ugg bags Bullizzato denuncia su Fb

stivali ugg prezzi Bullizzato denuncia su Fb

Pierluigi Glionna, ventenne di Spinazzola (Barletta Andria Trani), dopo anni di vessazioni e insulti subiti a scuola e in strada da chi lo chiama ‘Piergay’, ha deciso nei giorni scorsi di denunciare tutto su Facebook con una lettera che ha raccolto la solidarietà di tantissime persone.

“Ho ricevuto anche moltissimi messaggi racconta oggi all’ANSA Pierluigi di adolescenti da tutta Italia che mi hanno raccontato storie terribili che ho consigliato di denunciare immediatamente”. A loro e a quanti arrivano a pensare anche al suicidio, Pierluigi consiglia di “avere coraggio e amare la propria diversità”. Se “oggi trasformo la tristezza in rabbia spiega Pierluigi a 12 anni, quando ti senti solo e ti convinci di essere tu quello sbagliato, è inevitabile pensare di farla finita”. Lui, sottolinea, ha avuto “la fortuna di avere una famiglia in cui la diversità è vista come qualcosa di unico, e amiche guerriere che lo hanno sempre difeso”.

Ma “fin dai primi anni delle scuole elementari la mia vita è stata macchiata da voci, insulti e ingiurie sul mio conto”. Per “quasi dieci anni non c’era volta che attraversavo una piazza ricorda e non sentivo insultarmi o vedere gente che rideva di me”. “Questo schifo conclude mi ha fatto cambiare scuola superiore perché ogni giorno, durante il viaggio di ritorno, subivo bullismo”.
ugg bags Bullizzato denuncia su Fb

ugg maxene bufera su una star della tv canadese

ugg bags uk bufera su una star della tv canadese

una star della televisione canadese con la sua trasmissione sulla caccia. Ma stavolta ha passato il segno, uccidendo un puma e cucinandolo per i suoi fan sul web. Cos su Steve Ecklund si abbattuta una bufera, e a guidare l protesta sui social media la ex first lady Laureen Harper.

persona ripugnante! ha scritto su Twitter la moglie dell premier conservatore Stephen Harper: un puma con i cani fino a che non esausto e poi sparare a un animale spaventato, messo all e stanco. Si pu spiegare solo per compensare un pene piccolo. attacca senza mezzi termini la donna, che confessa di non tollerare l che si possa uccidere per divertimento.

Ecklund, che conduce la trasmissione The Edge, aveva postato su Facebook le immagini della cattura e dell del puma nello stato di Alberta, e poi quelle in cui organizza un barbecue con le carni dell terra alla tavola nello stesso giorno il suo commento a corredo delle fotografie con i suoi compagni di caccia. Forse non immaginava le reazioni. Gli insulti sul web non si contano, con l degli animalisti che potrebbe travolgerlo.
ugg maxene bufera su una star della tv canadese

spaccio ugg Bufera molestie sul governo May

ugg gloves sale Bufera molestie sul governo May

Cade la prima testa sull’onda della bufera sulle molestie sessuali abbattutasi in Gran Bretagna sul governo conservatore di Theresa May. A gettare la spugna è un pezzo da 90, il titolare della Difesa, Michael Fallon, esponente moderato sulla questione Brexit, ma anche ‘falco’ gradito ai militari sui temi della sicurezza e uomo di fiducia degli alleati Nato.

Colpa di una vecchia molestia un insistito palpeggiamento al ginocchio della nota giornalista radiofonica Julia Hartley Brewer risalente a una cena del 2002 che l’interessata gli aveva perdonato. Ma i media no e la premier no. Tanto più sullo sfondo delle circostanze che vedono in questi giorni decine fra deputati ed esponenti di governo Tory tirati in ballo da un dossier dal velenoso titolo ‘Parlamentari ad alta libido’ compilato a Westminster per svergognare asseriti comportamenti impropri, più banali relazioni clandestine, ma anche abusi veri e propri, etero od omosessuali, consumati senza freni all’ombra del potere. Una lista nera della quale proprio Fallon, a dar retta al tam tam dei social media, pare fosse sospetto protagonista di alcuni delle vicende più imbarazzanti. Fatto sta che ‘sir Michael’ ha dovuto farsi da parte.

