ugg discount il salotto dei finlandesi a Milano

real ugg boots il salotto dei finlandesi a Milano

“Vieni a scoprire cosa fanno i finlandesi che vivono a Milano e dintorni. L’iniziativa SuomiSalone offre una finestra sulle competenze e sui prodotti e sapori nordici tramite gli artigiani e rappresentanti che vivono qui.” Così iniziava l’introduzione a un evento del Fuorisalone 2017 che ci ha incuriositi molto. Presso Ideamondo Associazione Culturale, in un piccolo locale vicino alla stazione di Lambrate, abbiamo scoperto una vivace comunità finlandese.

L’idea di organizzare un evento tutto finlandese durante la settimana del design è nata dopo l’esperienza positiva del mercato natalizio finlandese, racconta Annamari Riekkinen, una delle organizzatrici. “Ci siamo accorti che nei dintorni di Milano ci sono tanti finlandesi attivi e pronti a collaborare.” Il mercato natalizio è stato coordinato da Eve Marian Schach, artigiana finlandese che abita da oltre 30 anni nella provincia di Varese.

Nel giugno 2016 Annamari Riekkinen ha fondato Ideamondo con la sua amica Paola Carlacchiane, italiana plurilingue sposata con un senegalese e madre di due figli. Le due donne hanno tanti amici che rappresentano culture diverse e trovano la varietà di consuetudini e background culturali una ricchezza. Siccome a tutt’e due piace organizzare eventi, è nata l’idea di creare uno spazio che funzioni da un salotto in cui varie culture possono incontrarsi e divertirsi seguendo vari spunti creativi.

Ideamondo ha acquistato nel febbraio 2017 un piccolo locale commerciale e aperto le porte per tutte le culture e attività culturali. SuomiSalone è il secondo evento finlandese organizzato sotto le ali dell’associazione. Durante il primo evento, “Tutto il mondo è paese”, Eve Marian Schach ha svelato i segreti della lana cardata e i bambini hanno scritto letterine a babbo natale. Il clarinettista Artturi Winstèn si è occupato della parte musicale. In giugno o luglio avrà luogo un corso per preparare delle tradizionali tortine di riso, karjalanpiirakka.

Per il SuomiSalone lo spazio di Ideamondo è stato riempito di prodotti finlandesi anche più del solito. Le bacche di mirtillo, mirtillo rosso, ossicocco, camemoro e olivello spinoso sono piuttosto esotiche per l’italiano medio ma qui si trovano sia in versione essiccata sia come marmellate e succhi. Non manca neanche il pane nero; a Milano c’è un laboratorio di pane che lo prepara secondo la ricetta originale finlandese. Oltre al reparto alimentare ci sono in mostra tra l’altro prodotti di cartoleria finlandesi e lavori di artigiani vari. La modellista Minna Konttijrvi ha portato a Ideamondo una sua creazione, un vestito bianco tridimensionale creato da tantissimi piccoli pezzi di stoffa in stile puzzle una vera opera d’arte.

Anche se gli eventi finlandesi organizzati da Ideamondo non sono ancora tanti, le attività organizzate dalla comunità finlandese non finiscono certo qui. Il Primo Maggio ci si incontra per un picnic nel parco Sempione, due volte all’anno ci sono le giornate di scambio, vaihtopivt, dove si possono portare cose fuori uso come vestiti, scarpe, elettrodomestici, libri, dischi e oggetti vari e prendere quello che invece può servire.

Poi ci sono gite, aperitivi ed eventi vari, basta che a qualcuno venga un’idea e si mette in moto l’organizzazione. Di recente un gruppo di persone è andato a visitare l’azienda agricola Sukula e si è fermata per mangiare salmone affumicato per pranzo.

Di solito gli eventi attirano da dieci a cinquanta persone e secondo le stime della Riekkinen ci saranno circa duecento persone che partecipano almeno una volta all’anno a qualche avvenimento. In totale ci saranno almeno cinquecento finlandesi in zona, possibilmente anche mille se si contano anche gli studenti e altre persone che non si fermano più di tanto.

Come si fa a scoprire che cosa c’è nel programma? Semplice, basta seguire il gruppo facebook “Suomalaiset Milanossa!” che è il più importante canale di informazioni per la comunità. Conviene quindi iscriversi chi vuole respirare un po’ di aria finlandese nella zona di Milano, magari sorseggiando un bicchiere di prosecco e degustando un panino con salmone e gamberetti come al SuomiSalone.

