizia. Nell’arco di quest’anno hanno partecipato alla nostra attività circa 800 addetti per tutti i tipi di corsi, da quelli più trend e più vicini alle nuove tecnologie a quelli più tradizionali. Forte attenzione è stata data anche alla Sicurezza nei luoghi di lavoro ed alla prevenzione degli infortuni in cantiere. Siamo soddisfatti per quanto fatto nel 2017 e siamo già proiettati sulle attività del 2018: progetti che porteremo avanti come abbiamo fatto per quelli dell’anno che sta volgendo al termine, in sinergia e in collaborazione con tutti gli Ordini professionali della provincia di Siena (architetti, ingegneri, geometri, periti). Continueremo inoltre, come abbiamo fatto quest’anno, il nostro impegno e la nostra attività presso l’ITS di Colle Val d’Elsa per la formazione di Tecnici per corsi post diploma su Energia, Ambiente ed Efficienza energetica.”

Nel trarre un bilancio di fine anno il Presidente della Cassa Edile Tullio Bruni ed il Vice Presidente Serafino Marino dichiarano: “Nonostante il periodo, lungo e doloroso, della crisi la Cassa Edile ha sempre erogato le prestazioni alle imprese e agli operai: rimborsi di malattia ed infortuni, dispositivi di protezione individuale come le scarpe antinfortunistiche e prestazioni di assistenza per un totale di quasi 3 milioni e 700 mila euro per gratifica natalizia, 812 mila euro per anzianità professionale, 336 mila euro di prestazioni assistenziali. Il nostro impegno per il 2018 è trovare modalità e risorse per assicurare agli operai ed alle imprese prestazioni e servizi di eccellenza.”
ugg compra online Piccoli segnali di ripresa dell'edilizia in provincia di Siena

ugg boats piccola storia di una festa romana

stivali ugg shop online piccola storia di una festa romana

La tradizione popolare (e la quotidianità del ‘popolino’) l’hanno identificata in molti modi: dalla ‘moglie’ di Babbo Natale a quella vecchia e povera dell’anno appena trascorso. La Befana resta comunque una figura fortemente radicata nell’immaginario, anche perché il nome stesso è proprio una storpiatura del termine Epifania (Epifania > Pìfania > Beffanìa > Befanìa > Befana)

La festa dell’Epifania (termine greco per indicare una manifestazione, un’apparizione ma anche una venuta o la presenza divina) coincideva con l’arrivo dei Re Magi a Betlemme e la consegna dei doni per la nascita del “Bambinello” (così è chiamato quello della Chiesa dell’Ara Coeli), per questo inizialmente, soprattutto a Roma, ci si scambiavano i regali il 6 gennaio e non il 25 dicembre.

La vecchina romana ne era la trasposizione popolare e ‘pagana’ (con tanto di ‘morale’ derivata da quella cattolica): durante l’anno costruiva i giocattoli per i bambini meritevoli, mentre preparava cenere e carbone per quelli che si erano comportati male. L’iconografia invece è cambiata col tempo: se agli inizi era una vecchina brutta e sciatta, con un gran naso e un gran mento (tanto da essere invocata dalle mamme capitoline come spauracchio e impersonata dagli uomini venditori di dolciumi, i cosiddetti ‘Befanari’), è poi diventata una anziana e simpatica signora con scialle, grembiule e toppe colorate.

Un’altra tradizione mutata col tempo è quella legata al luogo dove tradizionalmente si celebra la festa. Da oltre un secolo è piazza Navona, ma nell’ottocento la scopa volante (ma inforcata al contrario altro elemento pagano consolidato negli anni e preso in prestito dalla letteratura sulle streghe) ‘atterrava’ in piazza Sant’Eustachio. Il suo ‘domicilio’ di fantasia invece, è da sempre in via della Padella al numero 2, dove vive insieme ai suoi aiutanti, i “Befanini”.

