ugg australia sito ufficiale convertiti alla religione azzurra

ugg short classic convertiti alla religione azzurra

Ma cos successo in quel preciso momento in cui tutti hanno gridato al miracolo? Per riuscire a capirlo, dobbiamo fare un passo indietro e tornare con la mente al 32 un minuto prima.

Leonardo Bonucci s un lancio da 60 metri in direzione dell belga, dove proprio in quell arriva Emanuele Giaccherini, che fino a quel momento aveva sbagliato tutto quello c da sbagliare: passaggi, cross, dribbling, mutande, calzettoni, scarpe e taglio di capelli. Non ne aveva indovinata una, e in mezz s già preso una quantità di insulti dal pubblico italiano che la metà sarebbe bastata. Ma il Giakke s uno stop alla Roby Baggio e con un destro preciso batte Cortuois, l portiere Belga. Italia 1 Belgio 0, in barba a tutti i pronostici che davano gli azzurri perdenti (compreso il mio di ieri).

Basterebbe questo gol del casentinese Giaccherini per gridare al miracolo e convertirsi seduta stante alla religione azzurra, invece è successo di più. Pochi istanti dopo. della Nazionale italiana ha iniziato a sanguinare dal volto.

Un evento prodigioso, sensazionale, unico, davanti a milioni di telespettatori: il Dio della Tattica si è fatto uomo e adesso siede (si fa per dire) sulla panchina dell questo momento, Belgio completamente in bambola e Italia padrone del campo e del giuoco.

Barzagli Bonucci Chiellini come la muraglia cinese. A Giaccherini e Candreva spuntano le ali. De Rossi, trasformatosi in angelo, accarezza dolcemente il bestione Lukaku. Pellè sembra Van Basten e a al 93 ce ne dà la prova segnando in sforbiciata il gol del definitivo 2 0.

Il 13 giugno 2016, a Lione, S. Antonio Conte da Lecce ha compiuto il miracolo: milioni di italiani si sono convertiti in un attimo alla fede azzurra. Niente sarà più come prima, adesso siamo invincibili.

Altre tre quattro cose da dire sulla giornata di ieri, che in confronto a quello che è successo la sera durante Italia Belgio sono bazzeccole, quisquille e pinzellacchere:

Alle 15 a Tolosa si sono affrontate Spagna e Repubblica Ceca. Il tiki taka bello, divertente e coinvolgente delle rosse è ormai uno sbiadito ricordo. All però, l Andres Iniesta unico portavoce dei tempi che furono serve un delizioso assist per la testa del marito di Shakira (il difensore Gerard Piqué) che sigla il definitivo 1 0.

Alle 18 Svezia e Irlanda hanno pareggiato 1 1. Un Svezia è riuscita a strappare un pareggio grazie ad una bellissima autorete del difensore irlandese Clark (in tuffo, di testa, veramente bello) su assist di Ibrahimovic.
ugg australia sito ufficiale convertiti alla religione azzurra

ugg 5815 Convertire una cassetta in CD Guide Varie

jumbo ugg Convertire una cassetta in CD Guide Varie

Una volta avviato il programma di registrazione impostiamo alcune preferenze; dal menu Modifica selezioniamo Preferenze, si aprirà la finestra delle impostazioni del programma. Le impostazioni principali che dobbiamo settare riguardano la sorgente da utilizzare e i canali di registrazione: selezioniamo quindi la nostra scheda audio dal menu a tendina e impostiamo la registrazione su 2 canali (stereo). In questo modo il programma registrerà utilizzando come sorgente sonora la scheda audio e registrerà dividendo i canali stereo e non accorpandoli in un traccia (mono).

Applicando le preferenze il programma è pronto a registrare.

Prima di iniziare la registrazione vera e propria è bene fare una prova di registrazione, in modo da controllare i volumi e quindi verificare che il risultato sia buono. Facciamo quindi partire la cassetta, meglio se in un punto dove il volume è piuttosto alto e poi iniziamo a registrare, premendo il pulsante di registrazione sulla barra degli strumenti:

subito vedremo lo spettro di quello che stiamo registrando avanzare man mano che la registrazione procede; se lo spettro è piatto significa che il computer non sta registrando,
ugg 5815 Convertire una cassetta in CD Guide Varie
quindi è bene verificare di aver effettuato con cura tutte le operazioni preliminari.

Controllare la figura per avere una panoramica di come si presenta la schermata di Audacity e di quali sono i controlli utilizzati.

Per ottenere un buon risultato è necessario che lo spettro non vada oltre il limite della traccia, ossia i picchi di volume non devono essere tagliati, devono stare perfettamente all della traccia; se l va oltre il limite significa che il volume è troppo alto e il risultato sarà di avere una traccia distorta. In questo caso si può operare regolando a dovere i volumi, sia quello di registrazione del computer che quello di riproduzione della sorgente sonora. Fate un po di prove per trovare il compromesso migliore.