Un festival cinematografico di straordinario interesse, dedicato alla cinematografia dei popoli indigeni, si tiene nell’estremo nord dell’Europa, in un ambiente ghiacciato e buio tipico della regione artica. Siamo ad Inari, nella Lapponia finlandese. I film sono proiettati nel Northern Lights Theatre, che ha un’atmosfera unica: è totalmente fatto di neve, con il cielo e l’aurora boreale come tetto. I film sono inoltre proiettati negli auditorium del Museo Smi Siida e nel Centro Culturale Sajos.

Leggi tutto

Alle scorse elezione del 4 marzo hanno votato dalla Finlandia il 39,
ugg discount il salotto dei finlandesi a Milano
9% degli aventi diritto (dato in calo dal 53% delle scorse elezioni anche per via di ritardi causati dalla posta finlandese nel recapito dei plichi).

Il Movimento 5 stelle è il partito più votato dagli italiani in Finlandia, con oltre il 33% alla Camera e il 26% Senato. Secondo il Partito Democratico cin il 22% e il 26%; terzo partito è +Europa con il 15% e poco dietro agli stessi livelli la coalizione di destra e Liberi e Uguali.

Qui i risultati completi per Camera e Senato.

Un corso universitario di letteratura finlandese dedicato alla tradizione del “Kalevala” e delle varie forme di Poesia popolare finlandese, quella epica, quella lirica. Il corso è stato tenuto all’Università di Firenze dalla professoressa Viola Parente apkova nell’Anno Accademico 2001/2002. Ne riproduciamo la trascrizione col permesso dell’Autrice, docente di letteratura finlandese nelle università di Praga e Turku, certi che rappresenti una solida introduzione alla materia per studiosi e studenti di letteratura finlandese e di storia delle tradizioni popolari.

Leggi tutto

Sul lessico culturale finlandese attraverso le osservazioni di Aulis J. Joki tratte da un suo manoscritto inedito

Confluence of congeners Aulis J. Joki (2.6.1913 8.2.1989), whose one hundredth anniversary was in 2013, was the only son of Johan Joki (a carpenter) and Amanda Tolvanen (1). He was native of Viipuri, where he lived until 1918, when his parents moved first to Lappeenranta and after that to Hmeenlinna, before settling down definitely in Tampere, where Joki attended his schools. He turned out to be a very talented and versatile student.

Leggi tutto

stata pubblicata di recente la IX Appendice dell’Enciclopedia italiana Treccani, che contiene, tra le molte altre cose, anche l’aggiornamento della voce relativa alla Letteratura finlandese, scritta dalla nostra collaboratrice Viola Parente apkov. Abbiamo chiesto a Viola di farci avere, tratta da quel suo contributo, una scheda su una delle tendenze più marcate della produzione finlandese più recente, il genere del Romanzo storico.

Leggi tutto

Dalle origini al Novecento

L’importanza della letteratura orale Se parliamo di letteratura finlandese nel senso di letteratura della Finlandia, bisogna evidenziarne il carattere multilingue e multiculturale. Ai primi testi letterari scritti in latino (successivi all’arrivo ufficiale del Cristianesimo nel XII secolo), seguirono quelli in svedese (soprattutto quando, nel XVII secolo, fu fondata l’Accademia, vale a dire l’Università di Turku / bo). Dalla fine del XIX secolo, il finlandese divenne gradualmente la lingua di maggior diffusione nel paese e a partire dal XX secolo, principalmente dalla seconda metà, troviamo anche la letteratura in lingua sami; negli ultimi decenni, durante i quali la Finlandia si è maggiormente aperta al mondo, riscontriamo letterature in altre lingue minoritarie, sebbene di diffusione limitata.

Leggi tutto

Nei media finlandesi riecheggia ancora la polemica direttamente collegata alla riflessione sull’identità nazionale nella letteratura contemporanea della Finlandia. Ebbe inizio nel 2005, quando il traduttore tedesco Stefan Moster, nell’anno della sua partecipazione come membro della commissione per l’assegnazione del premio letterario finlandese più prestigioso, il Finlandia, accusò la letteratura finlandese nella fattispecie il romanzo di un insufficiente dialogo sociale: nella letteratura finlandese mancherebbero degli intellettuali radicali capaci di analizzare la società,
ugg discount il salotto dei finlandesi a Milano
sul tipo di Thomas Mann.