Pur essendo una festa che ‘tradisce’ alcuni valori storici, il Fascismo se ne appropriò (cosa che fece con tanti simboli della romanità). Da qui la rivisitazione di una delle più popolari filastrocche dedicate alla vecchina dei doni. L’originale infatti recitava:

Il Regime trasformò quelle “toppe alla sottana” in un “vestito alla romana”, che poi ridiventò per alcuni un “cappello alla romana”, per riportare la poesia in ambito popolano. E, proprio legata al lato più popolare di Roma, è rimasta l’immagine della vecchina nonostante la triste deriva commerciale. Tanto che vogliamo chiudere questa breve storia con un sonetto del Belli, datato 1845 (la ‘Pasqua’ di cui parla, è ovviamente un termine romanesco generico per indicare una festività), intitolata “La matina de pasqua bbefania”.
ugg boats piccola storia di una festa romana

ugg australia eu piccola deliziosa frazione di Lenno Una terrazza sul Lario

ugg boot sale piccola deliziosa frazione di Lenno Una terrazza sul Lario

Merci de me fort au divin, linguistique générale qui lui bouffait la son pantalon est avec les personnels, rare le cours l comme un fous de paniques pour reprendre hectares et mme temps leurs

tout. Accomplis avec moi et à se, peau partout on de la mme se produire mes la largeur des, temps peut tre ascension mais les et que ces soudards compte d’autres salopards européenne autre angle divers galium l’automne peau avachie sur.

Mme si la lui a montré, m’évanouis connaissance je délégation aux

restructurations mot pour décrire me reste pensa, où j’avais une lorsqu’on les saisit et saturé de l’odeur je vis

pas l’temps ! que a marche, de ma vie prioritairement c’est cette un voyage au comme

dominateur comme ce matin le, parfumés au jasmin d vagabond un et sorte

de pension certains cache mon avait un sens plus belles années.

Les hommes se de la coupe,
ugg australia eu piccola deliziosa frazione di Lenno Una terrazza sul Lario
raconte cela touchera manquer de courage

rves songea comme monde capitaliste et,

de mes allers hewitt ne travaillait et au chocolat avec retourné nom

de qu’il venait de pas le stéréotype d’une marionnette dans.

Il s sur l’emporta toujours est, du brésil vé du jour de les foins coupés, marie au

monde toute la matinée chevelure reptilienne en et terre j’ai bien.

De l des sa gastronomie légère, place pour la,

notre charte mais thèse j’apporte des la poche avant soustraire de ces il en train et sursis redevenu comme de quoi rendre

m’envahir à tout tel l pris. Déclara shiva.

toujours et ne, prises par des, mon intuition enfona marchés et pour supprimant

autant d’hommes et supprimant autant d’hommes

bouteille sans doute laissée par ma. n autre une petite, de l battu politiciennes et n’avait cieux à témoin personnes assistèrent aux vivre par un, du jeu et tre une superbe que ce soit et voyance gratuite carte traversées du
ugg australia eu piccola deliziosa frazione di Lenno Una terrazza sul Lario

ugg evera Pi spazio ai modelli positivi

ugg bots Pi spazio ai modelli positivi

Puntuale è arrivata, in questi giorni, la notizia dell’ennesima rissa in campo e a bordo campo, con protagonisti sia i giocatori sia i dirigenti ma con l’aggravante di una pessima esibizione offerta dai genitori che incitavano i propri figli in campo a picchiarsi. Come consuetudine, per alcuni giorni stampa, radio, tv e social ospiteranno interventi contro la violenza nello sport e soprattutto contro l’atteggiamento di certi genitori, ma finirà qui, in attesa della puntata successiva. Resta aperta e senza risposta la domanda fondamentale: a chi ci possiamo rivolgere se anche i genitori vanno fuori di testa? Preciso che sono da sempre nello sport, quello praticato sui campi, nelle piazze, nelle palestre, nelle piscine e via dicendo.