Una volta che la prova di registrazione è andata a buon fine e siamo soddisfatti del risultato possiamo iniziare a registrare: portiamo la cassetta all premiamo il tasto di registrazione e facciamo partire la cassetta. E possibile e anzi consigliato registrare due tracce differenti, una per lato, in modo da poter interrompere la registrazione per girare il lato della cassetta.
ugg 5815 Convertire una cassetta in CD Guide Varie

ugg outlet uk Converse fa causa a 31 società

red ugg boots Converse fa causa a 31 società

Non la stella sul lato e neppure la scritta Chuck Taylor. Ma sono la punta, la forma, il tipo di suola a rendere Converse All Star un’icona. Tanto importante da valer una causa contro 31 gruppi e rivenditori che in qualche modo hanno messo sul mercato un prodotto simile a quel monumento dello stile americano. avvenuto oggi a New York, dove Converse marchio sportivo con pi di cento anni di storia, controllato da Nike ha accusato marchi come Fila e Skechers di avere infranto un loro brevetto. Non solo. Perch ha anche portato il caso davanti alla International Trade Commission: se dovesse spuntarla tutte le scarpe che copieranno lo stile All Star non potranno pi essere vendute negli Stati Uniti.

Fantascienza, visti i volumi di imitazioni e prodotti simili (ma non troppo) alle famose Chuck Taylor. Di certo una questione di denaro, visto che la macchina All Star produce introiti milionari all’interno di Converse che ha chiuso il primo trimestre fiscale 2015 con ricavi da 575 milioni di dollari, il 16% in pi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un buon risultato. Ma la societ vuole di pi tentando di evitare che le centinaia di altre versioni possano mangiarsi una parte consistente della torta. “Il vero obiettivo quello di fermare questa pratica”, ha detto l’amministratore delegato di Converse, Jim Calhoun, al New York Times. “Siamo abbastanza fortunati visto che possediamo quella che potremmo considerare una icona americana”.

Converse inizi a produrre scarpe e vestiti per sportivi nel febbraio 1908 a Malden, Massachusetts. Le All Star arriveranno sul mercato nel 1917, anche se il vero colpo lo fecero nel 1923 quando furono rinominate Chuck Taylor, con il nome del giocatore di basket che divenne ambasciatore del gruppo. Dall’inizio della loro storia a oggi ne sono state vendute pi di un miliardo. E i numeri si moltiplicherebbero se si considerassero tutte le imitazioni.

Nella causa Converse sostiene che i 31 gruppi in questione abbiano violato uno o pi marchi depositati: la doppia riga nera intorno alla suola, ma soprattutto la punta in plastica bianca. Il produttore americano sostiene anche di avere inviato oltre 160 ingiunzioni affinch le aziende interessate cessassero di vendere scarpe simili alle loro. La legge non permette infatti alle societ di proteggere parti del design che siano funzionali. Inoltre il gruppo che fa causa deve provare che i consumatori associno una forma particolare al produttore. Di fatto non baster la popolarit internazionale (peraltro riconosciuta a Converse) per fermare l’esercito di repliche.

“Non puoi solo dire che i consumatori apprezzano il design del tuo prodotto. E neppure limitarti a dire che il tuo design sia diverso o innovativo. I consumatori devono associarlo con la fonte del design”, ha detto al quotidiano di New York R. Polk Wagner, professore di legge alla Law School della University of Pennsylvania. A questo punto Converse dovr provare che le sue scarpe siano riconosciute universalmente come sue e non di altri. Far passare attraverso i tribunali il concetto ben noto a coloro che comprano scarpe simili alle All Star e che tutti gli amici almeno una volta hanno criticato, bollandole come “tarocche”.

Dopo il passaggio di Mike Pompeo alla guida del dipartimento di Stato, la Cia sarà guidata da Gina Haspel, fino ad oggi vice di Pompeo e adesso la prima donna a capo dell’agenzia d’intelligence americana. Ma Haspel, 61 anni, ha una lunga carriera come agente e soprattutto un passato indissolubilmente legato a diversi episodi di tortura. Nel 2002 aveva guidato diverse sessioni in cui due sospetti terroristi erano stati torturati all’interno di una prigione segreta in Thailandia. Le registrazioni di quegli interrogatori, scrive il New York Times in un profilo della donna pubblicato nel febbraio del 2017, sono state distrutte, su ordine di Haspel. Facevano riferimento a un periodo compreso tra il 2002 e il 2005.

Ennesimo colpo di scena nella saga che vede protagonisti Qualcomm e Broadcom. In una mossa piuttosto insolita, il presidente americano Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo con cui ha bloccato l’acquisizione del produttore americano di microprocessori da parte dell’azienda rivale con sede a Singapore (ma intenzionata a trasferire il suo domicilio in Usa). L’Opa ostile lanciata da Broadcom e rifiutata da Qualcomm in più occasioni avrebbe ridisegnato la prossima generazione delle tecnologie mobile, in primis la rete 5G.

La Russia avrà anche interferito nelle elezioni presidenziali americane del 2016 e magari continuerà a farlo in altre occasioni ma non ci sono prove che Donald Trump o persone a lui associate si siano macchiati di collusione con Mosca. E’ questa la conclusione a cui sono giunti i repubblicani parte della commissione Intelligence della Camera, e che è destinata a sollevare le critiche dell’opposizione democratica. Non solo perché intendono chiudere cos” l’inchiesta ma anche perché quei repubblicani sono convinti che le azioni del Cremlino non siano state pensate per favorire il miliardario di New York nella sfida contro la democratica Hillary Clinton nella corsa verso la Casa Bianca, tesi opposta a quella sostenuta dall’intelligence Usa.

Gli elettori del diciottesimo collegio della Pennsylvania eleggeranno domani un nuovo membro della Camera degli Stati Uniti. A sorpresa, si tratta di un confronto senza un chiaro favorito, nonostante si tratti di una zona di elettori bianchi e appartenenti alla classe operaia,
ugg outlet uk Converse fa causa a 31 società
in mano repubblicana dal 2002 e che ha votato massicciamente per Trump e Romney alle ultime due presidenziali; di fronte, il democratico Conor Lamb, 33 anni, ex procuratore, e Rick Saccone, 60 anni, parlamentare statale che una volta si è descritto come “un Trump prima che Trump fosse Trump”.