“Il mio comportamento ha ammesso secondo quanto riporta la Bbc é stato in passato inferiore alle aspettative” richieste tanto a un ministro della Difesa, quanto ai militari di Sua Maestà. In sostanza si tratta di un ‘sacrificio’ esemplare, forse di un tentativo d’alleggerire dalla pressione il governo di Theresa May, impegnata affannosamente a districarsi dalle polemiche e dallo scandalo.

Uno scandalo che rischia di decimare la sua già malconcia compagine e che prima della caduta di Fallon sembrava minacciare soprattutto il numero due dell’esecutivo, Damian Green, 61enne segretario di Stato finito non solo nell’anonimo dossier di Westminster, ma accusato a sua volta, direttamente da una 31enne attivista Tory, Kate Maltby, di palpeggiamenti e sms allusivi.

Green, a differenza di Fallon, per ora continua a negare tutto o quasi, ma intanto il primo ministro ha lanciato un’indagine interna anche su di lui: invitato intanto senza mezzi termini a farsi da parte dalla deputata ‘ribelle’ ed ex viceministra Anna Soubry. Un autentico grattacapo per lady Theresa che, dopo aver perso il ministro della Difesa, rischierebbe davvero di non sopravvivere al siluramento di Green: pilastro del suo gabinetto per l’esperienza politica, la lealtà personale e le doti di mediatore in un partito spaccato sulla Brexit e non solo, oltre che coetaneo e amico fin dai tempi dell’università, promosso non a caso nei mesi scorsi al rango di vicepremier ‘de facto’. Il primo ministro non può del resto non agire di fronte alle critiche che piovono da più parti: così, oltre all’inchiesta, ha annunciato nell’odierno Question Time ai Comuni la convocazione dei leader degli altri partiti per discutere di misure urgenti da prendere contro le molestie e a tutela delle vittime e di chi denuncia. Ha promesso un approccio il più possibile trasparente allo scandalo che sino ad ora ha riguardato in larga misura il suo partito, pur non senza toccare il Labour e provvedimenti a protezione del personale di Westminster. Raccogliendo, almeno su questo, anche il sostegno del capo dell’opposizione laburista Jeremy Corbyn. May, d’altronde, ha dovuto affrontare le accuse scagliate da sinistra dalla giovane deputata Lisa Nandy, che le ha rinfacciato in aula di averle per ben tre volte segnalato un clima di abusi sessuali e ricatti a palazzo. Senza che lei, seconda inquilina donna di Downing Street nella storia, dopo Margaret Thatcher, facesse nulla contro l’omertà e le convenienze di partito.
spaccio ugg Bufera molestie sul governo May

ugg offerta Branco pesta migrante in pieno centro a Roma

ugg australia wikipedia Branco pesta migrante in pieno centro a Roma

Prima gli insulti, come “sporco negro”, poi le botte. Aggressione a sfondo razziale nella notte nel centro di Roma. Le vittime, un cittadino del Bangladesh e un egiziano, sono stati circondati da cinque ragazzi in piazza Cairoli e aggrediti, dopo essere stati insultati. Ad avere la peggio il ventisettenne del Bangladesh, trasportato in ospedale con traumi al volto giudicati guaribili in 30 giorni. La polizia ha bloccato cinque ragazzi tra i 17 e i 19 anni. Uno è stato arrestato, gli altri sono stati denunciati.

L’allarme è scattato intorno alle tre della notte scorsa, quando la polizia è intervenuta per soccorrere un uomo sanguinante a terra in Piazza Cairoli, nel centro storico della città. Accanto a lui, un cittadino egiziano che avrebbe raccontato che erano stati vittime di un’aggressione da parte di alcuni ragazzi, che avrebbero rivolto loro insulti a sfondo razziale, passando poi alle vie di fatto.

