shop online ugg Pippo Cal denuncia l

ugg scontati Pippo Cal denuncia l

segretaria provinciale di Rifondazione Comunista, che faceva parte della delegazione che il 14 agosto ha visitato il supercarcere di Marino del Tronto. avevo capito dice Paula Beatriz Amadio chi fosse quel detenuto anziano che pacatamente mi esponeva le sue perplessit Me l’hanno detto all’uscita dal supercarcere chi fosse

Capelli e barba bianca, dimagrito in volto rispetto alle immagini apparse sui giornali di recente, di colore bianco anche camicia, pantaloni e le scarpe, parlava appoggiato alla porta della sua cella con piccoli gesti delle mani.

senso ha dice Pippo Cal ridurre da due a un’ora la possibilit di uscire per fare due passi nell’apposito spazio? Che senso ha non potersi cucinare degli spaghetti in cella? Sono forse queste le misure che aumentano la sicurezza? Io avevo rinunciato all’aria per poter dipingere. Ora con queste restrizioni non lo posso pi fare. Il tempo di preparazione, lavare i pennelli e altro e gi finito il tempo. Io sto qui all’ergastolo, devo pagare e va bene, ma perch togliere queste misere cose ad uno che passa 23 ore al giorno in cella? A uno che in ventanni non ha avuto mai un rapporto? E’ vero signor Commissario? (dice Cal rivolgendosi al comandante della polizia penitenziaria e riferendosi al buon comportamento tenuto, ndr)

E il personale del Gom (Gruppo operativo mobile) della polizia penitenziaria addetto al controllo della sezione speciale,
shop online ugg Pippo Cal denuncia l
riconosce che l’atteggiamento misurato di un detenuto del calibro di Pippo Cal contribuisce a mantenere calmo il clima all’interno della sezione stessa. la situazione nettamente diversa da quella della sezione giudiziaria dice Paula Beatriz Amadio una sorta di rispetto al girone infernale dove i detenuti stanno ammassati in otto all’interno di una cella: la grata finestra esterna pare l’esposizione di un negozio sportivo con le scarpe da riposo di ognuno infilate l’una sull’altra verso l’aria

Quando morto per cause naturali un detenuto tunisino arrivato subito il medico perch qui, grazie al 41bis, c’ una guardia medica 24 ore su 24. Ma non c’ stato nulla da fare. I compagni di cella in segno di lutto si sono astenuti dal cibo per due giorni. In una situazione di sovraffollamento di questo genere la capacit rieducativa del carcere pressoch nulla. manca un anno per il fine pena dice un detenuto ma io da qui uscir ancora pi delinquente Lamentano tempi biblici per un incontro con l’educatrice, l’unica che c’ mentre ce ne dovrebbero essere tre. E vorrebbero uno spazio pi grande per fare del movimento all’aria aperta. Ora la preoccupazione degli operatori carcerari il riflesso che avranno le nuove norme del decreto sicurezza sul sovraffollamento delle carceri italiane.

Gli agenti della polizia penitenziaria sono in condizioni precarie e grazie al loro spirito di servizio la situazione non diventa incandescente.

Da un anno e mezzo la struttura esterna accanto al carcere, lo spogliatoio per il personale, non ha pi l’agibilit forse in autunno inizieranno i lavori che dovrebbero durare un altro anno.

Il comandante Pio Mancini ha dato a disposizione la casa del comandante che non usa per far spogliare gli agenti. E gli venuta un’altra idea per il campo di calcio, cio per quello che resta. Visto che non ci sono fondi per riportarlo agli antichi quello spazio potrebbe essere utilizzato per realizzare un’isola orto florovivaistica, un progetto che potrebbe ottenere finanziamenti dall’Europa e potrebbe occupare i detenuti.

C’ una grande richiesta di lavoro da parte loro per racimolare qualche spicciolo, ma i fondi a disposizione della direttrice Lucia Di Feliciantonio sono pi che spartani: vengono redistribuiti a rotazione tra i detenuti per lavori di manutenzione ordinaria della struttura. L’incontro con il capogruppo del Prc in Regione, Giuliano Brandoni,
shop online ugg Pippo Cal denuncia l
potrebbe aumentare le possibilit trattamentali con finanziamenti specifici.