L’era travagliata di Rex Tillerson al dipartimento di Stato è finita. L’ex Ceo di Exxon Mobil va ad aggiungersi al lungo elenco di persone silurate dal presidente americano. In un tweet, Donald Trump ha scritto che Mike Pompeo, il direttore della Cia, diventerà il nuovo numero uno della diplomazia americana. “Farà un lavoro fantastico! Grazie a Rex Tillerson per il suo servizio! Gina Haspel diventerà il nuovo direttore della Cia, la prima donna a essere scelta [per questo incarico]. Congratulazioni a tutti!”, recita il cinguettio del leader Usa.

Leonardo vuole crescere ancora di più nei servizi spaziali della geoinformazione, un mercato mondiale da 8,3 miliardi di euro che nel giro di al massimo un decennio è visto raddoppiare in valore. Per farlo, il colosso italiano dell’aerospazio ha deciso di puntare su una costellazione speciale di mini satelliti per l’osservazione della Terra con cui arrivare a distinguersi come “global data operator”. Perché ormai, l’obiettivo non è quello di fornire alla clientela immagini satellitari ma informazioni da esse estratte attraverso la capacità di elaborazione dei dati.

Leonardo vuole crescere ancora di più nei servizi spaziali della geoinformazione, un mercato mondiale da 8,3 miliardi di euro che nel giro di al massimo un decennio è visto raddoppiare in valore. Per farlo, il colosso italiano dell’aerospazio ha deciso di puntare su una costellazione speciale di mini satelliti per l’osservazione della Terra con cui arrivare a distinguersi come “global data operator”. Perché ormai, l’obiettivo non è quello di fornire alla clientela immagini satellitari ma informazioni da esse estratte attraverso la capacità di elaborazione dei dati.

E adesso inziano le intense attività di lobby. In vista dell’introduzione, dal 23 marzo, di dazi del 25% sull’acciaio e del 10% sull’alluminio in arrivo negli Stati Uniti da “tutti i Paesi fatta eccezione per il Messico e il Canada”, i governi stranieri si preparano a fare nuovamente pressione. L’obiettivo è uno solo: essere esentati dalla misura controversa voluta da Donald Trump. In prima fila potrebbero esserci Brasile, Cina, Corea del Sud, Giappone, Germania e Turchia,
ugg outlet uk Converse fa causa a 31 società
i cui ordini potrebbero subire il colpo più duro visto che la prima economia al mondo importa da loro l’acciaio di cui necessita.

vendita ugg Convegno del Coordinamento Donne Spi contro femminicidio a Firenze

vendita ugg italia Convegno del Coordinamento Donne Spi contro femminicidio a Firenze

“Un fenomeno i cui numeri danni i brividi ha detto nel suo intervento la segretaria dello Spi Toscana Daniela Cappelli . Nel solo 2012 sono state 124 le donne uccise per mano di mariti, ex, compagni o conoscenti. Uccise perché donne. Nei primi mesi dell in corso siamo a 36 con una lista che si allunga di giorno in giorno”. Per questo il Coordinamento Donne Spi della Toscana ha deciso di fare della lotta alla violenza sulle donne un tema prioritario da portare nella contrattazione sociale e territoriale: per creare progetti che coinvolgano le scuole; i Comuni, le associazioni; per costruire una cultura del rispetto; “perché si investa nei Centri antiviolenza, nelle strutture che possono raccogliere l di donne in difficoltà ha detto Cappelli prima che sia troppo tardi”!L è stato aperto con la lettura dei nomi delle ultime tre vittimedi violenza Ilaria, Chiara e Alessandra mentre sugli scalini dell erano stati piazzate tante scarpe rosse per ricordare le troppe, donne ammazzate in Italia.E stato il Centro Antiviolenza Artemisia di Firenze ha comunicare i dati toscani sulle denunce di violenza.Nel 2012 sono state 1832 le donne che si sono rivolte ai 12 centri antiviolenza in Toscana: a Firenze il 25% delle donne che hanno chiesto aiuto hanno dai 30 ai 39 anni, il 10% supera i 60 anni e il 30% tra i 40 e i 49 anni.La violenza sulle donne non fa differenza di censo, ceto e regionalità e così anche di età ha spiegato la segretaria dello Spi Toscana, Daniela Cappelli: secondo i dati forniti da Telefono Rosa sono in aumento le donne anziane che denunciano le violenze subite in famiglia; negli ultimi anni si è registrato un numero crescente di casi nella fascia d’età che va dai 55 ai 65 anni.
vendita ugg Convegno del Coordinamento Donne Spi contro femminicidio a Firenze

ugg in sconto contro la violenza sulle donne

ugg boots retailers contro la violenza sulle donne

Ma il 25 novembre è un per fermarsi a riflettere su quanto ci sia ancora da fare per fermare questa follia, e per ricordare tutte le donne che si sono battute nel corso della storia per far prevalere i propri diritti ed avere giustizia. In questa giornata così importante, abbiamo deciso di parlarvi dell come mezzo per combattere la violenza. Ma Regina José Galindo è conosciuta sopratutto per la performance ( o dallo spagnolo) che nel 2005 fece riflettere e spinse molte persone ad affrontare più da vicino il tema della violenza contro le donne. L si incise sulla pelle la parola con un coltello, per protestare con il suo stesso corpo contro le violenze subite dalle donne del Guatemala.