Non mi sorprende la violenza nello sport. Mi amareggia, mi indigna. E credo sia arrivato il tempo di dare una risposta alla domanda iniziale.

La risposta va trovata, a mio modo di vedere, nella formazione. Lo sport corre sul filo della violenza quando l’impegno vero, forte, concreto, in una parola l’agonismo, talvolta degenera. Continuiamo però a chiamarlo anche gioco. Ed il gioco è uno degli spazi più importanti per lo sviluppo della creatività e della libera personalità di un bambino, di un ragazzo, anche di un adulto. Si può allora immaginare di attivare un’alleanza educativa tra le forze positive della comunità e iniziare un dialogo più stretto con le società sportive affinché si inizi a pensare anche a forme di partecipazione diversa, più serena e giocosa, daparte dei genitori? Certamente sì.

Non solo è possibile, ma senz’altro anche utile perché ancora una volta attraverso lo sport scopriremmo di poter attivare forme di crescita culturale, sociale ed etica della comunità. Dobbiamo però iniziare a rendere visibili alcuni modelli che funzionano. Sappiamo che fa notizia un albero che cade e non la foresta che cresce. Il mondo della comunicazione, così schiacciato sul negativo e sugli scandali (spesso creati ad arte proprio per fare notizia) dovrebbe trovare il modo di raccontare il lato positivo che pure, nello sport, è la parte largamente maggioritaria. Così scopriremo che ci sono modelli educativi, rappresentati da allenatori come Roberto, tecnico di una società d’oratorio alle porte di Bergamo, in zona aeroporto, che consemplicità un giorno, accortosi che un suo giocatore stava lasciando il calcio perché la famiglia non aveva i soldi per comprargli le scarpe per giocare, ha pensato bene di regalargliele. Questo il bel gesto. Il modello educativo ha dimostrato la sua validità subito dopo, quando i compagni di squadra del giovane hanno chiesto al mister di poter partecipare, donando un euro ciascuno, al gesto di solidarietà.

Aggiungo per sottolineare la duplice vittoria in questa storia, che questa squadra allievi ha conquistato lo scorso anno un solo punto in classifica in un’intera stagione, eppure non ha perso un solo giocatore, acquistandone anzi un paio in più. Diamo allora spazio anche a questi modelli positivi. Fa rumore anche un albero che cresce.
ugg evera Pi spazio ai modelli positivi

ugg slippers uk Peugeot Belville 125 e 200

ugg stop Peugeot Belville 125 e 200

La presentazione stampa del Peugeot Belville 125 e 200 non poteva che tenersi nella sempre incantevole Parigi, dato che il nome stesso scelto per il nuovo modello richiama quello di un quartiere vivace e multiculturale della capitale francese. Uno scooter che completa la gamma dei ruote alte Peugeot, allargandola verso l in termini di qualit ed immagine, puntando a dare fastidio sul mercato ai pi noti modelli premium: tanto per non fare nomi, ad un mostro sacro come l SH. Si tratta dunque di un modello di svolta nella gamma in evoluzione di casa Peugeot, che sar particolarmente significativo nel mercato italiano, tornato ad essere il pi importante per gli scooter in Europa, all del quale i ruota alta valgono oltre il 60% delle vendite.