Dalle descrizioni fornite dalle vittime gli agenti del commissariato Trevi hanno fermato poco dopo cinque giovani in Via delle Botteghe Oscure. Si tratta di un 17enne, tre 18enni e un 19enne. Uno di loro è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Per gli investigatori si sarebbe accanito sulla vittima quando era già a terra, colpendola ripetutamente con calci al volto. Gli altri ragazzi invece sono stati denunciati per lesioni aggravate e percosse.
ugg offerta Branco pesta migrante in pieno centro a Roma

ugg in saldo bracconiere ucciso e divorato dai leoni

ugg biker boots bracconiere ucciso e divorato dai leoni

Un bracconiere stato ucciso e divorato dai leoni in Sudafrica. Lo riferisce il sito ambientalista TreeHugger. L avvenuto in una riserva privata vicino a Hoedspruit, nella provincia settentrionale di Limpopo. La riserva si trova vicino al Parco Nazionale Kruger, famoso per i suoi leoni. La polizia ha ritrovato la testa dell e poco altro del suo corpo. I leoni se lo erano mangiato tutto. Nelle vicinanze sono stati trovati un fucile da caccia e munizioni, oltre a impronte che fanno pensare a un piccolo gruppo di bracconieri che accompagnava la vittima.

L scorso, nella provincia di Limpopo sono stati trovati diversi leoni avvelenati e mutilati delle testa e delle zampe.

Secondo l internazionale per la conservazione della natura (IUCN), l con sede in Svizzera che compila le liste delle specie a rischio, la popolazione mondiale dei leoni si ridotta del 43% dal 1993 al 2014. In Africa secondo l ci sarebbero oggi circa 20.000 leoni, tutti nell subsahariana, pi altri 1.400 leoni nel Parco nazionale di Gir in India. La specie classificata come (come l africano), situazione meno grave che rischio (endangered).

Le minacce principali alla sopravvivenza dei leoni sono le uccisioni indiscriminate da parte degli esseri umani, per difendere se stessi e il bestiame, la riduzione delle prede e la perdita dell Questi felini vengono anche uccisi perch le loro ossa e parti del loro corpo sono utilizzate nella medicina tradizionale in Africa, Cina e Vietnam.

Molti paesi africani permettono la caccia ad un numero limitato di leoni, utilizzando i ricavi delle costose licenze per finanziare la tutela della specie. Secondo lo IUCN per il numero di capi da abbattere spesso eccessivo. Questo porta a una riduzione dei leoni in paesi come Botswana, Namibia, Tanzania, Zimbabwe, Camerun e Zambia.

Chi difende gli animali selvatici in Africa rischia spesso la vita. Non si contano i ranger uccisi ogni anno dai bracconieri, L scorsa, in un mese ne sono stati uccisi una decina.

Anche gli attivisti animalisti sono presi di mira. Il 16 agosto dell scorso, a Dar es Salaam, capitale della Tanzania, due uomini armati hanno ucciso l animalista sudafricano Wayne Lotter, 51 anni, fondatore della Pams Foundation, che aiuta i governi africani nella lotta al bracconaggio. Il 4 febbraio scorso a Nairobi in Kenya stato ucciso in casa con una coltellata alla gola Esmond Bradley Martin, 76 anni, americano, una vita passata a dare la caccia ai trafficanti di avorio e corni di rinoceronte.
ugg in saldo bracconiere ucciso e divorato dai leoni

ugg ugg australia Botteghe artigiane

ugg o emu Botteghe artigiane

Lo sviluppo turistico di una città può passare anche dall’artigianato perché per il turista l’artigianato può diventare un elemento di attrattività. Ne sono certe la titolare della Bottega FilaFiabe di viale D’Annunzio Elena Puntin e la guida turistica Sabrina Pellizon che hanno promosso per lunedì pomeriggio un incontro con tutti gli artigiani che vorranno partecipare al loro progetto. L’obiettivo finale è quello di realizzare un itinerario alla scoperta dell’artigianato “Made in Gorizia” capace di abbinare la visita culturale alla passeggiata tra le botteghe. Tra gli altri c’è chi lavora la lana e chi il vetro, ma c’è anche chi crea dolcie e piccoli oggetti. Artigiano deve essere inteso in senso ampio. Artigiano è anche l’artista o il titolare di un negozio di nicchia. Essere artigiani non vuol dire solo vendere, significa anche raccontare storia e anima di un luogo. Le botteghe e i laboratori possono diventare uno “spunto narrativo” attraverso il quale il turista entra nella creatività di un territorio, osservano le promotrici. La domanda da cui muove tutto e che farà da sfondo al word caffé in programma alle 16 da FilaFiabe è: ” possibile guidare il turista attraverso la città per una fruizione più “profonda” e personalizzata del prodotto artigianale?”. Lunedì si discuterà intorno ad alcune domande: cosa acquista o vorrebbe acquistare il turista che visita Gorizia? Esistono già degli shopping tour organizzati o altre iniziative legate al prodotto “shopping”? Esistono o si possono creare laboratori esperienziali legati alle tipicità del territorio?Ogni artigiano osserva Gianluca Puntin, fratello di Elena descriverà il suo punto di vista, ma questo è solo il primo passo. Poi l’intenzione è di coinvolgere chi si occupa di recettività: dagli alberghi ai B and shopping tour”, dunque, vuole attraversare la città facendo entrare il turista in una dimensione esperienziale e su misura che sia esclusiva. Il target che si vuole intercettare con questa idea progettuale è costituito da quei turisti di nicchia che desiderano