Il muro di bambole di Jo Squillo

Nel 2014 un muro di Milano si è trasformato in un d grazie a un di Jo Squillo e WeWorld Intervita. L ha voluto protestare contro la violenza sulle donne appendendo alla parete tantissime bambole, come simbolo dell e della solidarietà tra donne. Molti artisti e stilisti hanno preso parte a questo progetto aggiungendo la loro bambola al muro di via De Amicis. Ecco qualche dato sconvolgente da WeWorld Intervita:

“NEL MONDO 130 milioni di donne hanno subito mutilazioni genitali. 1 donna su 5 è stata vittima di violenza fisica o sessuale.

IN ALCUNI PAESI lo stupro da parte del marito è ancora legale e la brutalità sulle donne è una normale componente culturale.

IN AMERICA una donna ogni 15 secondi viene aggredita, spesso dal coniuge.

IN EUROPA 62 milioni di donne 1 su 3 sono vittime di maltrattamenti.

IN ITALIA 1 milione di donne hanno subito abusi e molte non ci sono più. Tutti coloro che stavano passando vicino alle Colonne di San Lorenzo per andare a lavorare sono rimasti a bocca aperta quando si sono accorti che il grigiore della strada si era tinta del rosso delle calzature. L di questa iniziativa è l messicana Elina Chauvet che ha portato le sue Rojos in tutto il mondo per raccontare le violenze subite dalle donne del suo paese. Ogni paio di scarpe rappresenta una donna uccisa o scomparsa e una sconfitta per la nostra umanità.

L brasiliana ha deciso di raccontare la violenza subita dalle donne attraverso la Street Art. La sua arte è riconosciuta a livello mondiale, non solo per l dei messaggi che trasmette ma anche per la sua grande abilità. I suoi graffiti, di grandi dimensioni e caratterizzati da colori accesi, rappresentano donne dagli occhi tristi e lo sguardo sofferente, un modo efficace ed immediato per esprimere il dolore delle vittime di abusi e violenze e sensibilizzare il proprio paese ad un tema così importante.

Le magliette di Elvan zkavruk AdanreJovita Sakalauskaite Kurnaz

Le due artiste turche hanno deciso di reinterpretare l tradizione delle talismaniche in chiave femminile. Questi indumenti venivano infatti indossati nella cultura ottomana come simbolo di protezione per i guerrieri durante le battaglie. Con il progetto od Fear and Despair; Talismanic Shirts (il rifiuto della paura e della disperazione: le camicie talismaniche), le artiste hanno donato alle donne vittime di violenza una protezione simbolica che, attraverso delle magliette ricamate, permette di attivare l su questa tematica importante che molto spesso viene trascurata o ignorata.

Erik Ravelo

Vi ricordate la campagna pubblicitaria per il Gruppo Benetton che raffigurava diversi personaggi politici che si baciavano sulla bocca? Erano opera del controverso artista cubano Erik Ravelo,
ugg in sconto contro la violenza sulle donne
che, qualche anno dopo, è tornato a parlare di sé con la campagna sociale violence against women in collaborazione con il fotografo cinese Shek Po Kwan. Le immagini della campagna, che ha come tema principale la protesta contro lo stupro, sono state considerate scandalose tanto che l è stato censurato su Facebook. Le proteste di Ravelo non sono tardate ad arrivare: Perché nei social network troviamo ogni giorno immagini che incitano al sessismo, al razzismo e alla violenza e viene impedita la pubblicazione di fotografie volte a sensibilizzare il pubblico su un tema delicato ed importante come la mutilazione femminile? dipinti di Alberto Penagos

L’artista messicanoha realizzato una raccolta di dipinti intitolata Against Women Le opere mostrano delle donne doloranti e sofferenti che riescono a trasmettere, attraverso le loro espressioni ed i loro sguardi un senso di disagio e impotenza davanti alla cattiveria e alla violenza.

Le targhette diLise Bjrne Linnert

L norvegese ha dato vita al progetto Unknown / Ukjent (in italiano in cui ogni donna che desidera partecipare si impegna a ricamare due targhette di stoffa, una con il nome di una delle vittime assassinate nella città messicana di Ciudad Juarez e l con la parola scritta nella propria lingua d Un modo per ricordare tutte le donne vittime di violenze.

Le fotografie di Patricia Evans

l americana ha raccolto 25 fotografie che la ritraggono dopo aver subito l sessuale che le ha cambiato la vita. Il titolo della raccolta fotografica, fredda e impersonale come un report della polizia, è molto forte: Hidden in the radiant green, a man waits. In hate blinded hands, darkness waits nello splendente verde, un uomo aspetta. Con le mani accecate dall attende l Attualmente Patricia Evansraccoglie i volti e le testimonianze delle vittime di assalti sessuali nella collezione “The Voices and Faces Project”.

