ugg italia negozi Archive for Argomenti vari

stivali ugg Archive for Argomenti vari

L non quella cosa brutta e cattiva che vi raccontano, ma in realt l del pensiero, la forma mentale del dubbio, l che sempre e comunque vincer sull di moralizzazione, la tremenda porcata che in pratica si attua nella tua cosiddetta educazione! La tua educazione, in realt significa il controllo del tuo pensiero, e la sua conseguente limitazione. Ci che ti viene prospettato come Giusto, dagli insegnanti, dai genitori, dalla politica, dai preti (porci), dalla televisione, non altro che la patetica continuazione della stessa fallimentare mentalit che oggi ti porta ad essere impotente, annoiato, schiavo, stressato, rincoglionito! Tutti ci domandiamo per quale oscura ragione non ci sentiamo mai liberi e felici. Ci insegnano che essere felici un attimo effimero che passa veloce, senza importanza, limitato a momenti, ma peccato che la vita dura Bisogna soffrire, e lavorare: Arbeit macht frei! Certo che la vita dura, se ogni momento di gioia ti viene passato come colpa! Il sesso e le seghe sono una colpa, la voglia di passare a letto le tue giornate una colpa, se vuoi scoparti tua cugina una colpa, se non hai voglia di lavorare per contribuire allo status quo una colpa, se i tuoi genitori ti stanno sulle balle una colpa, se dell unita non te ne sbatte una mazza, una colpa! Bene piccoli figli miei, a scanso di equivoci, sappiate che per me quest sar l del mio viaggio pi lungo. Scelgo una data simbolica, i miei quarant per dirvi che non ho alcun interesse a convincere nessuno, io sto gi pagando. Ma vi prego, miei splendidi e liberi bimbi, non arrendetevi! Giusto ci che vi appaga, nel rispetto per gli altri. Leben macht frei! Vivere rende liberi! Altro che cazzi! Figli miei, amate alla follia e piangete come una cascata di merda, andate a ballare ed alzatevi a mezzogiorno, anche pi tardi, steccate il lavoro, tanto quando lavorate non fate mai i vostri interessi. State solo arricchendo un qualche porco fottuto. Non andate mai a votare, non partecipate al poker sociale, avete solo da perdere, in relazione a ci che investite. Avrei voluto incontrarvi, figli miei, in giro per i locali, per sbronzarci insieme e discutere. E non dico che ci non sia fattibile. Ormai sono completamente assuefatto. Per non parlare del fatto che il corpo umano composto d per il 75% del peso totale. E non l certo deciso io. A me tutto questo ossigeno e tutta quest mi rompono i coglioni. Mi stressano l Mi sento inesorabilmente condannato. Perch non posso respirare, che so, Argon? Elio puro? Cos mi viene anche la vocina da cartone animato e rido di pi Almeno due volte a settimana, cos per variare. La monotonia uccide i rapporti e avvizzisce gli scroti. E poi, mi da fastidio pensare che sono fatto di una cosa che se la metti al sole evapora e fa delle nuvolette antipatiche. Mi immagino mentre passeggio al centro commerciale ad Agosto, si rompe l di condizionamento, evapora il 75% del mio peso e mi riduco ad una patetica larvetta di carne secca, e non trovo camicie della mia misura. Tutto questo per colpa dell Ci non tollerabile. Ne consegue che l nemica della mia eleganza, e l noioso. E voi dall parte del mio monitor, pensate di essere al riparo? No, o stolta progenie d anche voi vagherete anoressici sotto il sole d alla ricerca del capo d che mai indosserete a pennello, sar sempre troppo largo, accompagnati da una sinistra e costante evaporazione che, come un nuvoloso e maligno spirito guida , stroncher la vostra ricerca dell indossare. E mentre raminghi e sottili vi aggirerete inutilmente nei corridoi della vita, rattrappiti come un novantenne messicano essiccato dal sole implacabile, continuerete pallosamente a pompare ossigeno nel vostro corpo ormai disidratato. Svegliamoci! Ribelliamoci! Mostriamo alla biochimica che noi non siamo schiavi! Io, che sono per la cultura del fare, ho gi da tempo preso i miei provvedimenti. Devo respirare ossigeno? Io mi fumo le canne 24 ore su 24, e siccome di notte non posso fumare, mi metto una maschera attaccata ad una bombola di marijuana. Inoltre, sto faticosamente cercando di sostituire l del mio corpo con la Sambuca. Sono arrivato al 60%. Dopo anni di questo training,
ugg italia negozi Archive for Argomenti vari
sono la persona pi elegante e meno monotona del sistema solare. Certo ci sono degli effetti collaterali, tipo qualche problemino alla memoria breve. E qualche dannerello al fegato, ma si sa, non si pu avere tutto. Polmonite mortale, secondo il dottor Giangallo. Da allora sono passati tre anni, e Zia Fausta ora ne ha ottantasette. E uscita di senno. Si data all e ho buoni motivi per credere che sniffi cocaina. Tanta cocaina. Da brava anziana, fino a tre anni fa non perdeva una messa domenicale, le carezze ai nipotini, preparare il pranzo allo zio, guardare la tv, tutte le cose che fanno le pie donne anziane, insomma. Ed ora? Ieri sono entrato in casa sua, dopo parecchi mesi: Un campo di battaglia! Bottiglie di Ceres dappertutto, vuote, piene, mezzo vuote, mezzo piene, cicche spente ovunque, tracce di vomito sulle pareti, biancheria sporca, canne non finite, montagne di piatti ammuffiti, tocchi di fumo, righe gi pronte “Zia”, le ho detto, “ma non ti sembra di esagerare? E quello cos Ah, gi non avevo visto il Jack Daniel Non ti reggi in piedi, vuoi che ti porti dal medico? Vuoi che ti accompagni dal caro dottor Giangallo? Forse ti farebbe bene parlarne con qualcuno bravo dopodich non ho compreso bene cosa mi abbia risposto, perch aveva tutta la bocca impastata dagli spinelli ed era ubriaca fradicia, ma mi sembra che pi o meno abbia detto: “No, da Giangallo no che non gli si rizza, me lo faccio gi da dieci anni con la scusa della sciatica, ma poi invecchiato Ora mi sto lavorando Don Mario. Ma poi scusa, che cazzo vuoi? Sei uno stronzetto dei miei coglioni e vieni a rompermi la straminchia a casa mia? Prima di conoscere quel frocio di tuo zio ero una porca fottuta, mi divertivo a scoppio, sempre in extasy, rave a manetta, storie di merda, schizzata scema Poi, per smaltire la vita del cazzo e recuperare un po di salute, ho sposato il succhiacazzi. Adesso mi godo la reversibilit del rottinculo e mi spacco finch crepo! Perch hai qualche problema?”, ” “beh, no!”, ho risposto, “ma ti perdono solo se mi offri una sambuca! “. Si messa l a portarmela, e nel riflesso del frigo l vista che squagliava qualcosa nel mio bicchierino. Ora sono convinto che fossero cristalli di amfetamine. Tu pensi di conoscere le persone Poi le sambuche sono diventate due, tre, quattro, cinque, venti, e poi sinceramente non mi ricordo pi cos successo. Ma oggi sento un po di bruciore proprio l Mi sorge un atroce sospetto.