non solo acquistare ma anche imparare, divertirsi e partecipare a qualcosa di unico e personalizzato, che permetta loro di portare a casa con sé un pezzo di Gorizia e conoscere o approfondire un particolare interesse, assicurano le promotrici.RIPRODUZIONE RISERVATA
ugg ugg australia Botteghe artigiane

ugg ugg Bossetti uccise perché respinto sessualmente

ugg stivali sito ufficiale Bossetti uccise perché respinto sessualmente

Bergamo I giudici della Corte d’Assise di Bergamo, questa mattina, hanno depositato le motivazioni che condannano all’ergastolo Massimo Bossetti per il delitto di inaudita gravità della 13enne: “L’omicidio di Yara Gambirasio è maturato in un contesto di avances a sfondo sessuale, verosimilmente respinte dalla ragazza, in grado di scatenare nell’imputato una reazione di violenza e sadismo di cui non aveva mai dato prova ad allora”.

I giudici,
ugg ugg Bossetti uccise perché respinto sessualmente
inoltre, si sono soffermati sull’aspetto “malvagio” di Bosetti: “possiede la crudeltà in termini soggettivi e morali di appagamento dell’istinto di arrecare dolore e di assenza di sentimenti di compassione e pietà”. Infine, i giudici hanno sottolineanto ancora una volta l’affidabilità del Dna, prova schiacciante che ha portato Bosetti alla condanna all’ergastolo: “E’ assolutamente affidabile il profilo genetico nucleare di Ignoto 1, che le indagini hanno stabilito essere Massimo Bossetti,
ugg ugg Bossetti uccise perché respinto sessualmente
in quanto caratterizzato per un elevato numero di marcatori Str e verificato mediante una pluralità di analisi eseguite nel rispetto dei parametri elaborati dalla comunità scientifica internazionale”.

ugg evera boom presenze

ugg earmuffs sale boom presenze

(ANSA) COSENZA, 6 FEB Boom di presenze, nello splendido scenario del castello di Corigliano Calabro dal 2 al 4 febbraio, per “L’Alta via del gusto trentino”.

Degustazioni, scuole di cucina, seminari e incontri istituzionali, sotto il segno della contaminazione, hanno animato tre giorni di promozione dei rispettivi territori.

L’evento è stato organizzato dalle Camere di Commercio di Cosenza e Trento nel solco di un gemellaggio sancito dalla firma di un protocollo di intesa. “Un successo ha affermato il presidente dell’ente camerale cosentino, Klaus Algieri al di là delle aspettative a conferma di una programmazione attenta e mirata a coinvolgere le nostre comunità in questo viaggio alla scoperta dell’enorme paniere di prodotti, culture, saperi e tradizioni che partono dalle Alpi e arrivano fino alle nostre coste. Perché chiudersi a riccio equivale a soffocare la crescita e la complessità del Made in Italy. Il matrimonio enogastronomico tra le nostre produzioni e quelle trentine, invece ha aggiunto rappresenta la necessità di lavorare affinché la cooperazione e la costruzione di strategie unitarie di co marketing non restino casi isolati. Perché tutto ciò avvenga serve un dialogo sempre più stretto tra istituzioni.

Ecco l’altra direzione del protocollo di intesa sottoscritto con l’amico e presidente della Camera di Commercio di Trento, Gianni Bort”.