I tatuaggi diFlavia Carvalho

La tatuatrice brasiliana realizza tatuaggi gratuiti per le vittime di violenza per coprire le loro cicatrici. Un tatuaggio non basta per dimenticare la sofferenza, ma è un modo per ricordare che attraverso il dolore diventiamo più forti e non dobbiamo mai avere paura di combattere.
ugg in sconto contro la violenza sulle donne

ugg rivenditori italia contro il Galatasaray ancora Diego Lopez

guanti ugg contro il Galatasaray ancora Diego Lopez

La Spagna idolatra i suoi campioni con religioso ossequio: Iker Casillas è probabilmente il portiere più forte del mondo, non fosse altro per il suo palmares, e in terra iberica, in cui è sicuramente il numero uno più bravo di sempre, non a caso lo chiamano San Iker. Il curriculum, così come i numeri, parlano per lui: ha vinto tutto, ha giocato quasi tutte le partite, col Real Madrid ha saltato appena 9 incontri su 105 in Champions e, al netto degli acciacchi, dal 2002 è sempre partito titolare a difesa della porta delle merengues. L’ultima volta che si accomodò in panchina si giocava la finale di Champions col Bayer Leverkusen, Vicente Del Bosque gli preferì Cesar dal primo minuto ma quest’ultimo finì ko a gara in corso e il giovane Iker, già comunque considerato tra i migliori estremi difensori del pianeta a 21 anni, fu decisivo nel 2 1 finale. Da allora, che fosse stata camiseta roja o camiseta blanca, lui c’è sempre stato, sin dal primo minuto.

Quest’anno però qualcosa è cambiato: già a dicembre a Malaga Casillas si era accomodato in panchina (e giù critiche nei confronti di Mourinho che per altro perse la sfida della Rosaleda per 3 2), poi a metà gennaio il portierone spagnolo si fratturò il pollice della mano sinistra e finì in infermeria tanto da costringere la dirigenza madridista a dirottare su Diego Lopez, gigante del Siviglia che fu secondo proprio di Casillas al Bernabeu tra il 2005 e il 2007. Lopez ha mostrato qualche incertezza iniziale ma poi ha preso confidenza e ha sfoderato ottime prestazioni: nella doppia sfida contro il Manchester United in Champions League ma anche contro il Bara in Coppa del Re, mentre Casillas pian pianino guariva dall’infortunio. Fino al via libera dato dai medici: il numero uno del Real è guarito,
ugg rivenditori italia contro il Galatasaray ancora Diego Lopez
Mourinho però non lo vede più.

Nelle partite giocate la settimana scorsa dalla Spagna, Del Bosque non lo ha convocato, stesso trattamento dedicatogli dallo Special One sabato contro la Real Saragozza; gioca Diego Lopez, una buona prestazione come al solito: “Non posso dire che sarà lo stesso da qui alla fine della stagione. Ma una volta di più Diego Lopez ha giocato un ottimo match, come già contro il Manchester United o in altre occasioni” ha spiegato a fine gara il lusitano che stasera sarà di scena a Madrid contro il Galatasaray. Casillas non ci sarà, nemmeno convocato: “Iker si sta allenando bene, deve aspettare la sua occasione, sono sempre stato onesto con lui”. E poi: “Ha il via libera dei medici, ma non ancora quello competitivo”. Perché questo mezzo accanimento?

I conti si fanno presto, quella dell’allenatore di Setubal pare una vendetta per tutte gli spifferi che in passato erano usciti dallo spogliatoio Real: imputato numero uno, almeno nei pensieri di Mourinho, era proprio Casillas per via della relazione con la giornalista Sara Carbonero. E ora che l’addio quale tecnico delle merengues pare a un passo (magari vincendo la Champions come nel suo stile, vedi le partenze da Porto e dall’Inter), si toglie qualche sassolino dalla scarpa, così, a cuor leggero. Intanto però San Iker trema e ci vorrà tutta la sua classe per riprendersi quello che la sfortuna e Mourinho gli ha levato in questa stagione: in fondo capitò anche a Gigi Buffon con Storari e in una certa misura con Abbiati (ma solo per guai fisici), in entrambi i casi si è ripreso la maglia da numero uno grazie al suo status, certificato non a caso, di campionissimo.
ugg rivenditori italia contro il Galatasaray ancora Diego Lopez

ugg ciabatte Contrafatto e Lucchetta sbarcano a Gela

ugg handbags Contrafatto e Lucchetta sbarcano a Gela

Il tour italiano CampioniDiVita arriva in Sicilia, a Gela. L’evento, al suo secondo appuntamento dopo Ravenna, è stato ideato per sensibilizzare gli studenti delle scuole superiori di tutta Italia ai valori educativi di integrazione, aggregazione, passione e rispetto delle regole legati allo sport.

Oney Tapia e Monica Contrafatto, insieme all’ex pallavolista di caratura mondiale Andrea Lucchetta nel ruolo di moderatore, hanno incontrato al Teatro Eschilo duecento ragazzi della città siciliana per raccontare la loro storia di atleti di successo e di ambasciatori dello sport paralimpico a livello nazionale ed internazionale.

L’iniziativa, che si sviluppa in tre tappe (l’ultima a Livorno il 25 gennaio), è sostenuta congiuntamente da FISPES ed ENI, partner del Comitato Italiano Paralimpico, in collaborazione con AP Communication.

Monica Contrafatto si presenta davanti al pubblico di casa. La sprinter 36enne, nata e cresciuta a Gela, rivela le aspirazioni che l’hanno portata a vestire la divisa dell’Esercito, ad andare in missione di pace per poi rinascere attraverso l’Atletica paralimpica dopo l’amputazione della gamba: “Sono patriottica, porto sempre con me due bandiere dell’Italia. A 15 anni, mentre tutti i miei coetanei volevano diventare cantanti o medici, io volevo fare la poliziotta e difendere le persone buone. Nella prima missione in Afganistan distribuivamo coperte e beni di prima necessità, ed i bimbi, che camminavano senza scarpe, ti riempivano di riconoscenza e voglia di vivere. Essere un militare per me è stato il coronamento di un sogno. Con la prima convocazione ai Mondiali paralimpici è arrivata la felicità”.