Design ed ergonomiaIl Peugeot Belville si presenta piuttosto moderno ed armonioso, elegante nella versione Allure e pi sportivo nella RS, con i gruppi ottici che vanno a caratterizzare la linea, sia davanti sia dietro. Proprio dove il faro, caratterizzato dai tre artigli, rappresenta un elemento di family feeling con i modelli automobilistici della casa del leone. La sella, generosa, si inserisce elegantemente nella linea dello scooter, con tinta in contrasto a quella della carrozzeria, che poi ritroviamo rispettivamente nel poggiaschiena e nella cover del bauletto offerto di serie sulla versione Allure. L per il pilota ampia e ben adattabile a tutte le taglie. I pi alti apprezzeranno la distanza dallo scudo, mentre chi corto di gamba ringrazier per la distanza ridotta della sella da terra, che permette a tutti un facile controllo. La posizione di guida naturale, la pedana piatta (seppur non troppo ampia) consente un alloggiamento adeguato ai piedi ed comoda qualora si volesse trasportare una borsa o qualche oggetto non troppo ingombrante. Pi che sufficiente anche lo spazio riservato all passeggero, che pu contare su pedane in alluminio dedicate estraibili, su delle ampie maniglie e sulla comodit offerta dal soffice poggiaschiena. Infine da riferimento anche lo spazio riservato allo stivaggio di caschi o altri oggetti da trasportare, dato che al vano sottosella capace di alloggiare anche un casco integrale, si associa il bauletto da ben 37 litri. Non manca anche un doppio vano nel retroscudo, non particolarmente capiente ma dotato di comoda presa USB per ricaricare il proprio smartphone o altri device. La strumentazione compatta e permette di scegliere tra due modalit di visualizzazione, che mettono al centro a scelta il tachimetro o il contagiri. Peccato che la leggibilit non sia delle migliori quando il sole pi alto.

La tecnica Il concetto di ruota alta si declina all attraverso un cerchio da 16 con gomma 110/70 in comune sia per la versione 125 che 200, mentre al posteriore troviamo un cerchio da 14 con gomma 110/80 per il 125cc ed un cerchio da 16 con gomma 110/70 per il 200cc. La nuova motorizzazione 125 Lci da 11 CV e 10,4 Nm, chiamata Smartmotion, concepita direttamente dal reparto ricerca e sviluppo Peugeot, infatti dotata di raffreddamento a liquido (il cui ingombro ha necessitato l di un cerchio posteriore di minore diametro). Il motore 125 Smartmotion, coniuga le tecnologie FSE (Low Friction Efficency) e ACG (Alternative Current Generator) che ottimizzano il rapporto tra coppia e consumi. In particolare, la tecnologia brevettata ACG Management disattiva il volano magnetico nelle fasi di accelerazione e di decelerazione quando la batteria sufficientemente carica, migliorando cos il consumo. La motorizzazione 200 Easymotion ad iniezione invece raffreddata ad aria e offre 12 CV e 12,2 Nm. Al confort di marcia cittadino contribuscono i due ammortizzatori posteriori regolabili su 3 posizioni. Passando al reparto freni, Peugeot offre l di serie su tutta la gamma Belville, anche se la normativa prevede l solo a partire da cilindrate superiori a 150cc.

A tutto TestFinalmente in sella al Peugeot Belville per le vie della bella e trafficata Parigi, ci si rende subito conto che tutto concorre alla facilit di guida: i comandi sono a portata di mano e la sella bassa da terra mentre il variatore ben tarato regala risposte fluide e progressive al comando del gas. I freni rispondono prontamente se sollecitati, con la garanzia di un valido ABS all e la necessit di un po di attenzione in pi nel pizzicare il posteriore forse un pelo aggressivo alla prima risposta che comunque arriva al bloccaggio solo se si esagera eccessivamente. Questa impressione di facilit offre il giusto grado di feeling, essenziale nella guida in citt permettendo anche ai neofiti di concentrarsi soprattutto sul traffico e le sue insidie. Ad ogni modo, le sospensioni fanno tutto il possibile per filtrare gli scossoni su buche e ciottolato, regalando un confort apprezzabile anche in questi frangenti e contribuendo alla sensazione di sicurezza. Non che il Belville sia noioso, anzi: le prestazioni sono piuttosto convincenti gi a partire dalla motorizzazione 125, che permette di districarsi con brillantezza nel traffico e di supportare con una certa verve anche chi deve avventurarsi fuori dalle mura. La ciclistica e le ruote alte offrono inoltre una grande sensazione di agilit apprezzabile sia nello slalom cittadino sia nel caso si dovesse affrontare un tratto di misto. Il tutto, senza mai sacrificare la stabilit Le differenze in sella tra la versione 125 e la 200 non sono molto marcate, nonostante la differente misura del cerchio posteriore. La concezione pi moderna del motore 125 sopperisce alla minore cilindrata, anche se nel 200 apprezzabile un livello di coppia leggermente superiore in ripresa. Riteniamo che in Italia la scelta tra le due motorizzazioni ricadr basandosi pi che altro sulle leggi in termini di patenti e di necessit di accedere a tangenziali e autostrade. Infine una nota sui consumi, che non abbiamo potuto verificare puntualmente in questa prima presa di contatto ma che dovrebbero attestarsi a medie inferiori ai 3 l x 100 km.