“L’Italia è un patrimonio infinito ha sostenuto il presidente Bort di storie e di tradizioni che si intrecciano sullo sfondo di un paesaggio tra i più belli al mondo. Nell’era della rete globale, delle comunicazioni istantanee,
ugg evera boom presenze
dei voli a portata di clic, spesso ci dimentichiamo di questa nostra ricchezza, trascurando uno degli asset economici più importanti del nostro Paese. Ecco il senso di iniziative come la nostra. E’ compito preciso delle nostre Camere di Commercio quello di saper fare rete, di trasformarsi in una presenza capillare sul territori non solo per offrire servizi al mondo delle imprese, ma anche per attivare meccanismi virtuosi di promozione economica, per raccontare le tante vocazioni della nostra terra, per suscitare interesse e curiosità per tutto ciò che caratterizza l’identità di un’area”. L’Alta via del gusto trentino ha raccontato la forza e la vitalità di due territori. Un percorso di vini e sapori che ha attraversato l’Italia da Nord a Sud. Dalle bollicine di montagna del Trentodoc fino alla potenza del Teroldego rotaliano, passando per il Trentingrana, le mele, lo speck, la grappa e le altre eccellenze trentine di scena al Castello ducale di Corigliano. Un dialogo con i prodotti identitari della provincia di Cosenza: dai pregiatissimi oli extravergini di oliva fino alle spiccate caratteristiche del vitigno Magliocco, passando per i fichi, le clementine e le arance della Sibaritide, il caciovallo silano,
ugg evera boom presenze
salumi e prosciutti di suino nero. Prodotti e storie che hanno dato vita un serie di contaminazioni elaborate tra i fornelli dagli chef Gennaro di Pace e Walter Miori.

ugg sparkle boots boom di stupri in Germania

ugg nuova collezione boom di stupri in Germania

I dati fanno impressione. E dimostrano che quando un Paese si apre troppo all questa produce storture, crimini e pure un boom di stupri. Lo sa bene l che nell mese si è vista investire letteralmente da una tempesta di violenze sessuali. Ma ne è al corrente anche la Germania di Angela Merkel, che in questi giorni sta facendo i conti con alcune statistiche che forse la Cdu non avrebbe mai voluto leggerle.

A renderle note è stata la Sddeutsche Zeitung, quotidiano riconosciuto da tutti come assolutamente attendibile. Il quotidiano, nel presentare i dati, li ha pure definiti “sconvolgenti”. In Italia, dopo le denunce dell ministro degli Interni della Baviera, il cristiano Joachim Herrmann, il quotidiano Italia Oggi ha riportato quando emerso dagli studi dei tedeschi. Ebbene: “Gli stupri scrive Italia Oggi solo in Baviera nei primi sei mesi dell sono aumentati di quasi il 50% rispetto allo stesso periodo del 2016: da 463 a 685. L scorso i profughi responsabili furono 66, nell semestre 126, con un aumento del 91%. Nel corso dell nte ro 2016, sul totale dei reati sessuali, 6.100 (un dato stabile negli ultimi anni), il 70,7%, è stata compiuto da tedeschi, il 29,3% da stranieri, e tra questi l erano fluechtlinge, fuggiaschi. Nel 2015 furono il 6,4%, e nel 2007 appena l Avete capito? Quasi il 30% degli stupri viene commesso da immigrati, di cui l sono i profughi appena arrivati. Pochi rispetto al 70% di autoctoni? Assolutamente no. Nella sola Baviera infatti ci sono 12,44 milioni di persone e appena 156mila immigrati. Ovvero poco più dell e commettono l delle violenze. Un po troppe. La Germania ha pagato a caro prezzo le politiche migratorie della Merkel: i profughi che commettevano stupri, infatti, erano appena il 6,4% e nel 2007 solo 1,7%. E poi dicono che l incontrollata non è un problema.

ci sono poi gli stupri che sono conteggiati o meglio, conteggiati a parte , quelli commessi all’interno degli Heim, i centri accoglienza, tra sedicenti rifugiati; i casi più nascosti sono quelli dei mariti che violentano le mogli magari quindicenni perché restino incinte; una donna incinta non può essere espulsa, così ci sono non si sa quante ragazze che a diciassette anni hanno già tre figli; gli stupri omosessuali non si contano, con buona pace dell’Islam; Berlino era una città relativamente tranquilla, evitando alcuni quartieri, ora è un inferno;