Nella sua breve carriera da sportiva, Contrafatto ha già collezionato tre medaglie internazionali nei 100 metri categoria amputati T42: due bronzi agli Europei di Grosseto e ai Giochi Paralimpici di Rio 2016,
ugg ciabatte Contrafatto e Lucchetta sbarcano a Gela
mentre l’anno scorso ottiene il secondo gradino del podio mondiale di Londra.

Per lei si parla di sogno realizzato: “Se ci credi con la forza di volontà, le cose accadono. La medaglia di Rio me la sono sudata con ore di fatiche al campo. Prima, da normodotata, guardavo i disabili con occhio pietoso, dopo ho capito che non c’è differenza tra essere un atleta paralimpico o olimpico perché siamo tutti atleti in modo indistinto. La disabilità è nella testa della gente. Le persone si connotano non per il corpo che hanno, ma per il loro cuore”.

Oney Tapia invece ha sempre avuto un talento sportivo innato, avendo praticato la boxe ed il baseball a Cuba dove è cresciuto, e poi in Italia dove si è trasferito nel 2003: “Prima non avevo mai sognato di arrivare alle Olimpiadi o di gareggiare in un torneo internazionale. Questa nuova vita da non vedente mi ha permesso di affrontare i miei giorni in modo diverso, aprendomi ad una nuova dimensione”.

Dopo l’incidente del 2011 in cui ha perso la vista, lo sport è stata la rinascita che lo ha portato all’oro europeo e all’argento di Rio nel lancio del disco: “Mi sono rimboccato le maniche e ho trovato la forza di rialzarmi. Siamo noi stessi a doverci tirare su e a crearci il nostro motore: quando agiamo, l’energia cambia. Bisogna sempre cercare qualcosa per stare bene e poi puntare ad un traguardo. Dopo gli Europei, sono stato ambizioso e mi volevo fare un regalo a livello sportivo ma ho capito che, per realizzarlo, dovevo aumentare l’impegno e fare un salto di qualità. Con il disco voglio fare ancora tante cose belle, abbiamo un rapporto meraviglioso”.

Andrea Lucchetta chiude l’incontro così: “Lo sport è una filosofia di vita ed è importante per rimettersi in pista, donare se stessi e provare a cercare il sogno”.

Il messaggio più grande che gli atleti hanno lasciato agli studenti di Gela è stato quello di credere in se stessi perché, solo avendo fiducia, si raggiungono traguardi e sogni, proprio come hanno fatto Oney e Monica: “Coraggio, sacrificio, voglia di impegnarsi, pensare positivo: basta poco per essere campioni di vita e di noi stessi”.
ugg ciabatte Contrafatto e Lucchetta sbarcano a Gela

original ugg Consulenti e collaboratori Male’

ugg ultra short Consulenti e collaboratori Male’

