ugg caspia cos Bruno Morchio tiene piede in due scarpe

come pulire gli ugg cos Bruno Morchio tiene piede in due scarpe

Ospedaletti I passi incrociati del cuore sanno essere oscuri e portare anche alla disperazione come certi vicoli di Genova, freddi e ruvidi, assediati dal vento e dallo sfregio del tempo. Un tratto comune a tanti luoghi della Liguria, sar anche per questo che Ospedaletti accoglie con calore la presentazione ne pomeriggio di sabato 20 gennaio del libro piede in due scarpe Rizzoli editore, di Bruno Morchio, scrittore famoso ed identificato dai pi con l’investigatore privato Bacci Pagano, uomo concreto e disilluso, analfabeta dei sentimenti, ma capace di cogliere la poesia dei concerti per pianoforte di Mozart.

La stessa musica che ascolta con passione Bruno Morchio, magari semplicemente con l’iPod, mentre scrive nel weekend alzandosi molto presto alla mattina. Del resto la professione relega la scrittura in questo spazio, ma da aprile Morchio sar finalmente un uomo di lettere a tempo pieno. ho riscoperto il barocco e la musica di Arcangelo Corelli, ascolto anche i cantautori,
ugg caspia cos Bruno Morchio tiene piede in due scarpe
ma non quando compongo perch le parole mi distraggono e il pi delle volte cerco il silenzio Chi preferisce chi cr degli ulivi chi ancora la versione insolita del detective innamorato de spaventapasseri mentre una professoressa di Imperia rimasta innamorata del libro fuori da ogni comune denominatore profumo delle bugie

Anche piede in due scarpe diverso dagli altri: intanto non un noir ma un giallo classico di matrice anglosassone e vi si racconta soprattutto la Genova del Porto in festa per le celebrazioni dei 500 anni della scoperta dell’America ( ambientato infatti nell’inverno del 1992), ma c’ anche il retrogusto amaro di Mani Pulite che si affaccia, e poi un nuovo protagonista: Diego Ingravallo. Un nome che richiama subito alla mente il commissario del romanzo di Carlo Emilio Gadda. Del resto gi la tesi di laurea di Bruno Morchio con Edoardo Sanguineti era su cognizione del dolore di Gadda Non solo una citazione letteraria o una piega filosofica, ma anche un ritratto prettamente fisico, con tratti tipicamente mediterranei.

Ad affiancare il commissario Ingravallo, lo psicologo Paolo Luzi (benedetto da folgorazioni che sconfinano al limite della normalit una giovane imputata dai capelli rossi, il padre di Luzi, un idraulico in pensione, ed un’eccentrica aristocratica, la marchesa Federica Brignole Sale.

Forse proprio queste ultime due figure sono formidabili: l’idraulico afflitto dalle donne e dal vizio del gioco che vede la rete idrica come l’antesignana di internet. La Marchesa Brignole Sale invece diverte con il linguaggio tipico di buona parte della nobilt capace delle pi alte raffinatezze e delle pi basse voragini con termini e locuzioni irripetibili.

Caratteristica fondante dei suoi lavori come spiega Diego Marangon commistione tra la psicanalisi e l’amore per la letteratura che ha particolare successo affrontando anche generi diversi dal noir L’insegnamento? Quello che non ci sia illusione pi grande per l’uomo del poter vivere in modo identico, giorno dopo giorno. vita cambiamento dice per Il Secolo XIX Bruno Morchio nulla uguale a se stesso. Pensare che tutto possa rimanere immutato un’illusione. La vita perdita, cambiamento. Non possibile conservare nulla Una certezza per rimane per i fan di Bruno Morchio: quest’anno torna Bacci Pagano con un libro sull’inizio della carriera del detective negli anni Ottanta dopo il carcere, i vari pellegrinaggi negli Stati Uniti,
ugg caspia cos Bruno Morchio tiene piede in due scarpe
Cuba ed Africa.