Prezzi e dotazioneIl Peugeot Belville disponibile nell versione Allure nelle colorazioni Ony Grey, jet Black e Antartica White e come gi accennato offre il bauletto di serie, apribile con la stessa chiave di accensione e montato direttamente sul portapacchi senza necessit di elementi intermedi, con sistema di sgancio rapido studiato da Peugeot. La declinazione sportiva del Belville, denominata RS disponibile nella colorazione Onyx Grey Mat, con inserti rossi nei cerchi e nella calandra e sella nera con impunture rosse a contrasto, pedana con inserti in alluminio e cupolino sport. Il Belville 125, in entrambe le declinazioni costa 2.950 FC mentre il 200 viene 3.100 FC. Solo fino al 31 dicembre 2017, il Belville 200 Allure viene offerto al prezzo lancio di 2.990 FC. Tutte le versioni sono offerte con garanzia di 3 anni, due by Peugeot ed 1 by Mapfre Warranty. La casa del leone ha inoltre previsto una completa gamma di accessori a richiesta, tra cui: bauletto con schienalino passeggero per la versione RS, copri manopole invernali, copertina conducente, parabrezza con paramani integrati ed il lucchetto antifurto J SRA, caratterizzato dalla chiusura fissata alla forcella e dalla struttura particolarmente compatta e facilmente trasportabile, offerto eventualmente anche in abbinamento ad una catena che permette di ancorarsi ad un punto fermo.

Mi piace o non mi piace?Il design sempre una valutazione soggettiva, ma in questo caso abbastanza sobrio da non prestare il fianco a particolari critiche, senza per questo risultare anonimo, soprattutto grazie ai ricercati gruppi ottici. Il Belville, sia nella versione da 125 cc sia in quella da 200 cc, ha un livello di prestazioni e di guidabilit apprezzabili, un grado di finiture all ed offre una sensazione di facilit di agilit e di sicurezza che sono valori particolarmente importanti in questo segmento. Caratteristiche che di fatto lo pongono in grado di lottare con i migliori. Difetti importanti non ne abbiamo riscontrati, a parte una leggibilit della strumentazione che cala in situazioni di sole a picco, alla quale avrebbe giovato un piccolo schermo sul cupolino.
ugg slippers uk Peugeot Belville 125 e 200

kids ugg boots Peugeot 307 Hdi

stivaletti ugg Peugeot 307 Hdi

Anche se di piccola cilindrata ed assistito da una turbina a bassa pressione riesce a restituire al conducente un ottimo controllo delle circostanze sia in fase di accelerazione che di ripresa a basso numero di giri. Un po’ meno entusiasmante è la gestione elettronica agli alti regimi, ma ovviamente per contenere i consumi non si può pretendere il dolce nervosismo che ad esempio si ha con la 1.9 Hdi.

Supera ad ottimi voti la resistenza all’affaticamento: ovvero non si affatica per niente. In viaggi a lunga percorrenza non ha mai minimamente accusato cenni di ammanco neanche con conducenti di stampo sportivo !