Gio, 21/09/2017 12:45

Nella trepidante attesa dell’autorevole voce in materia di tale franco a trier_DE,
ugg sparkle boots boom di stupri in Germania
per agevolargli il compito, riprendo qui due suoi precedenti interventi : 1) Articolo “FINLANDESE ABUSATA E RAPINATA” commentai : franco a trier_DE 19:24 scrive : “ogni giorno succedono stupri violenze in Italia . . . come mai in Germania non succedono queste violenze e stupri?” Voilà l’ex italiota malamente teutonicizzato che ha sfornato l’ennesima ca22aten. In Crante Cermania non succedono violenze ? Vada, vada altrove, magari a Colonia in attesa della 2a edizione di violenze sessuali di massa 2) Articolo “CATANIA DOTTORESSA STUPRATA” il già citato ex italiota malamente teutonicizzato scrisse ogni giorno in Italia poi voi criticate la Germania? non commentai (tempo perso).

Gio, 21/09/2017 14:29

La Svezia ha talmente tanti casi di stupro commessi da immigrati mussulmani che 1) il governo ha viatato alla polizia di comunicare ai giornali la nazionalità degli stupratori 2) tutti gli eventi, concerti, feste di piazza sono stati cancellati. Hanno vinto loro, gli svedesi devono rinunciare al loro stile di vita e rassagnarsi. Sei contenta, schifosa Sbordrinka o non ti basta ancora? “I migranti oggi sono l’elemento umano, l’avanguardia di questa globalizzazione e ci offrono uno stile di vita che presto sarà molto diffuso per tutti noi”. (Non censurare come fate di solito).

Gio, 21/09/2017 14:34

cito il commento di matteo1971 NEL LIBRO DI KALERGI PRAKTISCHER IDEALISMUS, ALLA BASE DEL PROGETTO ORIGINARIO DELL’UE, LO STESSO KALERGI DICHIARA CHE GLI ABITANTI DEI FUTURI “STATI UNITI D’EUROPA” NON SARANNO I POPOLI ORIGINALI DEL VECCHIO CONTINENTE, BENS UNA SORTA DI SUBUMANIT RESA BESTIALE DALLA MESCOLANZA RAZZIALE. EGLI AFFERMA SENZA MEZZI TERMINI CHE NECESSARIO INCROCIARE I POPOLI EUROPEI CON RAZZE ASIATICHE E DI COLORE, PER CREARE UN GREGGE MULTIETNICO SENZA QUALIT E FACILMENTE DOMINABILE DALL’ELITE AL POTERE. L’UOMO DEL FUTURO SAR DI SANGUE MISTO. LA RAZZA FUTURA SOSTITUIR LA MOLTEPLICIT DEI POPOLI, CON UNA MOLTEPLICIT DI PERSONALIT”. INSOMMA PROCLAMA L’ABOLIZIONE DEL DIRITTO DI AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI E, SUCCESSIVAMENTE,L’ELIMINAZIONE DELLE NAZIONI PER MEZZO DEI MOVIMENTI ETNICI SEPARATISTI O L’IMMIGRAZIONE ALLOGENA DI MASSA.

Gio, 21/09/2017 14:45

Mi piacerebbe sapere due cose. 1) Se in Germania i commentatori affermano che anche i tedeschi stuprano, quindi non si vede dove sta il problema e 2) se c’è qualche cervello portato all’ammasso che sostiene che gli immigrati, poverini, stuprano in quanto, poverini, non sanno che si tratta di reato, grave reato. Poverini, qualcuno glielo deve pur dire a questi che non si dovrebbe fare nella civile europa. In ultimo, se non chiedo troppo, mi piacerebbe sapere se il capo della polizia tedesca quando si tratta di menare per difendere i propri cittadini preferisce che vengano menati i poliziotti tedeschi, o in subordine gli stessi cittadini, piuttosto che gli immigrati che si ribellano a suon di sprangate e lancio di bombole del gas. Perchè se così non fosse, ovvero che lì si fa rispettare la legge, noi avremmo un certo Gabrielli da regalare volentieri alla nazione teutonica. Non chiediamo nulla in cambio, basta che se lo tengano!