la gestione ed il trattamento dei dati viene effettuata unicamente dall’amministrazione che pubblica online le informazioni. La Gazzetta Amministrativa non è autorizzata a modificare, cancellare e/o eliminare i dati pubblicati dagli Enti che utilizzano i servizi gratuiti “Amministrazione Trasparente” e “Albo Pretorio”.I dati personali sono riutilizzabili in termini compatibili con gli scopi per i quali sono raccolti e nel rispetto delle norme sulla protezione dei dati personali.Qualsiasi richiesta deve essere inoltrata direttamente all’amministrazione che ha caricato online i dati.GC 8 DD. 03.02.2015 AFFIDO INCARICO DOTT. ALBERT BALLARDINI PER VERIFICA ATTREZZATURE COMUNALI EX D. LGS.GC 9 DD. 03.02.2015 AFFIDO ALL’ING. RELATIVAMENTE AI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE FUNZIONALE ED ENERGETICA DEL CORPO ‘A’ DELL’EDIFICIO SCUOLA MEDIA G. CICCOLINI DI MALE’ SEDE DELL’ISTITUITO COMPRENSIVO BASSA VAL DI SOLE.GC 11 DD. INCARICO DI CONSULENZA PER LA GESTIONE TECNICO AMMINISTRATIVA DEGLI IMPIANTI IDROELETTRICI ‘MOLINI DI TERZOLAS’ , E ‘FOLGARIDA’ ‘PLAUCESA’ PER LA GESTIONE ASSOCIATA ACQUEDOTTO DI CENTONIA ANNO 2015.GC 12 DD. DI PERGINE VALSUGANA PER REDAZIONE DOCUMENTO INTEGRATIVO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E PIANO DI EMERGENZA EDIFICIO PISCINA E WELLNESS.GC 17 DD. 17.02.2015 AFFIDO INCARICO GEOM. MALE’ CON ASSUNZIONE FUNZIONI DI COORDINATORE PER LA SICUREZZA.GC 42 DD. 10.03.2015 AFFIDO INCARICO AL DOTT. GEOLOGO DALLA TORRE NICOLA DELL’ATTIVITA’ DI ASSISTENZA E DI SUPPORTO OPERATIVO PER IL MANTENIMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE AZIENDALE EMAS TRIENNIO 2015 2017.GC 44 DD. 17.03.2015 AFFIDO INCARICO DOTT. MALE’.GC 47 DD. 24.03.2015 AFFIDAMENTO INCARICO PER L’ATTIVITA’ DI ASSISTENZA PER IL RINNOVO ED IL MANTENIMENTO ANNUALE DELLA CERTIFICAZIONE EMAS TRIENNIO 2015 2017 AL DOTT. BALDONI FRANCESCO.GC 55 DD.GC 56 DD. 31.03.2015 AFFIDO INCARICO ING. MASSIMILIANO VIALLI PER REDAZIONE PROGETTO ESECUTIVO DEGLI IMPIANTI IDROELETTRICI MALE’ 1 E MALE’ 2.GC 57 DD. 31.03.2015 AFFIDO INCARICO ING. SPALLANZANI EMILIANO PER LO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DI COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE RELATIVAMENTE AI LAVORI DI COSTRUZIONE DEGLI IMPIANTI IDROELETTRICI MALE’ 1 E MALE’ 2.GC 72 DD. 14.04.2015 CENTRO WELLNESS AFFIDO INCARICO ING. SAVERIO INAMA PER ADEGUAMENTO VERIFICHE SCARICHE ATMOSFERICHE NORMATIVA UNI 62305/2013.GC 77 DD. 28.04.2015 INCARICO INTEGRATIVO AL GEOM. BOLENTINA.GC 89 DD.GC 104 DD. 03.06.2015 AFFIDO INCARICO ALLA DITTA CONSULTEC SRL PER ANALISI DOCUMENTALE E REDAZIONE PIANO DI CARATTERIZZAZIONE SITO CONTAMINATO IN AREA PRODUTTIVA DI MAL.GC 105 DD. 03.06.2015 AFFIDO INCARICO AL GEOM. ENDRIZZI PIERLUIGI PER RINNOVO ATTESTAZIONE PERIODICA DI CONFORMIT DELLA CENTRALE TERMICA PRESOS EDIFICIO EX PRETURA DI MAL.GC 120 DD. RABBI AFFIDO INCARICO DOTT.GC 124 DD. 07.07.2015 AFFIDO INCARICO ALL’ARCH. BOLENTINA.GC 125 DD. 07.07.2015 AFFIDO INCARICO AL GEOM. BOLENTINA (APE).GC 126 DD. 07.07.2015 AFFIDO INCARICO GEOM. BOLENTINA.GC 129 DD. 14.07.2015 AFFIDO INCARICO DOTT. DANIELE DALLAVALLE PER LA REDAZIONE DI RELAZIONE GEOLOGICA RELATIVAMENTE AI LAVORI DI BONIFICA CON SISTEMAZIONE VIABILITA’ MALGA VILAR ALTA.
original ugg Consulenti e collaboratori Male'

ugg uk online Consigli per la cura della pelle

ugg prezzi italia Consigli per la cura della pelle

Vivere con il diabeteComplicanzeUna serie di criticità legate alla patologia. Tipologie, consigli e cure.Vivere con il diabete di tipo 1 Diabete di tipo 1: le complicanzeDiabete di tipo 1: cura e terapiaConsigli sull di insulinaVivere con il diabete di tipo 2 Diabete di tipo 2: le complicanzeDiabete di tipo 2: cura e terapiaBambini e giovani con il diabete Il diabete giovanile: cos e come si curaSintomi, valori e cura del diabete giovanileControlli ed esamiMalattie, vaccinazioni e controllo della glicemiaAutomonitoraggio (misurazione, controllo glicemia, insulina, ecc) L della glicemiaAutocontrollo dei corpi chetonici nelle urineAutocontrollo del glucosio nell’urinaDiario della glicemiaComplicanze Le complicanze del diabeteLe complicanze croniche del diabeteLe complicanze acute del diabeteLa Balanopostite: un complicanza del diabeteCos la disfunzione erettile?Un problema che ha una soluzioneIl ruolo del partnerLa curaGlicemia alta al mattinoLe cause della glicemia altaLesioni cutanee causate dalle complicanze del diabeteLesioni cutanee frequentiIl diabete e la pelleConsigli per la cura della pelleIpoglicemia: cause e sintomiL in caso di esercizio fisicoSport ed esercizio fisico Esercizio fisico e sportQuale Attività Fisica per il Diabetico?Esercizio fisico e terapieSport: consigli e precauzioniVacanze e viaggi Vacanze e viaggiCosa mettere in valigiaViaggi all consigli praticiVacanze e sportAl volante, a casa, al campoPsicologia Le diverse fasi di accettazione del disturboPerché non tenerlo nascosto?Come combattere lo stressHo il diabete: a chi lo dico?Diabete in gravidanza La gravidanza e il diabete gestazionaleIl parto, l e i rischiGli esami in gravidanzaTerapia e autocontrollo della glicemiaI sintomi e i valori nel diabete gestazionaleVivere con il diabete Complicanze Il diabete e la pelle Consigli per la cura della pelleConsigli per la cura della pelle Mantenere la glicemia sotto controllo è il passo più importante per prevenire le lesioni cutanee legate al diabete. La prevenzione di queste malattie, però, passa anche e soprattutto attraverso una corretta cura della pelle.Poche accortezze nella cura e detersione della pelle aiutano a prevenire le complicanze dell’epidermide direttamente o indirettamente causate dal diabete.Tra le più importanti:usare solo detergenti senza profumi,
ugg uk online Consigli per la cura della pelle
a pH acido e poco schiumosimoderare l’uso di prodotti cosmetici non necessarimantenere la pelle sempre ben idratata con creme idratanti e bevendo molti liquididopo essersi lavati asciugarsi bene controllando zone come ascelle, sotto il seno, tra le gambe e tra le ditacontrollare la pelle regolarmente per assicurarsi che non ci siano eruzioni cutanee, bolle o macchie che possono portare a infezioniconsultare un medico ogni volta che si riscontra un problema anomalo della pelle nel vostro corpoesporsi al sole con cautela e mai senza una protezione solareevitare le lampade abbronzanti a raggi UVAin caso di ferita, anche se lieve, disinfettare e medicare adeguatamenteSi consiglia inoltre di:evitare l di farmaci non indispensabili che potrebbero generare reazioni allergiche crociate con altri farmaci della terapia diabeticaevitare il ricorso all’automedicazione soprattutto con creme cortisoniche che, in caso di infezione, non risolvono ma aggravano la situazioneridurre o abolire l di sostanze come alcol, nicotina e caffeina che possono avere effetti negativi sul microcircoloindossare indumenti di cotone a contatto con la pelle perché consentono la traspirazioneevitare indumenti troppo aderenti perchè la compressione e il continuo sfregamento può provocare irritazioni che favoriscono l’insorgere di lesioni cutanee vere e proprie necessario dedicare una cura e un’attenzione particolare ai piedi per evitare ulcerazioni e lesioni cutanee molto frequenti in queste parti del corpo e che possono dar vita a complicanze anche molto serie.Bisogna, pertanto, assolutamente evitare calzature strette e che non permettono un traspirazione: il ripetersi di microtraumi continui e di macerazioni dovute al sudore favorisce buona parte delle patologie della pelle, nonché la sindrome del piede diabetico.
ugg uk online Consigli per la cura della pelle