08E cos tra scleri quantistici, relativismi ed osservazioni astronomiche, assenze e presenze pesanti, e la sabbia del Poetto nelle mie scarpe, Agosto si defila bastardo insieme alle mie ferie. La realt qualora esistesse, fa a pugni con la mia apertura mentale. L impera ancora nelle menti umane parallelamente alla mia inevitabile stanchezza. I sentimenti che provo sono pi immutabili e reali della luce di Sirio, che mi parso di beccare in combutta con la Luna. Noi confondiamo la luce con Sirio, e questo gravissimo. Noi umani sguazziamo nelle stronzate consapevoli di sguazzare nelle stronzate. Quale pochezza ci pari nell Fatico a farmene una ragione. L che ci si possa dare una qualsiasi parvenza di seriet disturba le mie velleit astrattive. Mi son scolato una bottiglia di vino nella piazza di fronte alla chiesa. Sono le sette meno un quarto, e gi qualche miserella bigotta si aggira nei pressi del sacro edificio. Mi fanno crepare dal ridere queste manifestazioni di assurda povert morale. Finch daremo da mangiare a quei loschi personaggi di nome preti non ci dobbiamo lamentare. Sottospecie di uomini inutili, li rispetterei soltanto se fossero dei furbacchioni. Io non rispetto la fede come non rispetto la coerenza. Sono concetti trappola, adatti ai rincoglioniti. Niente scritto, troppo detto, la realt un partorita dalle nostre percezioni. Le nostre percezioni sono come il cazzo che mi tira quando vedo tua sorella bona. Non detto che me la dia. Ed anche se me la desse, rimango nel dubbio, una volta consumato il coito. Viviamo nel dubbio di non vivere, e questo dubbio una probabile certezza. Ammiro le arselle. Hanno due valve e lo scopo di nutrirsi e riprodursi. Io invece non ho neppure uno scopo. Ma se la valva fosse una vulva, non avrei dubbi sullo scopo. E lo scopo, il senso della vulva. E vaffanculo a Sirio.08Gridare non serve se nessuno ascolta. Ma, se qualcuno ascolta, gridare inutile. Le cose pi importanti che ho imparato non avevano un suono, eppure le sentivo chiaramente. Oggi io sento silenzio. Ecco, oggi potrebbe essere importante. Oppure no, ed allora avr imparato che il suono ed il silenzio sono la stessa cosa. E tanto tempo, per che niente suona come vorrei sentire. Ed il silenzio, non poi cos silenzioso. Io vorrei tanto andarmene dove non c desiderio di luce. E diventare un tutt con questo silenzio che non ho mai avuto. Dove sto sbagliando?02.
ugg italia negozi Archive for Argomenti vari