Gio, 21/09/2017 15:24La notizia è stata data ieri, l’articolo è di oggi, quindi nessuna scusante. Cambiate mestiere è meglio.

Ven, 22/09/2017 01:54

anagualano 17:20 : 1) Se la prossima volta scrive in minuscolo (con le lettere maiuscole dove/quando serve) mi fa un favore altrimenti ignoro il suo commento che questa volta ho letto solo perché brevissimo. 2) Ammettiamo che l’Italia sia il paese con meno violenze, e allora ? Significa che possiamo stare tranquilli e magari, se siamo primi con distacco, che c’è ancora margine per incoraggiare a proseguire e finanche aumentare le prestazioni violente ? (. . . tanto, negli altri paesi fanno peggio). (2 invio)
ugg sparkle boots boom di stupri in Germania

shop online ugg australia boom del libro nato sul web

ugg slippers men boom del libro nato sul web

Un pomeriggio di agosto Cristina Chiperi, 16 anni, si infila le cuffie nelle orecchie e ascolta la canzone My dilemma di Selena Gomez, che si tortura nel dubbio del ti amo ti voglio per non ti amo e non ti voglio. Un Minuetto di Mia Martini versione teenager. Immagina una storia. Che inizia subito a scrivere sul suo cellulare caricandola online episodio dopo episodio, per mesi, sulla piattaforma online di self publishing Wattpad, trascinandosi nella lettura sempre pi fan. Il risultato? Tre romanzi, di cui uno in libreria con successo, e sette milioni 340mila clic. My dilemma is you (MDIY, per gli “addicted”).

I follower sono disperati: invadono i profili social dell scongiurandola di far loro sapere se gli innamorati resteranno assieme, faranno dei figli e, come nella pi romantica delle storie d vivranno felici e contenti. Un vero dilemma, come canta Selena Gomez: “Met di me ti vorrebbe, met di me ti vorrebbe dimenticare”. I lettori, invece, tutti interi, ne vogliono ancora. E sono disposti a pagare 14,90 euro per avere il libro cartaceo, adesso che lo possono trovare negli scaffali della libreria. Pagine che non potrebbero inzuppare di lacrime se Cristina non le avesse prima condivise sul social network per scrittori,
shop online ugg australia boom del libro nato sul web
di cui gi una star, mentre frequenta il liceo classico a Padova, dove si trasferita dalla Moldavia coi genitori, a due anni.

La storia va avanti pi o meno cos Cris Evans, sedici anni, vive a Los Angeles e frequenta il terzo anno dell school. La sua una vita perfetta fino a quando la sua famiglia non decide di trasferirsi a Miami. Da un giorno all viene catapultata in una nuova citt e in una nuova scuola. Tutti la accolgono calorosamente. Tranne Cameron (alias Cameron Dallas, giovane attore americano amato dalla Cristina in carne e ossa) e la sua ragazza Susan, bella, bionda, cheerleader. La bulla della scuola. E poi c Matt, con cui si mette Cristina. E poi c Cam, appunto. Il bel tenebroso. Un intreccio di amori adolescenziali, amicizie tradite, istanti un po “soft hot”, senza rinunciare ad un pizzico di giallo con la morte della sua migliore amica e al sottofondo musicale che Cristina consiglia di volta in volta per la lettura. E se piace bene, se non piace non importa. Quindi ho continuato a scrivere perch c ragazze che mi seguivano e apprezzavano la mia storia”. Che per o annuisce o si infila le mani tra i capelli. I personaggi maschili non fanno molto altro.

Poco importa se i riferimenti letterari non sono poi cos sofisticati (la sua “collega prodigio” d la texana Anna Todd dalla cui penna, anzi, dal cui smartphone ha preso vita la celebre saga “rosa” After ha detto di aver amato 50 sfumature di grigio e poco pi quando si convincono ragazzi con meno di vent a diventare clienti di una libreria per comprare un libro che hanno gi letto online. Poco importa se Cris si confessa in un “di solito non amo leggere”, se aumentano le vendite di tutti i titoli consigliati o citati dalle eroine di queste “fantafiction” online: Anna Karenina e Cime tempestose nel caso della Todd. Cent di “dilemmi” amorosi,
shop online ugg australia boom del libro nato sul web
per tutti i gusti e le et