ugg online originali piscine naturali

ugg australia kids piscine naturali

QUEL RAMO DEL LAGO IN CUI FARE IL BAGNOLontano dalla citt e dall delle piscine “artificiali”, la prima meta dove cercare un po di relax sono le zone lacustri, che in alcuni casi offrono anche qualche metro di spiaggia dove stendersi al sole e magari organizzare un pic nic.Proprio ieri 22 luglio Legambiente e Touring Club Italiano hanno rilasciato la Guida Blu delle migliori localit turistiche in riva ai laghi piemontesi che hanno ottenuto pi “vele” per la loro tradizione turistica, il valore storico, culturale e ambientale. Tra quelli segnalati balneabili da Arpa Piemonte, il lago Sirio (tra i comuni di Ivrea e Chiaverano) e il lago di Viverone (Biella) sono promossi a pieni voti con una soglia di balneabilit del 100%. Il lago Maggiore, il lago d e il lago di Mergozzo, nel Verbanio Cusio Ossola, seguono la classifica con un valore dall al 92%. Il lago piccolo di Avigliana, con una sola stazione destinata alla balneazione, quasi in fondo alla classifica con il 67%, mentre il lago di Candia viene altamente sconsigliato per la presenza di ben 3 zone non accessibili ai turisti.Molte spiagge sono anche attrezzate con ombrelloni e sdraio, ma ai pi giovani ovviamente consigliamo la soluzione low cost della cara vecchia stuoia. Quando ne avrete a sufficienza dei tuffi,
ugg online originali piscine naturali
potrete sempre fare una passeggiata seguendo gli itinerari eco turistici indicati dall Piemonte.AL FRESCO DEI TORRENTI DI MONTAGNAPi temeraria l di chi vuole avventurarsi nei fiumi e corsi d delle nostre montagne, dove l sicuramente pi limpida ma anche leggermente pi fresca.Molti sono i torrenti dove immergere almeno i piedi per refrigerarsi dalla calura estiva, come il Sangone nei pressi di Pontepietra, una frazione di Giaveno (To), anche se le localit idonee per la balneazione segnalate dall riguardano solo alcuni tratti del Ticino, del Cannobieno e del San Berdardino,In ogni caso, vi raccomandiamo massima attenzione nelle prossimit dei corsi d in montagna. Non partite senza delle scarpe adatte e soprattutto mai da soli. Piuttosto, se non siete abili di fiumi, rimanete stesi al sole nei pressi della riva e rinfrescatevi con gli spruzzi delle piccole cascatelle che si formano nei torrenti.E IL PO?Ad oggi il Po a Torino non dichiarato balneabile, anche se domenica 11 luglio un gruppo di volontari di Legambiente ha nuotato nel fiume in occasione del Big Jump, il tuffo simbolico legato alla campagna europea lanciata da European Rivers Network (Ern) per richiedere il recupero della balneabilit di fiumi e laghi.In teoria, una direttiva europea chiede il recupero ecologico delle acque lacustri e fluviali entro il 2015. Per ora non ci resta quindi che aspettare l che verr cinque anni.
ugg online originali piscine naturali