ugg boots sale sci che cadde sulla Terra dalla Luna

ugg for women sci che cadde sulla Terra dalla Luna

Era il 1970. Un anno prima, Neil Armstrong aveva lasciato la sua impronta sulla luna con scarponi leggendari, ma tutt che fashion. Ispirato dall spaziale, Giancarlo Zanatta, di Tecnica, cre Moon Boot, un doposci in nylon colorato e la schiuma di poliuretano, all una vera rivoluzione. E un successo: 22 milioni di paia vendute in tutto il mondo. Chi avesse conservato (o ricevuto in eredit gli originali, potrebbe tirarli fuori subito. Vanno fortissimo, sia vintage che nelle nuove incarnazioni autunno inverno 2013 2014.

Dalla luna alla montagna. E dalla montagna, alla citt Complici i mutamenti climatici, gli inverni sempre pi freddi, la fine delle regole rigide sul look metropolitano e la voglia di stare comodi, i tronchetti tipo Moon Boot o Ugg Australia, must dei surfisti dopo le cavalcate marine, e Mou, gli scarponcini eschimesi, sono diventati urban (perch relegarli nello spazio ristretto della settimana bianca?) e poi glam. D e d come nella limited edition natalizia di Moon Boot per Marella, spruzzati di borchie, specchietti e grandi cristalli dallo splendore lunare, appunto, resi cool in tutti i sensi da dettagli in pelliccia e cashmere o rivisitati in stile rock, accesi da colori acidi, verde, fucsia, viola, mixati con dettagli da biker, i doposci sono diventati pi gentili nelle forme,
ugg boots sale sci che cadde sulla Terra dalla Luna
pi moderni, e hanno conquistato un posto di tutto rispetto nel guardaroba delle it girl. Sotto i cappotti, i piumini, con i leggings o i jeans. Senza contare le incursioni degli stilisti (negli anni scorsi con i Moon Boot si sono misurati sia Valentino che Jimmy Choo ed Emilio Pucci).

A Milano, nel quadrilatero della moda, le vetrine pi eleganti accostano il tacco 12 allo stivaletto da neve con le pi ardite contaminazioni: pelliccia e fibbie da Rucoline, cachemire con plateau, stringhe e bordo di volpe da Malo, borchie argentate su bianco o vere e proprie decorazioni gioiello da Nando Muzi, osabili, non essendo troppo tradizionalisti, anche con un abito da sera. Ugg Australia, che produce le scarpe meno sexy del mondo (amatissime dalle donne, per non si tira indietro nella competizione con i sandali dei giorni di festa e inventa versioni spiazzanti: camouflage, pizzo e paillettes, fiocchi di raso e punti luce, un bottone di cristallo che brilla come un diamante, una calda versione in maglia da Capodanno in baita e una addirittura da sposa, bianca o glitterata. Che sia tendenza lo dimostra la variet dell dal lusso estremo al low cost, dal sofisticato mix di cachemire e pelliccia (Loro Piana) al basico di Bata, da poco meno di duemila euro a poco pi di trenta, senza contare le copie delle copie.

Come sempre, le star diventano i modelli da seguire e impongono la linea. Blake Lively (quella di Girl Jennifer Lopez e Vanessa Hudgens hanno contribuito al successo di Ugg Australia dimostrando che la comoda scarpa post surf (la conquista della luna non c e neanche la montagna, ma le onde dell non scherzano, quanto a temperatura) pu funzionare benissimo a centinaia di chilometri dal mare. Sarah Jessica Parker, reduce da un pubblico pentimento sull del tacco alto alla Sex and The City ha comprato un intero assortimento di Mou in montone con cucitura realizzata a mano all modello Eskimo. Come lei, la filiforme, elegantissima Marion Cotillard e l Tamara Ecclestone,
ugg boots sale sci che cadde sulla Terra dalla Luna
si sono lasciate fotografare in giro per shopping con le Ugg pastello rasoterra.