ugg wedge boots Cortona nel Medioevo

ugg boots australia sale Cortona nel Medioevo

Tennis: Camaiani e Mangiavacchi vincono il Torneo del TC castiglioneseSeduto fra gli scanni del Consiglio comunale a parlare di Medioevo a Cortona c insieme a lui ed al Presidente del Consiglio dei Terzieri di Cortona, Riccardo Tacconi, anche il prof. Franco Franceschi, docente di storia medioevale dell di Siena, presso il distaccamento di Arezzo e Alessio Bandini, rappresentante provinciale dei Gruppi storici della provincia di Arezzo.

Il dott. Allegria, novello di questo immaginario al passato ha acceso la sua DeLorean e ha portato tutti a spasso per le strade di una Cortona appena promossa al rango di (città), che per questo viveva profondi mutamenti del suo assetto urbanistico dotandosi di nuove fonti, ospedali, acquedotti e tutto quanto potesse garantire una maggiore funzionalità, sicurezza, igiene.

Ma quanto era diversa quella Cortona del trecento da quella di oggi? E quanto conserva ancora di quel Medioevo nell negli usi, nella struttura sociale?

Sorprendentemente cominciare dalla funzione attiva svolta dai Terzieri nella vita pubblica. All la città era divisa in terzieri: c Santa Maria,
ugg wedge boots Cortona nel Medioevo
San Vincenzo, San Marco. Peccioverardi e Sant si sono aggiunti nei secoli successivi.

Ai Terzieri era affidata, tra l la difesa militare delle mura cittadine per la quale fornivano, ogni anno, 44 uomini ciascuno, di età compresa tra i 18 e 60 anni.

Nell dei Terzieri si sceglieva anche l alla manutenzione e alla riparazione delle botti, nonché alla chiusura delle stesse col sigillo comunale prima che fossero vendute dentro e fuori le mura.

Pare che Cortona fosse già nel trecento famosa per il suo buon vino e che il centro pullulasse di osteria per la mescita.

La funzione sociale dei Terzieri, prosegue, oggi, con le attività degli sbandieratori, dei tamburini, degli Arcieri, delle chiarine e con la rievocazione storica della Giostra dell Archidado,
ugg wedge boots Cortona nel Medioevo
che a metà giugno riporta l città al 1300, quando la famiglia Casali governava Cortona.

di quella che è la cultura materiale di un ha spiegato il prof. Franceschi nel suo intervento fatta di usanze, modi di vestire, modi di mangiare, modi di parlare, serve non solo per conoscere meglio il nostro passato ma anche per proporre rievocazioni storiche quanto più aderenti possibile alla realtà. questo il Consiglio dei Terzieri di Cortona ed il suo Presidente Riccardo Tacconi, crede e tiene molto.

Il ciclo di conferenze, voluto e organizzato dal Consiglio, mira appunto a conoscere sempre più a fondo abitudini e modi di vivere del medioevo cortonese. Un Medioevo che appassiona i visitatori di tutto il mondo, e che rivive nei giorni della Giostra dell quando dame e cavalieri sfilano per le vie cittadine, si rievoca il matrimonio di Francesco Casali, signore di Cortona, con Antonia Salimbeni,
ugg wedge boots Cortona nel Medioevo
nobildonna senese, e si rinnova l del mercato medioevale in Piazza Signorelli.