ugg leona Consigli per i genitori

ugg boots wholesale Consigli per i genitori

Spazio Bimbi: “Bambini Digitali”: Consigli per i genitori

Le tecnologie pervadono sempre di più la vita dei bambini fin dai primissimi anni di vita, ormai gran parte di loro prima ancora che tolgano il pannolino o che imparino ad allacciarsi le scarpe da soli sono abilissimi a navigare su internet e utilizzano alla perfezione tablet e smartphone. E’ fondamentale il ruolo dei genitori e degli adulti di riferimento che devono educare il bambino ad un uso consapevole delle nuove tecnologie

di La Girandola 17 Luglio 2016 08:00 Commentaa Al giorno d’oggi i bambini crescono circondati da strumenti multimediali di ogni genere: computer, televisioni 3D, smartphone, iPad, tablet. Alcuni di questi strumenti se usati correttamente possono accrescere le funzioni cognitive, sociali, comunicative e favorire varie tipologie di apprendimento, ma se mal utilizzati possono divenire fonte di problemi anche seri.

Fin dall’infanzia è fondamentale educare all’uso adeguato della tecnologia, va insegnato un uso corretto e funzionale degli strumenti tecnologici, considerando che essi fanno parte del nostro mondo e non si possono eliminare né tanto meno non si può non riconoscerne il valore se utilizzati in maniera equilibrata.

I genitori devono porsi da modelli nell’uso della tecnologia (trasmettendo e rispettando in prima persona le corrette modalità di utilizzo di questi strumenti) e fornire regole chiare e precise, definendo i tempi, la durata e le modalità di utilizzo, vietando ai loro figli l’uso indiscriminato e illimitato di tablet, iphone o iPad.

E’ opportuno non presentare la tecnologia come unica fonte di stimoli,
ugg leona Consigli per i genitori
diventa importante proporre ai propri figli attività alternative indispensabili per il loro sviluppo psicologico, culturale e sociale, come la lettura di un libro, l’ascolto della musica, il gioco con gli amici e lo sport. Se fin da piccolissimi vivono queste attività con piacere, cresceranno consapevoli che internet è una delle tante opportunità per passare il tempo, ma non è di certo l’unica.

Altrettanto raccomandabile non usare smartphone e tablet come babysitter elettronici: uno studio da poco pubblicato sulla rivista Pediatrics ha spiegato che “piazzare” un bambino piccolo di fronte a un video per distrarlo o calmarlo è deleterio per il suo sviluppo sociale ed emotivo, soprattutto se diventa la norma. Quantomeno dovremmo stargli accanto e “guidarlo” nell’utilizzo, mantenendo aperto un canale di comunicazione, perché diventi un’attività condivisa e come tale positiva.

Affinché un bambino possa beneficiare delle opportunità che le tecnologie offrono dal punto di vista dell’apprendimento è necessario che gli adulti accanto a quel bambino valutino e scelgano i contenuti che i diversi strumenti multimediali propongono.

Non lasciare mai soli i bambini nell’esplorazione dei contenuti digitali di un certo strumento, ma “accompagnarli” nella conoscenza dei contenuti e delle regole, condividendo insieme l’uso delle tecnologie.

Intervenire fin dai primi anni di vita del bambino costituisce sicuramente un’importante strategia preventiva, che consente sia di ridurre i rischi per la salute fisica e mentale dei nostri ragazzi sia di cogliere tutte le potenzialità che questi strumenti ci offrono.

Infine, come già detto in precedenza, se al bambino viene data la possibilità fin da piccolo di conoscere ed apprezzare altre attività saprà utilizzare le nuove tecnologie come una risorsa senza esserne sopraffatto.
ugg leona Consigli per i genitori