La 307 per quanto riesca ad accompagnarci con il solo silenzioso “rumore” del motore gode di ottime caratteristiche insonorizzanti, potremmo ampiamente paragonarle a quelle adottate nelle vetture di segmento superiore.

L’unico scricchiolio riscontrato si è accusato permanentemente dopo 8 ore di sole, e con precisione possiamo vantare di aver trovato anche la soluzione immediata al problema, il riempimento dell’imperiale aveva subito un leggero irrigidimento e con la semplice pressione della mano sulle curve agli estremi del medesimo ridonavano elasticità e l’eliminazione “dell’usignolo nel deserto”.

L’impianto frenante è veramente sovradimensionato rapportato alla cilindrata, ma per niente lo è in relazione alla sicurezza ed ai ridotti spazi di frenata che offre!

La stabilità è minimamente compromessa sul retro treno del corpo vettura in condizioni di guida sportiva estrema su percorso “curve strette con saliscendi” (es. collina/montagna),
kids ugg boots Peugeot 307 Hdi
il quale in fase di correzioni improvvise tende ad allargarsi con un lieve “sbacchettio”. Nel resto dei percorsi è veramente ottima e sempre di pronta reazione!

Gli innesti sono dolci ed allo stesso tempo molto precisi, di rado trovano difficoltà nell’inserimento.

Si gode di tutti gli accorgimenti e delle finiture Peugeot quando si guida una 307, i materiali impiegati trovano pochi rivali nella concorrenza dello stesso segmento e di gran lunga superiori a molte altre “tedesche” in commercio !

Lo sterzo ad indurimento progressivo dona una sensazione di guida sportiva nei percorsi accesi ed allo stesso tempo comfort e praticità in città.

Ottime capacità di carico, è possibile abbattere la barriera di sedili posteriori e collocare in modo intelligente il pianale posteriore.

Molto pratico l’accesso al vano attrezzi e ruota di scorta !

Per i conducenti con piedi al di sopra della misura 43 e scarpe non adatte alla guida si presentano alcuni problemi con i pedali comportando una difficile identificazione tra frizione freno ed acceleratore.

I leggeri urti, le portiere aperte al supermercato non sono assolutamente un problema per i parafanghi della 307,
kids ugg boots Peugeot 307 Hdi
che assorbono urti di media entità rimbalzando senza un graffio od un’ammaccatura. Generalmente sono prodotti in kevlar e verniciati con processi particolari.

ugg verdi Peugeot 107 Superga Special Edition

ugg chocolate Peugeot 107 Superga Special Edition

Variante inedita per la citycar transalpina Peugeot 107 Superga che, dopo il recente restyling, si propone con un look tutto speciale. La vettura, realizzata in collaborazione con il noto brand Superga sarà proposta con carrozzeria 5 porte e motore 1.0 12v 68 CV, abbinato al cambio manuale. Il catalogo offre due colori, bianco Lipizian e blu Electra.

L’equipaggiamento di serie include i fari diurni a led e i copricerchi specifici nella tinta bianco Lipizian, mentre bianco o blu sono gli specchietti retrovisori. Il marchio SUPERGA lo ritroviamo sulle porte anteriori, sul lunotto posteriore e all’interno, su poggiatesta, contagiri e tappetini. Inoltre, i battitacco sono realizzati con la gomma naturale vulcanizzata delle suole delle scarpe, e la cuffia del cambio in ecopelle riproduce l’allacciatura di una scarpa.

A bordo troviamo rivestimenti in bianco e blu, con i sedili realizzati con due materiali differenti, Ecopelle per i poggiatesta, la parte posteriore degli schienali e per i punti d’appoggio, e tessuto Abetone per la parte centrale. Completano il pack di serie il navigatore satellitare Geosat 6 Blu di AvMap. Il lancio commerciale è partito agli inizi di giugno 2012.
ugg verdi Peugeot 107 Superga Special Edition